Come si fa link building con infografiche: 10 consigli

Aggiornato recentemente a Aprile 3rd, 2023 alle 04:05 pm

come fare link building per migliorare il posizionamento seo
Immagine di gstudioimagen su Freepik

In questo articolo scoprirete come fare link building e ottenere backlink dalle infografiche. Un’infografica offre molte opportunità diverse per ottenere backlink al vostro sito web da altri siti di alta qualità, perché questo tipo di contenuto è facile da digerire e altamente condivisibile.

Seguendo i suggerimenti riportati di seguito, saprete come creare backlink di qualità dalle infografiche per migliorare l’ottimizzazione dei motori di ricerca (SEO) e gli sforzi di marketing digitale.

Considerate questa la vostra guida definitiva per la creazione di link infografici che funzionano per qualsiasi settore o nicchia.

1. Scegliere una parola chiave ad alto traffico

Il primo passo per ottenere backlink dalle infografiche è scegliere una parola chiave ad alto traffico. Non è il caso di creare un’infografica su un argomento o una parola chiave che le persone non cercano attivamente su Google, Yahoo e Bing.

Alcune delle migliori frasi per parole chiave includono “fatti”, “statistiche” e “tendenze” che sono rilevanti per la vostra nicchia. Se avete bisogno di idee su quali termini scegliere per la vostra infografica, potete fare una ricerca su Google per le query pertinenti per vedere quali altri contenuti si posizionano in alto nelle pagine dei risultati dei motori di ricerca (SERPS).

La qualità dell’infografica e i fatti o le statistiche presentate giocano un ruolo importante nella realizzazione di un’infografica più facilmente condivisibile ai fini della link building.

Potete utilizzare strumenti online gratuiti come Canva o Piktochart per progettare le vostre infografiche e farle risaltare. Oppure potete affidarvi a esperti di fiducia su Fiverr, che vi aiuteranno a progettare la grafica per un piccolo compenso.

3. Pubblicate l’infografica sul vostro sito web

Il primo posto in cui inserire l’infografica è il proprio sito web. Questo servirà come URL di destinazione per i vostri backlink. Create una pagina o un post del blog dedicato all’infografica. Quindi scrivete un post di 500-1.000 parole sui contenuti dell’infografica, concentrandovi anche sulla parola chiave ad alto traffico che avete scelto nella fase 1. Il vostro obiettivo deve essere quello di ottenere questo sito web.

Il vostro obiettivo dovrebbe essere quello di posizionare questa pagina web nelle prime 10 posizioni di Google per la vostra parola chiave e ottenere il maggior numero possibile di backlink organici. Questo vi aiuterà a ottenere risultati SEO a lungo termine, oltre a fare link building attivo.

Poiché volete che gli altri trovino le vostre infografiche e le condividano sui loro siti web per ottenere backlink, dovreste rendere il lavoro più semplice per loro. A tal fine, è necessario includere un codice embed nella pagina che contiene un blocco HTML con le seguenti informazioni:

  • Posizione del file immagine dell’infografica.
  • L’URL della pagina a cui si vuole far puntare il backlink ai fini del PageRank.

Seguire queste linee guida è il modo migliore per garantire che i proprietari di altri siti web accreditino correttamente la vostra infografica con un buon backlink.

5. Inviate l’infografica ai siti di presentazione delle infografiche

Il passo successivo per ottenere backlink dalle infografiche è trovare siti che vi permettano di inviare le vostre infografiche. Alcune piattaforme vi permetteranno di condividerle gratuitamente, mentre altre vi faranno pagare una piccola tassa. Consultate questo elenco di siti web per l’invio di infografiche per trovare le scelte migliori.

Questa strategia può aiutarvi a creare numerosi backlink e a ottenere traffico organico mirato, poiché la pagina viene indicizzata su Google e più persone trovano la vostra infografica da utilizzare sui loro siti.

6. Comunicare l’infografica agli influencer

Se intendete utilizzare le infografiche per ottenere backlink, dovreste considerare la possibilità di avere una forte presenza sui social media per il vostro sito web o marchio.

In questo modo è più facile entrare in contatto con gli influencer del vostro settore e far loro conoscere la vostra infografica. Se l’infografica è di loro gradimento, possono condividerla sui loro account social per aumentare l’esposizione ad altri che possono linkarla e/o pubblicare un backlink dofollow sul loro sito web in un post o articolo del blog.

7. Do Email Outreach

Contattate via e-mail i proprietari di siti web con contenuti rilevanti dal punto di vista topico e parlate loro della vostra infografica. Chiedete loro se vi linkeranno in cambio della promozione della pagina web da cui vi linkano sui vostri account di social media e/o di un backlink dal vostro sito web in un post sul blog.

Provate a contattare i proprietari di altri siti web e chiedete loro se potete creare un post per gli ospiti. Questo post dovrebbe parlare del contenuto della vostra infografica. Potete poi creare un link al vostro sito web e inserirlo nella loro pagina.

9. Scrivere un comunicato stampa sull’infografica

Scrivete un comunicato stampa sull’infografica e includete nell’articolo un backlink alla pagina web in cui l’avete inserita. Inoltre, assicuratevi di ottimizzare il comunicato stampa con parole chiave pertinenti, in modo che l’URL sia circondato da testo ricco di parole chiave per aggiungere rilevanza al backlink. Una volta scritto il comunicato stampa, utilizzate un servizio di distribuzione per inserirlo nel maggior numero possibile di siti.

Pubblicate un link alla pagina dell’infografica su un sito di feedback sul design. Poi chiedete ad altri designer cosa ne pensano dell’infografica. Lo scopo di questa strategia di link building è quello di ottenere un backlink organico senza che il vostro post appaia come spam.

Alcuni designer potrebbero anche rimanere colpiti dal vostro lavoro e condividerlo su varie pagine di Internet, dove l’infografica può ottenere ancora più link e attenzione da parte del pubblico giusto.

SUGGERIMENTO BONUS: Creare Guest Infografica

Le guest infografiche sono infografiche create e pubblicate su altri siti web di alto livello per le parole chiave per le quali volete aumentare il posizionamento del vostro sito nelle SERP.

La strategia di link building di base consiste nel contattare i proprietari dei siti che si posizionano nelle prime 10 posizioni per la vostra parola chiave target e chiedere di poter creare un’infografica gratuita che riassuma i punti principali della pagina. In cambio di questa infografica, potete chiedere un backlink a una pagina web di vostra scelta.

Il proprietario del sito ottiene contenuti gratuiti, mentre voi ottenete un backlink dofollow di alta qualità. È un vantaggio per entrambi.

Ora, se desideri creare backlink di qualità ancora più elevata al tuo sito utilizzando altri tipi di siti di invio, dai un’occhiata a queste altre pagine: siti web di invio di articoli, siti web di invio di blog, siti web di invio di directory, siti web d’invio di forum, siti web di invio PDF, siti web di invio ping, siti web di invio PPT, siti web di bookmarking sociale e siti web di invio video.

Spero che questa guida su come ottenere backlink dalle infografiche vi sia piaciuta.

Come avete scoperto, esistono diversi modi per creare backlink dalle infografiche che possono contribuire a migliorare il rating del dominio e l’autorità del PageRank del vostro sito web. Ma tutto inizia con la creazione di una buona infografica che valga la pena di essere condivisa, per poi applicare i metodi di link building più efficaci per la SEO, come già detto.

Andrea Barbieri
Andrea Barbieri

Sono Andrea Barbieri titolare della BTF Traduzioni SEO Sviluppo Web. La mia azienda si occupa di Consulenza SEO, realizzazione siti web, sviluppo app, traduzioni professionali, localizzazione siti web e Web Marketing. Insieme al mio team metto al servizio delle aziende la mia formazione tecnica e linguistica nel settore della Information Technology, sviluppo siti web e App e Web Marketing. Trovando le migliori soluzioni digitali e linguistiche con il minor costo possibile.

Leggi tutti gli articoli di Andrea Barbieri

Articoli: 165

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *