Attributo Alt immagine: come ottimizzarlo in 8 passaggi

Aggiornato recentemente a Aprile 3rd, 2023 alle 03:45 pm

attributo alt immagine

Attributo Alt immagine: come ottimizzarlo in 8 passaggi

Attributo Alt immagine: come ottimizzarlo in 8 passaggi

Questa guida all’ottimizzazione dei motori di ricerca (SEO) spiega come ottimizzare il testo ALT delle immagini per la SEO. Di seguito, troverete un elenco dei principali suggerimenti per l’ottimizzazione del testo ALT delle immagini che potete utilizzare per migliorare le classifiche e il traffico del vostro sito web in base alle migliori pratiche di marketing digitale.

È presente anche una sezione con risorse aggiuntive che spiegano meglio i fondamenti degli attributi ALT delle immagini per aiutarvi a creare una migliore strategia di ottimizzazione per i motori di ricerca.

1. Includere la parola chiave SEO target

Il primo modo per ottimizzare il testo ALT per la SEO è includere la parola chiave di destinazione nel tag. Oltre a rendere le immagini più accessibili per gli utenti con disabilità visive, l’inclusione della parola chiave di destinazione aumenta l’importanza della parola chiave per l’ottimizzazione dei motori di ricerca.

L’aggiunta delle parole chiave di destinazione agli attributi del testo ALT consente al crawler di Google di creare associazioni con l’immagine e con le query pertinenti per le quali dovrebbe classificarsi in Google Image Search. Inoltre, contribuisce a migliorare la SEO on-page per il contenuto, confermando le parole chiave per cui la pagina dovrebbe essere indicizzata in Google Search.

2. Caricare in anticipo la frase della parola chiave

Un’altra best practice per l’ottimizzazione del testo ALT consiste nel caricare in anticipo la parola chiave in questo attributo HTML. Sia i crawler dei motori di ricerca che i software di lettura dello schermo leggono il contenuto del campo di testo ALT da sinistra a destra, quindi assicuratevi che la vostra parola chiave di destinazione appaia all’inizio di questo attributo.

Gli algoritmi di posizionamento dei motori di ricerca assegnano un peso SEO aggiuntivo alle parole chiave che si trovano all’inizio di alcuni elementi HTML, compreso l’attributo ALT dell’immagine. Pertanto, quanto più è possibile collocare la frase chiave all’inizio del campo di testo ALT, tanto meglio sarà per la prominenza della parola chiave e per il posizionamento nei motori di ricerca.

3. Mantenere il testo ALT dell’immagine breve

È inoltre possibile migliorare la SEO del testo ALT mantenendolo breve. Più breve è il testo, più forte è il segnale per l’ottimizzazione dei motori di ricerca.

È buona norma limitare la lunghezza degli attributi ALT a 150 caratteri o meno. Non c’è un limite massimo alla quantità di testo che si può aggiungere a un attributo ALT, ma i software di lettura dello schermo in genere interrompono la lettura dei tag quando superano i 125 caratteri e i crawler dei motori di ricerca possono ridurre la rilevanza del testo ALT se è troppo lungo.

Un tag ALT sintetico massimizzerà gli sforzi SEO per parole chiave specifiche e favorirà gli utenti con disabilità visive.

4. Non includere parole non necessarie

Il prossimo punto di questo elenco di consigli per l’ottimizzazione del testo ALT delle immagini è evitare di usare parole non necessarie nelle descrizioni. Se volete ottimizzare il testo ALT per una migliore ottimizzazione sui motori di ricerca, non dovete includere parole come “immagine di” o “immagine di” nell’attributo del testo ALT.

I crawler web come Googlebot capiscono già che il vostro file incorporato è un’immagine e non volete costringerlo a scansionare dati inutili per individuare la vostra parola chiave target.

5. Descrivere l’immagine in modo accurato

Descrivere accuratamente l’immagine è un modo efficace per ottimizzare il testo ALT sia per l’ottimizzazione dei motori di ricerca sia per gli standard e i requisiti di accessibilità del web per la conformità ADA.

Ad esempio, l’attributo ALT generico “Condizionatore portatile Miltu” non è così descrittivo come “Condizionatore portatile Miltu modello MN4HFS9 attaccato alla finestra” per i motori di ricerca e per gli utenti con disabilità visive.

Tag di testo ALT ben scritti, ottimizzati per la SEO e in grado di fornire dati contestuali aggiuntivi, consentono all’algoritmo di Google di indicizzare e classificare le immagini e i contenuti nei risultati di ricerca in modo più accurato, rispettando al contempo i requisiti di conformità ADA.

6. Usare un testo ALT vuoto quando è necessario

Per quanto riguarda le best practice di ottimizzazione del testo ALT delle immagini e i requisiti di conformità ADA, non tutte le immagini necessitano di attributi ALT ottimizzati. Secondo gli standard di accessibilità del web, le immagini puramente decorative possono avere un testo ALT vuoto se non sono necessarie all’utente per comprendere il contesto della pagina.

Se un’immagine decorativa non aggiunge informazioni significative al contenuto, un tag ALT vuoto permette al software di lettura dello schermo di non annunciare l’immagine all’utente. Inoltre, aiuta a velocizzare il processo di ottimizzazione delle pagine web, perché non è necessario scrivere un testo ALT specifico per ogni elemento dell’immagine.

7. Ottimizzare un testo ALT dell’immagine per parola chiave

Un altro modo eccellente per ottimizzare il testo ALT in ambito SEO è quello di utilizzare una sola parola chiave per immagine; non ripetete mai la stessa parola chiave più di una volta in altri attributi del testo ALT dell’immagine.

Una sola parola chiave per ogni attributo ALT è sufficiente perché Google faccia le associazioni corrette per la SEO on-page. Inoltre, aiuta a evitare una penalizzazione manuale o algoritmica, riducendo le possibilità di utilizzare una tattica di posizionamento manipolativa chiamata keyword stuffing.

8. Abbinare il testo ALT SEO al nome del file dell’immagine

Nominare il nome del file dell’immagine con la stessa parola chiave a corrispondenza esatta del testo ALT di destinazione può aiutare a migliorare l’ottimizzazione del testo ALT dell’immagine verificando questi due segnali SEO l’uno con l’altro.

Quando il nome del file dell’immagine e l’attributo ALT corrispondono, si rafforzano le associazioni che l’algoritmo richiede per indicizzare e classificare correttamente la foto in Google Immagini e il contenuto in cui l’immagine è inserita per la ricerca su Google.

Per saperne di più sul testo ALT delle immagini

Ottimizzare l’attributo ALT immagini nel riepilogo delle migliori pratiche SEO

Spero che vi sia piaciuta questa guida che spiega come ottimizzare il testo ALT delle immagini in ambito SEO. Come avete scoperto, ci sono molti consigli per l’ottimizzazione del testo ALT delle immagini che potete seguire per migliorare l’ottimizzazione del vostro sito web per i motori di ricerca. Le migliori pratiche per il testo ALT delle immagini includono il caricamento della frase chiave, la brevità del testo, la non sovra-ottimizzazione di più di un attributo ALT e la corrispondenza del testo ALT al nome del file dell’immagine. Seguire queste linee guida può contribuire a migliorare la vostra strategia SEO complessiva per ottenere un posizionamento e un traffico più elevati.

Andrea Barbieri
Andrea Barbieri

Sono Andrea Barbieri titolare della BTF Traduzioni SEO Sviluppo Web. La mia azienda si occupa di Consulenza SEO, realizzazione siti web, sviluppo app, traduzioni professionali, localizzazione siti web e Web Marketing. Insieme al mio team metto al servizio delle aziende la mia formazione tecnica e linguistica nel settore della Information Technology, sviluppo siti web e App e Web Marketing. Trovando le migliori soluzioni digitali e linguistiche con il minor costo possibile.

Leggi tutti gli articoli di Andrea Barbieri

Articoli: 214

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

18 + sedici =

Ottimizzato da Optimole