Come apparire su Google gratis: 33 segreti infallibili

Aggiornato recentemente a Dicembre 5th, 2023 alle 02:24 pm

come apparire su google gratis per trovare nuovi clienti

Come apparire su Google gratis: 33 segreti che non sapevi

Come apparire su Google gratis ? Posizionarsi su Google è una delle sfide più grandi per chiunque abbia un sito web. Tuttavia, con i giusti strumenti e le giuste strategie, è possibile migliorare il posizionamento del proprio sito sui motori di ricerca. In questa sezione, esploreremo 33 segreti che forse non conoscevi per aiutarti a posizionare il tuo sito su Google. Questi segreti includono tecniche di ottimizzazione del contenuto, link building, utilizzo dei social media e molto altro ancora. Leggi avanti per scoprire come puoi migliorare la visibilità del tuo sito web su Google e ottenere un traffico organico più elevato.

Posizionati più in alto con gli strumenti intelligenti di ricerca delle parole chiave di SEMrush

33 trucchi per capire come apparire su Google gratis

Segreto 1: seleziona le giuste keyword SEO

Come apparire su Google Gratis ? Questo primo segreto SEO può letteralmente creare o distruggere le tue classifiche di Google.

Il fatto è che ci sono milioni di parole chiave là fuori per le quali puoi provare a classificare una pagina, ma non riuscirai a ottenere traffico sul tuo sito a meno che tu non abbia come target le parole chiave “giuste”.

Le parole chiave giuste includono due cose:

  • i termini per i quali il tuo sito può effettivamente classificarsi in base alla sua autorità.
  • le frasi che sono strettamente legate tra loro e appartengono alla stessa pagina.

Ad esempio, se hai un sito nuovo di zecca senza autorità, non sarai mai in grado di classificarti tra i primi 10 risultati di ricerca su Google per una parola chiave popolare come “assicurazione auto”. È semplicemente troppo competitivo.

Tuttavia, potresti classificarti per una parola chiave a coda lunga come “quanto devo spendere di assicurazione auto a Siena ?” senza altrettanta fatica. Questo perché c’è molta meno concorrenza per una parola chiave lunga come quella.

Quello che devi fare è scegliere le parole chiave che corrispondono al livello di autorità del tuo sito. E a seconda dell’età del sito, del numero di backlink che ha acquisito e della loro qualità, sarai in grado di cercare parole chiave facili, medie o difficili. Ne parlo di più nel mio post sul perché la ricerca per parole chiave è importante.

Ora, per ogni pagina che scrivi, devi scegliere da una a tre parole chiave strettamente correlate da indirizzare. E poi scrivi la pagina basandoti solo su quelle parole chiave. Mai andare fuori tema.

Se torniamo all’esempio precedente sull’assicurazione auto a Siena, un buon insieme di parole chiave da indirizzare a una pagina potrebbe essere:

  • di quale tipo assicurazione auto ho bisogno a Siena,
  • come funziona l’assicurazione auto a Siena,
  • tariffe dell’assicurazione auto in provincia di Siena.

Se hai bisogno di aiuto su come scegliere le parole chiave giuste su cui concentrarti, dai un’occhiata a questa Guida alla scelta delle parole chiave di Backlinko. Come vedrai in quella pagina, ci sono molti strumenti che possono aiutarti a selezionare le parole chiave giuste per il targeting; alcuni sono gratuiti e altri sono a pagamento.

I migliori strumenti di ricerca per parole chiave SEO KWFinder (economico con prova gratuita), SEMRush (meglio con prova gratuita), Google Keyword Planner (gratuito ma limitato) e Ubersuggest (gratuito ma limitato). Finita questa guida potresti anche essere interessato alla mia Guida SEO ottimizzazione SEO in 14 giorni. Puoi sfruttare al massimo questa guida usando Semrush gratis. Clicca sul banner.

Segreto 2 Esamina Google per gli indizi sulla classifica

Come apparire su Google gratis ? Questo è uno dei segreti di ranking di Google meglio custoditi che è proprio sotto il tuo naso e probabilmente non lo sapevi nemmeno.

Sebbene Google abbia più di 200 fattori di ranking, Singlegrain li elenca qui, puoi ottenere risposta alla maggior parte delle tue domande sull’ottimizzazione della pagina guardando le pagine che si trovano attualmente nelle prime posizioni su Google.

Osservando alcuni indizi, Google ti mostrerà esattamente cosa devi fare. Questo perché questo motore di ricerca tende a favorire determinati tipi di contenuto per ogni query di ricerca e puoi copiare ciò che funziona a tuo vantaggio.

Per fare questo metodo segreto, basta cercare la tua parola chiave su Google e quindi seguire la procedura seguente per esaminare le prime 5 pagine di ranking nella SERP (pagina dei risultati dei motori di ricerca):

  • guarda i titoli delle pagine che vengono visualizzati,
  • guarda le meta descrizioni per ogni risultato,
  • apri ogni pagina in una nuova scheda del browser.,
  • quindi guarda le parole negli URL,
  • guarda i titoli delle pagine H1,
  • esamina il contenuto e prendi nota degli argomenti trattati negli H2, H3 e H4,
  • conta il numero di immagini utilizzate su ciascuna pagina,
  • cerca qualsiasi contenuto aggiuntivo che aiuti l’utente come tabelle, video, lettori audio, liste di controllo, ecc.

Mentre esegui questa analisi, inizierai a notare dei modelli nelle prime pagine di ranking su Google. Probabilmente vedrai cose come tutti i titoli delle pagine nella SERP che sono simili, o gli URL che hanno le stesse parole o struttura, o argomenti simili trattati in H2, H3 e H4.

Ovunque vedi una sovrapposizione nelle prime 5 pagine di ranking, assicurati di includere gli stessi elementi nella tua pagina. In questo modo, darai ai tuoi contenuti una migliore possibilità di posizionarsi nella prima pagina di Google perché corrisponde al tipo di contenuto che Google sta favorendo per quella parola chiave di destinazione.

Segreto 3: mira agli snippet in primo piano

Come apparire su Google gratis ? Hai mai cercato qualcosa su Google e hai trovato una casella nella parte superiore della pagina dei risultati di ricerca che ha risposto alla tua domanda?

Questa è chiamata la casella dello snippet in primo piano.

Google spiega come funzionano i featured snippet in questo modo: “Mostriamo frammenti in primo piano quando i nostri sistemi determinano che questo formato aiuterà le persone a scoprire più facilmente ciò che stanno cercando, sia dalla descrizione della pagina sia quando fanno clic sul collegamento per leggere la pagina indicata dallo snippet. Sono particolarmente utili per chi utilizza il cellulare o effettua ricerche vocali”.

Google continua dicendo: “I sistemi automatizzati di Google determinano se una pagina potrebbe essere un buon candidato uno snippet in primo piano da evidenziare per una specifica richiesta di ricerca”.

Secondo Search Engine Land, “uno snippet in primo piano ottiene circa l’8% di tutti i clic”. Quindi, se riesci a portare i tuoi contenuti nello snippet in primo piano, puoi dare una spinta importante al tuo traffico organico.

Ora, un sacco di marketer digitali affermano di conoscere il segreto per vincere gli snippet in primo piano, ma Income School ha uno dei migliori video che abbia mai visto su questo argomento. Il video è in inglese. Se non conosci l’inglese dopo il video ti racconto la parte che ci interessa.

Ecco un riepilogo del video insieme ad alcuni suggerimenti extra che ho imparato dai miei test per aumentare le tue possibilità di rivendicare il posizionamento dello snippet in primo piano:

  • Eseguire una ricerca per parola chiave.
  • Prendi nota di come viene visualizzato lo snippet in primo piano. Esistono tre tipi principali: paragrafo, elenco e tabella.
  • Copia il contenuto dello snippet in primo piano esistente.
  • Vai alla tua pagina web e inserisci un tag H2 dopo il paragrafo introduttivo. Assegna a H2 la parola chiave che hai cercato e che ha fornito lo snippet.
  • Ora incolla il contenuto dello snippet in primo piano che hai copiato sotto H2.
  • Riscrivi il contenuto dello snippet in primo piano in modo che non sia un duplicato come quello che hai copiato. Assicurati di includere tutte le parole che Google ha messo in grassetto. Google preferisce quelle parole e aumenterà le tue possibilità di vincere lo snippet in primo piano utilizzando quelle parole.
  • Se lo snippet in primo piano è un paragrafo, mantienilo tra le 45 e le 50 parole. Andare troppo corto o troppo lungo ridurrà le possibilità di essere presenti nella posizione dello snippet.

Dopo aver pubblicato per la prima volta questo articolo, è uscito un nuovo trucco segreto per la classifica di Google per vincere gli snippet in primo piano.

Dai un’occhiata al link dell’articolo qui sotto di Steve Toth per vedere come funziona. Ti mostra come utilizzare la potenza di Google per aiutarti a scrivere contenuti su una pagina per catturare lo snippet in primo piano utilizzando il testo predittivo:

  • Come ottenere gli snippet in primo piano utilizzando Google Docs

Segreto 4: concentrarsi sull’intento dell’utente

Come apparire su Google gratis ? Ecco un altro segreto della SEO di cui non si parla molto, ma ogni marketer digitale dovrebbe saperlo.

Se inizi a vedere le tue pagine salire alle prime posizioni in Google dopo aver preso di mira le parole chiave giuste e averle strutturate come i tuoi concorrenti, ma i tuoi contenuti non soddisfano le intenzioni degli utenti, quei risultati non dureranno.

Ho letteralmente visto le pagine passare dalla classifica nelle posizioni n. 1-3 per un giorno o due all’essere improvvisamente cadute alle posizioni n. 40-50 durante la notte.

Il motivo per cui ciò accade è perché una pagina non risponde a tutte le domande giuste o non fornisce il giusto tipo di contenuto che l’utente desidera ottenere dalla query di ricerca. E quando ciò si verifica, gli utenti rimbalzano dalla pagina e cercano le informazioni giuste altrove.

C’è un termine per questa esperienza chiamato “effetto pogo-sticking”. Skyword lo spiega meglio come “andare avanti e indietro da una pagina dei risultati di un motore di ricerca (SERP) a un singolo sito di destinazione dei risultati di ricerca.

In altre parole, il pogo-sticking è quando il ricercatore fa clic su un collegamento su una SERP, vede che non è quello che sta cercando e rimbalza immediatamente premendo il pulsante Indietro. Quindi sceglie un altro risultato dalla pagina dei risultati per soddisfare il suo bisogno informativo.

Skyword continua dicendo: “I motori di ricerca preferiscono che gli utenti scoprano i contenuti che desiderano al primo tentativo, quindi il pogo-sticking non è nel migliore interesse di Google, Bing, del ricercatore o dell’editore del marchio. I contenuti con un’elevata frequenza di rimbalzo potrebbero effettivamente non essere visualizzati nella ricerca, esercitando ulteriore pressione sugli scrittori affinché producano contenuti SEO che rimangano veramente fedeli”.

Quindi, come si impedisce che si verifichino pogo sticking e cali di livello?

In realtà è abbastanza facile. Scrivi solo per gli utenti.

Per quanto sia importante la SEO, devi ricordare che i tuoi visitatori sono quelli che valuteranno la qualità dei tuoi contenuti. E le loro esperienze diranno ai motori di ricerca come Google quanto in alto posizionare la tua pagina.

Quindi assicurati di scrivere per loro mentre stai applicando i segreti SEO descritti di seguito. Scrivi sugli argomenti che interessano ai tuoi visitatori e nei modi che forniscono le migliori risposte alle loro domande.

Tutte le migliori tattiche SEO del mondo non supereranno una scarsa esperienza del visitatore che non soddisfa l’intento dell’utente. Esaminerò maggiormente questa idea nel mio articolo sulla differenza tra SEO on-page e off-page.

Segreto 5: aggiungi parole chiave correlate alla pagina

Come apparire su Google gratis ? Se non hai aggiunto il tuo sito a Google Search Console, ora è il momento di farlo. Google Search Console può darti alcuni segreti SEO gratuiti per posizionare le tue pagine più in alto nel motore di ricerca.

Dopo che una pagina ha avuto del tempo per stabilirsi nell’indice, inizierà a classificarsi per parole chiave correlate che potresti non aver preso di mira in modo specifico o addirittura utilizzato nella pagina. E aggiungendo queste parole chiave extra al contenuto, puoi aumentare rapidamente le tue classifiche per quei termini.

Per sfruttare questo segreto del ranking di Google, segui questi passaggi:

  • Apri Google Search Console.
  • Fare clic sulla scheda “Prestazioni” nel menu a sinistra.
  • Al centro della schermata Performance, fai clic sul pulsante “Nuovo” e scegli “Pagina”.
  • Nella casella a comparsa nella scheda “Filtro”, scegli “URL contenenti” e incolla l’URL della pagina per la quale desideri aumentare il posizionamento delle parole chiave. Quindi, fai clic su “Applica”.
  • Sotto il grafico vedrai una tabella con diverse colonne. Assicurati che “Query” sia selezionato. Quindi, fai clic sulla colonna dell’intestazione “Impressioni” finché non viene ordinata in ordine decrescente (dal più alto al più basso). Questo ti mostrerà per quali query stai ricevendo il maggior numero di impressioni.
  • Ora guarda le query sul lato sinistro della tabella e prendi nota dei termini visualizzati che non hai utilizzato nella pagina.
  • Vai nel tuo articolo e aggiungi 3-4 istanze di quelle query mancanti. Prova ad aggiungere un’istanza nell’introduzione, una o due nel mezzo e una verso la fine.
  • Salva la pagina in modo che le nuove modifiche abbiano effetto.
  • Torna a Google Search Console. Nella parte superiore della pagina, incolla l’URL della pagina che hai aggiornato nella barra di ricerca e premi il tasto “Invio” sulla tastiera per controllare quell’URL.
  • Dopo che Google ha recuperato i dati, verrà visualizzata una nuova pagina che dice “L’URL è su Google”. In quella casella, fai clic sul pulsante “Richiedi indicizzazione”.
  • Dopo che il pop-up “Verifica se l’URL live può essere indicizzato” scompare e ottieni la conferma “Richiesta di indicizzazione”, fai clic su “Capito”.

Una volta completato l’intero processo, la tua pagina verrà ora rivalutata da Google e dovresti iniziare a vedere un aumento del ranking delle parole chiave per i nuovi termini che hai aggiunto alla pagina.

Possono essere necessari diversi giorni o alcune settimane per vedere il pieno impatto di questo segreto SEO. Quindi sii paziente.

Mentre aspetti, vai avanti e segui questo metodo per aggiornare tutte le tue pagine principali in modo da poter massimizzare le classifiche in tutto il tuo sito.

Segreto 6: Usa parole ed entità semanticamente correlate

Come apparire su Google gratis ? Questo suggerimento era considerato un’informazione riservata dai professionisti SEO più elitari fino a quando una persona sconosciuta non l’ha divulgata al pubblico.

Come dice Semrush: “La semantica è una branca della linguistica che si occupa di trarre significato dalle parole. Le parole chiave semanticamente correlate sono semplicemente parole o frasi che sono correlate tra loro concettualmente.

Ciò significa che alcune parole vanno insieme per aiutare te e i crawler dei motori di ricerca a comprendere il contesto di una pagina web.

Ad esempio, i termini Apple e iTunes sono semanticamente parole chiave (note come entità) perché condividono un contesto simile e si trovano spesso insieme. E quando un motore di ricerca vede che entrambe queste parole sono su una pagina web, allora può decifrare che il contenuto riguarda Apple, l’azienda, e non una mela, il frutto.

Bill Slawski ha scritto un articolo su Search Engine Journal che approfondisce il modo in cui le entità sono classificate nei risultati di ricerca se vuoi saperne di più su questa idea.

Ma fondamentalmente, vuoi usare parole semanticamente correlate ed entità strettamente correlate sulla pagina per confermare a Google che il contenuto riguarda un argomento particolare. In parole povere, è meglio essere molto tecnici e informativi nelle tue frasi piuttosto che generici e vaghi.

Ciò consente a un motore di ricerca come Google di classificare correttamente il contenuto in modo che possa essere incluso nei risultati di ricerca quando qualcuno esegue una query per una determinata parola chiave. Se dovessi cercare “Negozi Apple” in Google, restituirebbe un elenco di posizioni dei negozi per l’azienda Apple e non i frutteti di mela locali. La stessa cosa vale per la frase “Notizie Apple”. Google restituirebbe contenuti relativi alla società Apple e non notizie sul frutto della mela.

Puoi sfruttare appieno questo suggerimento utilizzando parole ed entità più semanticamente correlate all’interno dei tuoi contenuti. Un modo semplice per scoprire quali sono queste parole è andare su Wikipedia e fare una ricerca per il tuo argomento. Qualsiasi parola collegata nella pagina è considerata entità strettamente correlata. E tutte le parole non collegate che sembrano essere specifiche per il tuo argomento sono molto probabilmente correlate semanticamente, cosa che dovresti usare anche nel contenuto.

Segreto 7: basarsi sull’autorità topica esistente (Existing Topical Authority)

Come apparire su Google gratis ? L’espressione comune per questo concetto è “autorità d’attualità”. E una volta compreso come funziona l’autorità di attualità, scoprirai un bel po’ del mistero dietro il motivo per cui Google classifica alcuni siti più in alto di altri per determinate parole chiave.

In sostanza, l’obiettivo di ogni motore di ricerca è fornire i migliori risultati possibili per un utente per ogni parola chiave che digita nella barra di ricerca. E spesso sono i siti considerati le migliori autorità su un argomento a far sì che le loro pagine si posizionino più in alto nella pagina dei risultati dei motori di ricerca.

Ad esempio, se hai cercato la frase “come scegliere una tenda per il campeggio”, il risultato migliore probabilmente proverrà dal marchio REI (Recreational Equipment, Inc.). Questo perché REI è uno dei principali leader nelle attrezzature ricreative all’aperto. REI ha infatti più di 300 pagine sul proprio sito relative all’attrezzatura da campeggio.

Ora confrontalo con un sito come Tripadvisor che si concentra su tutto ciò che riguarda i viaggi, inclusi hotel, ristoranti, voli, attrazioni e altro ancora. Tripadvisor ha

anche più di 300 pagine relative alla parola campeggio, ma il contenuto consiste principalmente in recensioni dei migliori campeggi in tutto il mondo, non attrezzature da campeggio.

Se Tripadvisor pubblicasse un articolo incentrato sulla frase chiave “come scegliere una tenda per il campeggio”, probabilmente non si classificherebbe bene perché il sito non ha altri contenuti relativi all’attrezzatura da campeggio. In altre parole, Tripadvisor non ha autorità d’attualità sulle attrezzature da campeggio.

Con queste informazioni in mente, ora puoi iniziare a capire come funziona questo segreto della SEO.

REI sta rafforzando la sua autorità d’attualità per “attrezzatura da campeggio” pubblicando centinaia di articoli in quella categoria. E Tripadvisor sta adottando un approccio diverso per rafforzare la sua autorità d’attualità per le “località dei campeggi” pubblicando centinaia di articoli sull’argomento.

Quindi, come puoi sfruttare questa stessa idea per classifiche più facili?

Tutto quello che devi fare è concentrarti sui tipi di contenuto che stanno già lavorando per il tuo sito e fare brainstorming su nuove idee basate su tali argomenti. Ciò genererà risultati molto più rapidamente rispetto alla creazione di argomenti nuovi di zecca su cui il tuo sito non è considerato un’autorità da Google.

Per scoprire su quali aree il tuo sito ha autorità di attualità, vai su Google Analytics. Se non lo hai ancora collegato al tuo sito, allora è il momento di farlo.

Una volta che sei in Google Analytics, segui questi passaggi:

  • Fare clic sulla scheda “Comportamento” nel menu a sinistra.
  • Fare clic sull’opzione “Contenuto del sito” per aprire il menu a discesa.
  • Fai clic su “Tutte le pagine” per visualizzare un elenco dei tuoi URL più in alto in classifica in ordine decrescente di visualizzazioni di pagina (dal più alto al più basso).
  • Prendi nota dei tipi di contenuti che stanno ricevendo il maggior numero di visite. A meno che tu non riceva molto traffico dai social media, questa tabella ti mostrerà su quali contenuti Google ha convalidato il tuo sito come autorità.
  • Ora vai a creare più pagine relative a quegli argomenti.

Basarsi sull’autorità di attualità è una strategia semplice di cui qualsiasi marketer digitale può trarre vantaggio. E quando inizi a formulare un piano di contenuti migliore attorno a questo consiglio segreto, puoi elevare le tue classifiche e portare più consapevolezza al tuo marchio a un ritmo più veloce.

Segreto 8: attenzione alla cannibalizzazione delle parole chiave

Come apparire su Google gratis ? Se non hai mai sentito parlare del concetto di cannibalizzazione delle parole chiave, allora sono contento che tu abbia letto fino a qui. È un argomento importante da comprendere per chiunque si concentri sulla SEO.

Il Digital Marketing Institute descrive la cannibalizzazione delle parole chiave in questo modo: “si verifica quando hai troppe parole chiave identiche o simili sparse nel contenuto del tuo sito web. Di conseguenza, un motore di ricerca come Google non è in grado di discernere quali contenuti classificare più in alto. Ciò significa che a volte darà un ranking più alto alla pagina web a cui non intendi dare la priorità. Potrebbe anche abbassare il ranking di tutte le pagine che condividono queste parole chiave.

Quindi cosa puoi fare per evitare la cannibalizzazione delle parole chiave?

In realtà è abbastanza semplice.

Ogni volta che scrivi un nuovo contenuto, assicurati che abbia come target un insieme di parole chiave completamente diverso da quello su cui si concentra qualsiasi altra pagina. Non vuoi mai scegliere come target le stesse parole chiave più di una volta o su due o più pagine.

Inoltre, non vuoi ripetere determinate stringhe di parole su più di una pagina. Ad esempio, ho una pagina su questo sito che ha come target la parola chiave “migliori blog SEO”. Pertanto, cerco di non usare quella frase su qualsiasi altra pagina del sito più di una volta. L’unica volta che lo uso è quando mi sto collegando a quella pagina.

Se hai molti contenuti esistenti sul tuo sito e noti che alcune pagine non hanno un buon posizionamento, potrebbero avere problemi di cannibalizzazione delle parole chiave con altre pagine.

In questo caso, puoi fare una delle tre cose per risolverlo:

  • Unisci il contenuto della pagina con un ranking scadente nella pagina con un ranking alto per la parola chiave di destinazione. Quindi, elimina la pagina con un ranking scadente. Utilizza una regola di reindirizzamento 301 interna per reindirizzare tutto il traffico dalla pagina eliminata alla pagina con il contenuto unito.
  • Elimina completamente la pagina con un ranking scadente senza copiare il contenuto nella pagina con un ranking più alto. Ti consigliamo inoltre di utilizzare un reindirizzamento 301 per reindirizzare tutto il traffico alla pagina migliore.
  • Rimuovi la parola chiave di destinazione e tutte le parole simili dalla pagina di ranking inferiore in modo che possa essere de-ottimizzata per quei termini. Nel tempo, questa pagina smetterà di competere per le stesse parole chiave della pagina con il ranking più alto. Si spera che inizi a classificarsi per il proprio set di parole chiave e generi più traffico.

Segreto 9: Installa un plugin SEO

Come apparire su Google gratis ? Un plug-in SEO ti consente di ottimizzare alcuni elementi del codice e della struttura di un sito web per renderlo più scansionabile dagli spider dei motori di ricerca. Ciò include i meta elementi come il titolo SEO, la meta descrizione, i tag canonici e i dati strutturati (tutti menzionati in questa guida).

Uno strumento come questo è ciò che ti aiuta a manipolare il modo in cui le tue pagine appaiono nei risultati dei motori di ricerca di Google. Senza un plug-in SEO, il tuo sito web genererà automaticamente questi elementi per te e, il più delle volte, non saranno ben ottimizzati per un buon posizionamento.

Alcuni plugin SEO ti consentono anche di inserire una parola chiave focus per la pagina. Questa parola chiave è quella che stai prendendo di mira mentre scrivi il contenuto e il plug-in ti darà un punteggio su quanto sei ottimizzato per questo durante la scrittura del contenuto.

I migliori plugin SEO da utilizzare includono SEO by Yoast, RankMath e All In One SEO. Migliora da subito il tuo posizionamento SEO con Semrush. Clicca sul banner.

Segreto 10: ottimizzare il tag del titolo SEO

Come apparire su Google gratis ? Il tag del titolo SEO (o meta titolo) dice a Google e ad altri motori di ricerca quali sono i contenuti della pagina. E attraverso una serie di esperimenti SEO, l’esperto Kyle Roof ha concluso che il “meta titolo si è rivelato il segnale indiscusso più ponderato nella SEO on-page”.

Pertanto, è fondamentale ottimizzare correttamente il tag del titolo SEO posizionando la parola chiave di destinazione principale in questa posizione. La strategia migliore qui è iniziare il meta titolo con la tua parola chiave principale quando puoi o mantenerlo il più vicino possibile all’inizio di questo campo.

Un buon esempio di tag del titolo SEO ben ottimizzato per una pagina che ha come target la frase chiave “strumenti di Outreach dei blogger”, sarebbe questo: “10 strumenti di Outreachdei blogger valutati e recensiti”.

È molto meglio che mettere la frase chiave alla fine del meta titolo in questo modo: “La mia esperienza con 10 nuovi strumenti di Outreach dei blogger popolari”.

Segreto 11: ottimizzare la meta descrizione

Come apparire su Google gratis ? La meta description è un attributo HTML che fornisce un riepilogo conciso di una pagina web ed è una strategia che puoi utilizzare a tuo vantaggio.

Questa posizione era un posto privilegiato per inserire le tue parole chiave target per migliorare il posizionamento di una pagina con la SEO. Tuttavia, Google ha annunciato nel 2009 che le meta descrizioni non erano più un fattore chiave nei suoi algoritmi di ranking per la ricerca.

Con quella notizia, molti marketer digitali hanno smesso di preoccuparsi dell’inclusione delle loro parole chiave nel campo della meta descrizione e questo attributo HTML ha iniziato a perdere gran parte del suo fascino.

Ma una cosa che le persone hanno dimenticato è che le meta descrizioni possono avere un impatto diretto sul CTR (percentuale di clic) di una pagina sui risultati di ricerca di Google e ciò può influenzare positivamente la capacità di una pagina di classificarsi.

Per questo motivo, è importante mettere pensiero e strategia in ogni singola meta descrizione della tua pagina.

Ora, prima di darti i miei migliori segreti SEO su questo argomento, permettimi di condividere alcune informazioni importanti con te. Solo perché scrivi una buona meta descrizione non significa che Google la utilizzerà. In effetti, Google lo riscrive spesso a meno che non lo crei nel modo corretto.

Per molto tempo, questo mi ha sconcertato. Era anche un mistero per molti altri nel settore SEO. Ma poi agenzie come Perrill hanno capito cosa stava succedendo qui e hanno pubblicato i seguenti motivi per cui Google riscrive la tua meta descrizione:

  • la meta descrizione che hai specificato non è rilevante per la query di ricerca,
  • la meta descrizione che hai specificato è troppo breve o troppo lunga,
  • la meta descrizione che hai specificato non è rappresenta davvero ciò di cui tratta veramente la tua pagina,
  • Google pensa che altri contenuti della pagina rappresenterebbero una meta descrizione migliore per l’utente.

Dopo aver appreso queste informazioni, sono stato finalmente in grado di decifrare il codice della meta descrizione. Ora so come scrivere meta descrizioni che vengono sempre pubblicate e hanno le percentuali di clic più elevate perché si basano su ciò che Google vuole vedere in questo attributo HTML.

Ecco il processo segreto che puoi seguire per creare la migliore meta descrizione per le tue pagine:

  • vai su Google e cerca la tua parola chiave di destinazione,
  • guarda le meta descrizioni che vengono estratte per le prime 3 pagine di ranking,
  • prendi nota di come sono strutturati e quali parole sono in grassetto,
  • copia lo stesso formato e assicurati di utilizzare le stesse parole in grassetto,
  • tienila sotto i 160 caratteri.

Di seguito sono riportati due esempi di come appariva una meta descrizione prima e dopo l’utilizzo di questo trucco SEO. Il prima rappresenta il modo più comune in cui i marketer digitali scrivono le loro meta descrizioni, che vengono poi riscritte da Google. Il dopo è il modo in cui Google vuole vedere queste informazioni e molto probabilmente le estrarrà così come sono scritte.

Esempio 1

Parola chiave ricercata: consigli bancari

Meta Description prima:

Un elenco di 12 consigli bancari che puoi utilizzare per aumentare i tuoi risparmi e la tua ricchezza. Usa questi suggerimenti per guadagnare ottenere di più dalla tua banca.

Meta description dopo:

12 modi per fare banca in modo più intelligente: semplici consigli bancari per aumentare la tua ricchezza. 1. Rivaluta la tua banca, 2. Non dare per scontato di ottenere il miglior rendimento.

Esempio 2

Parola chiave della ricerca: migliori mountain bike.

Meta descritpion prima:

Le migliori mountain bike valutate e recensite. Trova qui la migliore mountain bike per la tua avventura all’aria aperta! Include le migliori marche disponibili.

Meta description dopo:

10 migliori mountain bike: #1. Alchemy Arktos $ 4.200 # 2. Yeti SB150 $ 5.600 #3. Yeti SB165 $ 5.500 #4. Juliana Joplin $ 7,379 #5. Cecchino intenso $ 3.999

Se esegui alcune ricerche di parole chiave in questo momento, vedrai questo segreto di ottimizzazione dei motori di ricerca in azione. È piuttosto affascinante una volta che capisci cosa sta succedendo qui e ora puoi usare questo trucco a tuo vantaggio.

Segreto 12: ottimizza l’URL

Come apparire su Google gratis ? Questo trucco è semplicissimo da usare per SEO e classifiche più alte su Google.

Ottimizza l’URL includendo solo la parola chiave o la frase di destinazione principale.

Ad esempio, ho creato una pagina che ha come target la frase chiave “quanto sono importanti i blog per la SEO”. Quindi ho inserito la parola chiave a corrispondenza esatta nell’URL, niente di più e niente di meno.

Ecco l’URL di quella pagina: /come-sono-importanti-i-blog-per-la-seo

Diamo un’occhiata a un altro esempio. Volevo classificare una pagina per la frase chiave “casi di studio SEO”.

Ecco l’URL di quella pagina: /casi-di-studio-seo/

Ancora una volta, niente di più e niente di meno in quell’URL. Contiene solo la mia frase chiave di destinazione principale. Non ho diluito l’URL aggiungendo parole extra, quindi sembrava così di seguito:

/23-nuovi-casi-di-studio-trovati-online/

Né ho giocato con l’ordine delle parole per assomigliare a questo:

/casi-di-studio-sulla-seo/

Mantieni le cose chiare e semplici quando ottimizzi i tuoi URL e ti sarà più facile classificare le tue pagine sui motori di ricerca.

Segreto 13: ottimizzare il tag H1

Come apparire su Google gratis ? Dopo il meta title e l’URL, il posto migliore successivo per inserire la tua parola chiave di destinazione per classifiche più alte è nel tag H1.

Mentre alcuni marketer digitali affermano che il tag H1 non ha un valore SEO, il fatto è che ci sono stati diversi esperimenti SEO per dimostrare il contrario.

Post Modern Marketing riporta: “Sulla base dell’esperienza personale e del nostro lavoro con molti clienti nel corso degli anni, riteniamo che un uso efficace dei tag H1 e H2 influisca direttamente sui ranking di ricerca”. E Matt Diggity afferma: “Molti SEO falliscono quando trattano i loro H1 come un pezzo di codice piccolo o irrilevante”.

Inoltre, secondo i consigli di Google, sei incoraggiato a “abbinare il meta titledella tua pagina e H1” e modificare un po’ l’ordine senza problemi.

Quindi il principale asporto di questo segreto qui è inserire la tua parola chiave target nel tag H1 per ottenere il massimo vantaggio SEO.

Ecco alcuni esempi di come farlo per la parola chiave “Suggerimenti per il posizionamento SEO”:

  • suggerimenti per la classifica SEO per il 2022,
  • 15 consigli per la classifica SEO per più traffico,
  • i miei consigli segreti per la classifica SEO rivelati.

Puoi rendere il tuo tag H1 qualsiasi cosa tu voglia, ma assicurati che la tua parola chiave target principale sia il più vicino possibile all’inizio di questo attributo HTML per ottenere il massimo valore.

Puoi trovare ulteriori suggerimenti su come ottimizzare il tag H1 nella mia guida le migliori strategie per H1 per il posizionamento web.

Posizionare il proprio sito web sui motori di ricerca, in particolare su Google, è fondamentale per aumentare la visibilità e il traffico sul proprio sito. Tuttavia, non sempre è facile capire come posizionarsi su Google e quali sono i segreti per farlo con successo.

In questa sezione scopriremo 33 segreti che probabilmente non conoscevi su come posizionare il tuo sito web su Google. Imparerai tecniche avanzate di SEO on-page e off-page, strategie di link building efficaci e molto altro ancora.

Seguendo questi consigli sarai in grado di migliorare il tuo posizionamento sui motori di ricerca e raggiungere un pubblico più ampio e interessato ai tuoi contenuti. Non perdiamo altro tempo, scopriamo insieme come posizionarsi su Google!

Segreto 14: ottimizzare i tag H2

Come apparire su Google gratis ? Secondo il team di Page Optimizer Pro, uno dei primi 10 fattori di ranking sulla pagina per Google è il tag H2. Attraverso una serie di test SEO, è stato scoperto che il tag H2 ha molto peso per i posizionamenti delle tue parole chiave.

Blake Akers di Webology ha anche scoperto che il numero di tag H2 che hai sulla pagina è importante anche per le classifiche elevate. Ad esempio, se la pagina che stai cercando di classificare ha solo due tag H2, ma tutti i primi 10 URL di ranking su Google hanno 15 H2 o più, allora avrai difficoltà a salire sulla prima pagina di le SERP.

Quindi il miglior consiglio che puoi seguire qui è inserire la tua parola chiave target principale nel primo H2 della pagina. Quindi inserisci le tue parole chiave secondarie negli altri H2 e le varianti per mescolare le cose.

Uno strumento come Page Optimizer Pro può aiutarti facilmente a determinare il numero di H2 che devi includere in una pagina e come ottimizzarli correttamente quando scegli come target una parola chiave specifica. Quindi provalo.

Segreto 15: Metti le tue parole chiave nelle prime 100 parole

ICome apparire su Google gratis ? l punto in cui inserisci le parole chiave target nel contenuto del corpo della pagina è molto importante quando si tratta di SEO on-page. E includerli nelle prime 100 parole di testo scritto invia a Google un forte segnale di cosa tratta la pagina.

Questa posizione è importante perché può “aiutare i motori di ricerca a collegare le tue parole chiave al tuo contenuto e considerarlo pertinente, [quindi] dovresti usare la tua parola chiave principale entro le prime 100-150 parole così come nelle intestazioni. “

Il motivo per cui questo posizionamento è così specifico è dovuto a due cose:

  • le prime 100-150 parole sono solitamente ciò che può essere visto prima che il lettore debba iniziare a scorrere.
    Le prime 100-150 parole sono la parte della pagina che determina di cosa tratta il contenuto,
  • le prime 100-150 parole sono la parte della pagina che determina di cosa tratta il contenuto.

Nel giornalismo, questa sezione è chiamata “above the fold”, che è un segreto SEO di cui spiegheremo di più in seguito. Per ora, assicurati di includere quante più parole chiave possibile all’interno del primo paragrafo della pagina.

Posizionati più in alto con gli strumenti intelligenti di ricerca delle parole chiave di SEMrush

Segreto 16: concentrarsi sulla SEO above the fold

Come apparire su Google gratis ? Può sembrare strano, ma i motori di ricerca come Google stanno dando molto più peso ai contenuti “above the fold” rispetto agli anni passati quando si tratta di segnare una pagina per il ranking delle parole chiave.

Come dice RankScience, “‘Above the fold’ significa sostanzialmente come Google (e gli utenti) vedono i tuoi contenuti dopo il caricamento della pagina senza scorrere verso il basso. In questo caso, la “piega” è la linea di demarcazione tra il contenuto che puoi vedere senza scorrere e il contenuto che puoi vedere solo dopo aver eseguito lo scorrimento”.

La SEO above the fold era importante solo per le versioni desktop del tuo sito web, ma ora è l’esperienza mobile che conta di più per il posizionamento delle parole chiave.

Nel 2019, Google ha abilitato l’indicizzazione mobile-first perché “la maggior parte degli utenti ora accede a Ricerca Google con un dispositivo mobile, e ora Googlebot esegue principalmente la scansione e l’indicizzazione delle pagine con l’user agent per smartphone”.

Ora “ottimizzare above the fold” significa davvero “ottimizzare above the fold nei dispositivi mobili”.

Quindi, come usi questo segreto del ranking di Google per aumentare le posizioni delle tue parole chiave e il traffico?

Come spiega Mediavine, “Guida con il testo, non con un’immagine. Il testo è più facile da analizzare delle immagini, secondo Google”. La società continua dicendo: “Lo sappiamo, molti blogger sono narratori visivi, e va bene. Considera quei pochi paragrafi di testo come un’opportunità per preparare il terreno per quella prima bella immagine e aiuta a ottenere più traffico su di essa. “

Un altro buon consiglio qui è quello di non mettere mai un annuncio above the fold. Come afferma Google nella documentazione delle best practice per l’indicizzazione mobile-first, “Gli annunci nella parte superiore della pagina possono occupare troppo spazio su un dispositivo mobile, il che è un’esperienza utente negativa”. E come ci è stato detto innumerevoli volte prima, una cattiva esperienza utente si traduce in un ranking più basso per le tue pagine.

Segreto 17: inserisci le tue parole chiave nelle ultime 100 parole

Come apparire su Google gratis ? Questo suggerimento è simile al consiglio di cui sopra sull’inserimento della tua parola chiave nelle prime 100 parole, ma qui le inserirai nelle ultime 100-150 parole della pagina.

Terminando i tuoi contenuti con un riepilogo che include le tue parole chiave target, stai inviando un segnale in più a Google di cosa tratta definitivamente la pagina e per cui dovrebbe essere classificata.

Segreto 18: Usa SEO nei nomi dei file immagine

Come apparire su Google gratis ? Dare un nome alle immagini sul tuo sito è un’importante opportunità SEO da non perdere.

Non si parla molto pubblicamente di Image SEO perché molte persone non sanno nemmeno che esiste.

Tuttavia, una buona ottimizzazione delle immagini è un modo semplice per aiutare Google a capire di più su una pagina web. E più Google conosce il contenuto, maggiori sono le possibilità che la pagina venga visualizzata nei risultati di ricerca per le sue parole chiave target.

Secondo Adolab, “È una buona idea utilizzare parole chiave nel nome del file dell’immagine perché questo segnala a Google che vuoi classificarti per questo termine”. E quando assegni un nome alle tue immagini nel modo giusto, puoi iniziare a comparire sia nei risultati di ricerca di testo di Google che nelle pagine dei risultati di ricerca di immagini.

Tutto quello che devi fare per sfruttare questo segreto di ottimizzazione dei motori di ricerca è nominare i nomi dei file delle tue immagini in un modo particolare.

Ecco come farlo:

  • scegli le parole chiave di destinazione per la pagina,
  • scegli un’immagine per rappresentare ogni parola chiave,
  • modifica il nome del file di ogni immagine in modo che abbia come target una delle parole chiave selezionate. E usa i trattini tra le parole,
  • carica l’immagine nella pagina,
  • segui il prossimo suggerimento sulla denominazione delle immagini con tag ALT per avere ancora più vantaggi SEO.

Ho usato questa stessa tattica sulla pagina che stai leggendo in questo momento. Voglio che questo articolo si classifichi per la parola chiave “Segreti SEO”. Quindi, in fondo alla pagina, vedrai un’immagine in stile Pinterest. Il nome del file è “segreti-seo.png”.

Voglio anche che questa pagina si classifichi per la parola chiave “Segreti di classificazione di Google”, quindi ho inserito quella parola chiave in un altro nome di file immagine su questa pagina. Riesci a trovare l’immagine con l’etichetta “segreti-google-ranking.jpg”?

Segreto 19: Usa SEO nei tag ALT delle immagini

Come apparire su Google gratis ? I tag ALT sono un’altra comune opportunità persa per la SEO. Molti blogger e webmaster lasciano il tag ALT vuoto per le immagini sulla pagina o inseriscono il tipo sbagliato di informazioni in quell’attributo HTML.

Semrush ha una buona definizione di tag ALT: “I tag Alt forniscono un’alternativa testuale per un’immagine per i motori di ricerca e per coloro che utilizzano lettori di schermo per accedere a una pagina web. Lo scopo e l’uso originali del testo alternativo erano di rendere le immagini accessibili ai non vedenti e alle persone con problemi di vista”.

Ora, il modo corretto di utilizzare un tag ALT di un’immagine è renderlo descrittivo, specifico, pertinente e unico in modo che le persone con disabilità possano capire cosa sta mostrando l’immagine senza vederla effettivamente.

Ma questo non significa che non puoi ottimizzare il tag ALT per una migliore SEO pur continuando a servire il miglior interesse dei tuoi visitatori.

In effetti, se controlli alcune delle pagine con il ranking più alto per parole chiave competitive su Google, scoprirai che molti di loro stanno usando questo segreto in questo momento per ottenere un leggero vantaggio con l’algoritmo.

Ecco come nominare i tag ALT dell’immagine per il massimo valore SEO e per essere utili per i lettori di screan reader:

  • inserisci la tua parola chiave prima nel tag ALT,
  • segui la parola chiave con del testo descrittivo.

Di seguito è riportato un esempio di questo segreto in azione per una pagina che ha come target la parola chiave “i migliori strumenti di ricerca per parole chiave”. Faremo finta che questa immagine sia un’infografica che mostra un elenco dei migliori strumenti di ricerca per parole chiave classificati in base al prezzo.

<img src=”/migliori-strumenti-di-ricerca-keyword.jpg” alt=”Migliori strumenti ricerca keyword in base al prezzo”>

Ora, in modo simile all’ultimo segreto sulla SEO, vuoi provare ad avere un’immagine sulla pagina per ogni parola chiave che stai prendendo di mira. Vuoi anche scrivere un tag ALT immagine separato per includere ciascuna di queste parole chiave. Non ha alcun valore ripetere le parole chiave in più di un tag ALT immagine. Quindi rendi ognuno unico.

Segreto 20: aggiungi un autore a ogni pagina

Come apparire su Google gratis ? Nel 2013, Google ha pubblicato una serie di “linee guida sulla valutazione umana per fornire trasparenza su come funziona Google e per aiutare i webmaster a capire cosa cerca Google nelle pagine web”. In sostanza, questo si riferisce a E‑A-T che sta per competenza, autorevolezza e affidabilità.

Le linee guida per i valutatori della qualità della ricerca di Google a cui si fa riferimento sono i principi guida utilizzati per formare i valutatori umani che aiutano a valutare l’efficacia dei suoi algoritmi di ricerca. E come spiega Search Engine Journal, “forniscono una sorta di punto di riferimento rispetto al quale gli ingegneri di Google possono accertare quanto siano vicini i loro risultati di ricerca a ciò che i veri esseri umani considerano “contenuto di qualità”.

Ahrefs ha un intero articolo su questa idea di E-A-T e su come influisce sulla SEO, ma l’unica frase che conta di più qui è questa: “I valutatori cercano una serie di cose per valutare l’affidabilità, incluso se il sito web afferma chi è responsabile dei contenuti pubblicati .”

Per questo motivo, è essenziale inserire un autore in ogni pagina del tuo sito web.

Search Engine Journal fornisce questi suggerimenti specifici per ottenere il massimo dalla paternità della pagina:

  • assicurati che tutte le tue pagine di contenuti importanti contengano informazioni sull’autore,
  • dai risalto ai sottotitoli dei tuoi autori nella pagina dei contenuti,
  • collega ogni sottotitolo a una pagina biografica dettagliata dell’autore che si collega non solo ad altri contenuti che hanno scritto per te, ma anche a contenuti autorevoli che hanno pubblicato su altri siti,
  • ollegati anche ai loro profili sui social media e qualsiasi altra cosa online che aiuterebbe a stabilire la loro identità e autorità.

E‑A-T è importante per la SEO ed è qualcosa che puoi facilmente migliorare aggiungendo autori credibili alle pagine che vuoi classificare più in alto in Google

Segreto 21: fornire una data di pubblicazione

Come apparire su Google gratis ? Nel 2011, Google ha rilasciato un aggiornamento dell’algoritmo chiamato “Google Freshness Update“. Questo aggiornamento mirava a migliorare una parte dell’algoritmo chiamato Query Deserves Freshness o QDF in breve, che identifica se una particolare query di ricerca richiede articoli aggiornati o meno.

Un semplice esempio di QDF in azione è quando un utente cerca un evento di notizie recente come “chi ha vinto le elezioni presidenziali”. Chiaramente, l’utente vuole sapere chi ha vinto le elezioni presidenziali più recenti e non una negli anni passati.

Ponderando una frase di ricerca come quella con QDF, Google può restituire i risultati più accurati per l’utente.

Secondo Brightedge, “Quando Google determina quali siti web sono più rilevanti per una particolare query, due criteri esaminati sono la data di pubblicazione e la data sulla pagina. In particolare per le domande urgenti, come gli articoli di notizie, la data di pubblicazione avrà un enorme impatto”.

L’azione di base, qui è aggiungere le date di pubblicazione alle tue pagine e tenerle aggiornate man mano che l’anno va avanti. Prendere l’abitudine di esaminare i tuoi articoli più importanti ogni mese per esaminarli per verificarne l’accuratezza e aggiornare le informazioni obsolete è un modo semplice per rimanere al passo con questo fattore di ranking segreto di Google.

Assicurati solo di aggiornare la data di pubblicazione dopo aver effettuato la revisione e le modifiche in modo che si rifletta sulla pagina per la scansione di Google.

Segreto 22: includi tag canonici

Come apparire su Google gratis ? Se hai seguito il suggerimento precedente su “Installa un plug-in SEO”, questo segreto non richiederà tempo per essere implementato. Potrebbe anche essere fatto automaticamente per te.

Un tag canonico è un modo per indicare ai motori di ricerca che un URL specifico rappresenta la copia principale di una pagina. E il tag canonico è importante per la SEO perché rende più difficile per qualcun altro copiare i contenuti e pubblicarli sul proprio sito come un modo per superarti su Google.

Ahrefs fornisce anche questi motivi di seguito per spiegare perché i tag canonici sono importanti per la SEO. A Google non piacciono i contenuti duplicati. Rende il suo lavoro più complicato:

  • quale versione di una pagina indicizzare (ne indicizzeranno solo una!)
  • quale versione di una pagina classificare per le query pertinenti.
  • sia che debbano consolidare “link equity” su una pagina o dividerlo tra più versioni.

Se hai installato un plug-in SEO come Yoast, RankMath o All In One SEO, aggiungere un tag canonico è facile perché aggiungono automaticamente tag canonici autoreferenziali alle pagine e ai post di WordPress. Non devi fare altro.

Se non disponi di un plug-in SEO, dovrai aggiungere manualmente il tag canonico nella parte <head> delle tue pagine.

Segreto 23: aumentare il numero di collegamenti interni

Come apparire su Google gratis ? Il collegamento interno è un altro trucco SEO segreto che non riceve tutta l’attenzione che merita.

Come spiego nella mia guida sui collegamenti interni rispetto ai collegamenti esterni, un collegamento interno è qualsiasi collegamento da una pagina del tuo sito Web a un’altra pagina del tuo sito Web. I link interni più comuni a cui le persone sono abituate sono gli elementi elencati nel menu di navigazione principale.

Tuttavia, i collegamenti interni possono essere utilizzati anche all’interno del contenuto della pagina per fornire un valore SEO aggiunto alla pagina che desideri posizionare più in alto in Google.

Adesso ti spiego che cosa intendo con il precedente paragrafo.

Spencer Haws di Niche Pursuits ha condotto un case study sui collegamenti interni (internal linking) per scoprire quanti miglioramenti nella classifica poteva ottenere per un singolo post aggiungendo un paio di collegamenti interni a quel post e non facendo nient’altro.

Non sono stati eseguiti aggiornamenti dei contenuti. E nessun collegamento aggiunto alla pagina da altri siti web.

Spencer ha condotto questo esperimento su 47 pagine diverse in modo da poter affermare le sue scoperte. In totale, ha costruito 108 collegamenti interni e poi ha tracciato cosa è successo.

Secondo Spencer, “delle 47 pagine, 36 sono aumentate nelle classifiche, 7 sono rimaste le stesse e 4 sono diminuite nella posizione di Google”. In media, ha aggiunto 2-3 link interni a ogni post con testo ottimizzato per le parole chiave.

Come riporta Spencer nel suo caso di studio, “il più impressionante è stato un articolo che era classificato più di 100 su Google a gennaio, ma ora è al primo posto in Google per la sua parola chiave target dopo aver aggiunto 5 collegamenti interni! Un altro articolo è passato dal numero 32 di Google al numero 1 di Google. Un altro articolo è passato dal n. 21 al n. 1. Un altro articolo è passato dalla posizione n. 11 alla posizione n. 1 in Google”.

Quindi, come puoi sfruttare questo segreto in SEO?

Il modo migliore per utilizzare questo trucco è essere strategici con il tuo anchor text di collegamento interno. Quello che non vuoi fare è fare in modo che ogni singolo ancoraggio interno che punta a una pagina di destinazione abbia le stesse esatte parole nel testo del collegamento ipertestuale. Invece, è meglio variarlo un po’.

Matt Diggity suggerisce un rapporto 80/20, con l’80% degli ancoraggi interni che puntano a una pagina come la frase di corrispondenza esatta mentre l’altro 20% sono parole casuali, come “clicca qui”, “visita questa pagina”, ecc. per evitare di ottimizzare eccessivamente le tue anchor text e ottenere una penalità di Google per questo.

Sui miei siti web, seguo una strategia diversa e funziona altrettanto bene. Quello che faccio è selezionare 3-4 parole chiave target per ogni pagina che voglio classificare in alto su Google. Quindi, trovo contenuti di supporto che già esistono sul sito o scrivo nuovi articoli che posso collegare a quella pagina di destinazione.

All’interno di ciascuno di quegli articoli, inserisco un collegamento interno alla pagina di destinazione e ruoto attraverso quelle 3-4 parole chiave selezionate. Aggiungerò anche parole extra per ogni collegamento ipertestuale in modo che ogni collegamento interno al mio sito sia unico.

Ecco un esempio di come userei questa strategia per aumentare il ranking di una pagina che mirava a queste tre parole chiave:

  • migliori consigli per l’allenamento,
  • consigli per l’allenamento,
  • consigli e trucchi per l’allenamento.

Sceglierei quindici articoli sul sito in modo da poter ottimizzare almeno cinque articoli per ogni variazione delle mie tre parole chiave selezionate. Userei quindi questi tipi di anchor text per i collegamenti interni:

  • i migliori consigli per l’allenamento
  • elenco dei migliori consigli per l’allenamento
  • i migliori consigli per l’allenamento
  • i miei migliori consigli di allenamento qui
  • questi consigli di allenamento mi piacciono
  • suggerimenti per l’elaborazione
  • guida ai suggerimenti per l’elaborazione
  • questi suggerimenti per l’elaborazione che ho trovato
  • suggerimenti per l’elaborazione che chiunque può utilizzare
  • consigli per allenarsi a casa
  • consigli e trucchi per l’allenamento
  • questi nuovi suggerimenti e trucchi per l’allenamento
  • consigli e trucchi per l’allenamento facili
  • elenco dei migliori suggerimenti e trucchi per l’allenamento online
  • consigli e suggerimenti per le sessioni di allenamento.

Come puoi vedere, ho usato gli ancoraggi target più e più volte, ma in modi unici. Questo mi permette di ottenere tutti i vantaggi SEO dei miei link interni senza essere troppo ottimizzato per ogni variazione.

Posizionati più in alto con gli strumenti intelligenti di ricerca delle parole chiave di SEMrush

Segreto 24: sfrutta un reindirizzamento 301 su domini scaduti

Come apparire su Google gratis ? Come indicato nella mia pagina degli acronimi SEO, “un reindirizzamento 301 è un codice di stato che segnala ai motori di ricerca che è ora in atto un reindirizzamento permanente”. E i motori di ricerca come Google vedranno il codice di stato 301 e rimuoveranno i vecchi URL o domini dall’indice.

Come risultato di un reindirizzamento 301, i motori di ricerca riconosceranno il nuovo dominio o il nuovo URL come nuova posizione permanente.

Allora perché questo è importante nell’ottimizzazione dei motori di ricerca?

Bene, c’è un vecchio segreto SEO scoperto da esperti di marketing che potrebbe aumentare il posizionamento di determinate parole chiave su Google. Questo trucco combinava il metodo di un reindirizzamento 301 e un dominio scaduto che aveva molti buoni backlink.

Se non lo sapevi già, il numero e la qualità dei backlink che puntano a una pagina possono aiutarla a posizionarsi più in alto nei motori di ricerca. (Spiegherò meglio questa idea in un successivo segreto SEO.) E se riesci a trovare un dominio che qualcuno ha lasciato scadere che aveva un sacco di backlink di buona qualità, puoi essenzialmente reindirizzare tutto quel “link juice” al tuo sito web per farlo salire come una scheggia.

Gary Illyes, un analista delle tendenze dei webmaster di Google, ha affermato in un tweet che l’utilizzo di un reindirizzamento 301, 302 o 30x di qualsiasi tipo non comporterà una perdita di PageRank (ad es. link juice). In sostanza, non esiste una diluizione del PageRank con codici di stato 30x. Ciò significa che tutta l’autorità che il dominio scaduto ha raccolto e che non sta attualmente utilizzando può essere reindirizzata a qualsiasi sito o pagina per aumentare il suo potere di posizionamento.

Nathan Gotch di Gotch SEO chiama questo metodo diretto 301 avanzato “Tecnica di fusione (Merger Tecniques)“. L’idea si basa su grandi marchi che acquistano aziende più piccole e quindi reindirizzano gli URL dei siti Web acquisiti al sito del marchio affermato. Questo fondamentalmente reindirizza tutta l’autorità che quelle società più piccole avevano costruito sui loro siti Web al sito del marchio più grande in modo che possa classificarsi più facilmente su Google.

Cerchi e acquisti domini scaduti utilizzando siti come DomCop e ExpiredDomains.net. E una volta acquistato un buon dominio come questo, puoi scegliere di reindirizzarlo alla tua home page per migliorare la sua autorità generale o alle singole pagine per dare loro un aumento del ranking delle parole chiave.

Segreto 25: usa il trucco di reindirizzamento 301 interno

Come apparire su Google gratis ? Simile all’ultimo suggerimento, anche un reindirizzamento 301 interno può funzionare bene per trasferire PageRank o collegare il succo all’interno di un sito Web.

Per utilizzare questo metodo, devi solo trovare le pagine del tuo sito che hanno molti backlink di alta qualità che possono permettersi di perdere. Puoi farlo con strumenti di auditing SEO come Ahrefs o SEMrush.

Dopo aver trovato queste potenti pagine, le elimini e crei un reindirizzamento 301 interno per trasferire tutto il succo di link da quelle pagine a un’altra pagina del sito che desideri classificare più in alto.

Un buon esempio di questo trucco SEO in azione è la rimozione di un articolo di notizie obsoleto che ha ricevuto molti buoni backlink e ha un punteggio di autorità elevato. Ma non è più rilevante. Dopo l’eliminazione, puoi reindirizzare l’URL di quella pagina a una nuova pagina del tuo sito in cui desideri aumentare il posizionamento delle parole chiave.

In sostanza, trasferiresti tutti i backlink creati a quel vecchio articolo di notizie sulla nuova pagina senza dover spendere tempo o denaro cercando di acquisire quei tipi di link.

Per ottenere il massimo da questo segreto SEO, assicurati di scegliere pagine strettamente correlate negli argomenti. Ad esempio, l’eliminazione e il reindirizzamento di una pagina relativa alla “costruzione di link SEO” non sarebbe così efficace quando si punta a una nuova pagina su “Strumenti di social media”.

Segreto 26: includi dati strutturati

Come apparire su Google gratis ? I dati strutturati, noti anche come Schema Markup, sono un markup HTML utilizzato per aiutare i motori di ricerca come Google a fornire risultati di ricerca più informativi. Aiuta anche l’utente a sapere esattamente cosa significa il contenuto del tuo sito web.

Se applicati correttamente, i dati strutturati possono aiutare le tue pagine a essere presenti nei rich snippet di Google che hanno la maggiore visibilità nella pagina dei risultati di ricerca.

Ad esempio, se hai un evento imminente elencato sul tuo sito web, puoi utilizzare Schema Markup per evidenziare la data, l’ora e il luogo dell’evento. Queste informazioni avranno quindi maggiori possibilità di essere visualizzate nella pagina dei risultati di ricerca di Google.

Altri due buoni esempi sono le stelle di valutazione delle recensioni che vedi per i prodotti che appaiono su Google e le informazioni sulle ricette che vengono estratte da un post e visualizzate nella pagina dei risultati di ricerca prima ancora di fare clic sul collegamento per visualizzarlo.

I dati strutturati sono estremamente utili per un utente e possono distinguere le tue pagine nei risultati di ricerca. È così utile che Google ha creato un Assistente per il markup dei dati strutturati gratuito per semplificare l’utilizzo di questa tattica segreta per un posizionamento migliore.

Segreto 27: aggiungi la crittografia SSL

Come apparire su Google gratis ? Google afferma meglio: “La sicurezza è una priorità assoluta per Google. Investiamo molto per assicurarci che i nostri servizi utilizzino la sicurezza leader del settore, come la crittografia HTTPS avanzata per impostazione predefinita. Ciò significa che le persone che utilizzano Ricerca, Gmail e Google Drive, ad esempio, dispongono automaticamente di una connessione sicura a Google. Oltre alle nostre cose, stiamo anche lavorando per rendere Internet più sicuro in modo più ampio. Gran parte di ciò è garantire che i siti Web a cui le persone accedono da Google siano sicuri. “

Google ora utilizza HTTPS come segnale di ranking. E per ottenere questo aumento di ranking per il tuo sito, tutto ciò che devi fare è abilitare SSL su di esso.

Per ottenere SSL per il tuo sito web, contatta la tua società di web hosting. Possono installarlo per te senza alcun problema.

Segreto 28: aggiungi una Sitemap XML

Come apparire su Google gratis ? Una mappa del sito XML indica ai motori di ricerca come Google quali pagine hai su un sito e dove si trovano. Questa mappa del sito semplifica la corretta visualizzazione delle tue pagine nella pagina dei risultati di ricerca.

Più dettagliata è la tua mappa del sito XML, più facile è che la scansione e l’indicizzazione avvengano automaticamente.

La maggior parte dei plugin SEO include una mappa del sito XML per impostazione predefinita. Esistono anche plugin gratuiti per WordPress che creano una mappa del sito correttamente codificata per il tuo sito. Cercane uno e assicurati di avere una mappa del sito XML generata per il tuo sito web.

Segreto 29: correggi i collegamenti esterni che danno errore 404

Come apparire su Google gratis ? Il codice di stato 404 è uno degli errori HTTP più comuni che le persone incontrano su Internet. E normalmente, le persone non prestano loro troppa attenzione.

Quando un utente visita una pagina che dice “Errore 404”, di solito preme semplicemente il pulsante Indietro o chiude la scheda del browser. Tuttavia, come webmaster, il collegamento esterno a 404 pagine può causare problemi di posizionamento del tuo sito.

La SEO cognitiva dice: “Sì, è vero. Se il tuo sito Web si collega ad altri siti web che restituiscono un 404, può avere un impatto negativo sulle sue classifiche. Ricorda, non sono tanto i 404 a causare i problemi, ma i collegamenti ai 404. . Quindi faresti meglio a non creare collegamenti a 404.

Il collegamento a una pagina interrotta che restituisce un errore 404 porta a un’esperienza utente negativa e Google si preoccupa molto delle esperienze dei suoi utenti. Se ti stai collegando a molte pagine rotte nel tuo sito, l’intero dominio potrebbe ottenere una soppressione del ranking.

La stessa cosa è vera quando ti colleghi a un gran numero di 404 da una pagina del sito. Quella pagina potrebbe essere retrocessa nel motore di ricerca perché ha una scarsa esperienza utente.

Quindi tieniti aggiornato sui tuoi link esterni controllandoli regolarmente. Se il tuo sito funziona su WordPress, puoi utilizzare questo plugin free broken link cheker per scansionarli automaticamente.

Segreto 30: migliora la velocità del sito

Come apparire su Google gratis ? In un suggerimento precedente, abbiamo parlato dell’importanza della SEO “above the fold” e di come Google ora utilizza l’indicizzazione mobile-first. Bene, questo vale anche per la velocità del sito.

Secondo Google, la velocità è ora utilizzata come fattore di ranking sia per le ricerche desktop che mobili. “Gli utenti vogliono trovare rapidamente le risposte alle loro domande e i dati mostrano che le persone si preoccupano davvero della velocità di caricamento delle loro pagine. Il team di ricerca ha annunciato che la velocità sarà un segnale di ranking per le ricerche desktop nel 2010 e a partire dal 2018, la velocità della pagina sarà un fattore di ranking anche per le ricerche da dispositivi mobili”.

Con la velocità che ha un’importanza così alta, devi renderla una priorità per il tuo sito web. Altrimenti, potresti perdere il posizionamento delle parole chiave.

Se l’ottimizzazione della velocità del sito è nuova per te, Crazy Egg ha buoni suggerimenti qui per aiutarti a iniziare.

Segreto 31: crea citazioni locali

Come apparire su Google gratis ? Se non hai mai sentito parlare delle citazioni locali, ecco una buona spiegazione di Moz: “Una citazione locale è qualsiasi menzione online del nome, dell’indirizzo e del numero di telefono di un’attività commerciale locale. Le citazioni possono verificarsi su directory aziendali locali, su siti Web e app e su piattaforme social. Le citazioni aiutano gli utenti d’Internet a scoprire attività commerciali locali e possono anche influire sul posizionamento nei motori di ricerca locali”.

Ma le citazioni locali non solo aiutano a migliorare le classifiche delle attività commerciali di mattoni e malta. In effetti, le citazioni locali sono un segreto SEO che agenzie come Diggity Marketing utilizzano da anni per aumentare il posizionamento delle parole chiave e il traffico per i siti solo online.

Creando citazioni locali, puoi aumentare la fiducia del tuo sito web. Come accennato in un suggerimento precedente, le Linee guida per la valutazione della qualità della ricerca di Google si concentrano sulla valutazione dell’esperienza, della fiducia e dell’autorità di un sito e le citazioni locali possono aiutare a riempire quella parte del puzzle di classifica per il tuo sito.

Puoi creare tu stesso citazioni locali o assumere un SEO che lo faccia per te. Due buoni posti per acquistare questo tipo di servizio sono le citazioni locali di SEO Butler. Se sei un venditore Fiverr, dai un’occhiata a questi suggerimenti SEO Fiverr.

Come apparire su Google gratis ? Il termine “backlink” si riferisce a un collegamento creato su un sito Web che collega a un altro sito Web. I backlink sono anche chiamati “link in entrata” o “link in entrata”.

I backlink sono stati la base dell’algoritmo di ranking di Google sin dall’inizio.

Nell’articolo “History of Google: How It Began and What’s Happening Beyond 2019” di The Street, Brian O’Connell riporta: “Nel 1995, due studenti d’informatica della Stanford University, Larry Page e Sergey Brin, iniziarono a lavorare su un software chiamato BackRub, un motore di ricerca che sfruttava l’analisi dei backlink per tracciare e registrare dati su Internet.

Il nome “BackRub” deriva dal ranking degli algoritmi che calcolavano quanti “backlink” include una pagina web. Il fiore all’occhiello di BackRub era un sistema di raccolta dati noto come PageRank, che assegnava l’importanza del ranking di un sito web contando il numero di pagine, mescolando la pertinenza di quelle pagine e collegandosi alla pagina web originale.

In sostanza, l’algoritmo originale di Google utilizzava i collegamenti in entrata a una pagina come un modo per misurare quanto fosse importante per un particolare termine di ricerca. Se una pagina, ad esempio, avesse molti backlink che puntano a essa con le parole “Agenzia SEO in Siena”, Google sposterebbe quella pagina in alto nei risultati di ricerca per quella frase.

Dopo che questo segreto del ranking di Google è stato scoperto, i marketer digitali hanno iniziato ad abusare di questo aspetto dell’algoritmo di ranking. Genereranno centinaia di migliaia di collegamenti in entrata per una pagina da qualsiasi sito su cui potrebbero ottenere un collegamento per manipolare il posizionamento delle parole chiave su Google.

Quindi, nel 2012, Google ha rilasciato l’aggiornamento dell’algoritmo Penguin per ridurre la presenza nella pagina dei risultati dei motori di ricerca di siti web coinvolti in schemi di link manipolativi e keyword stuffing.

Ora, non è solo il numero di link in entrata che una pagina ha, ma anche la qualità e la rilevanza e pertinenza dei link in entrata che possono influenzare il posizionamento del tuo sito.

Come lo descrive Loganix, “La rilevanza del topic è la rilevanza che il contenuto di un intero sito web ha rispetto a un particolare argomento o parola chiave. Viene anche chiamata “topical authority“. In SEO, è il processo che un motore di ricerca utilizza per capire quanto sia rilevante una particolare pagina web o sito web per un argomento o una parola chiave. È anche importante notare che anche ottenere backlink da siti web autorevoli nella tua nicchia di settore può creare rilevanza”.

Ciò significa che ogni sito è classificato con una topical authority. Ad esempio, un sito che si concentra sul fitness avrebbe “fitness” come topical authority e un sito che si concentra sulla SEO, come questo, avrebbe “SEO” come topical authority.

Il topical authority si applica anche ai backlink che un sito o una pagina ottiene. Ad esempio, se BTF Traduzioni SEO Sviluppo Web ricevesse un sacco di backlink da siti web di cucina o automobilistici, quei collegamenti non avrebbero molto valore perché non sono correlati all’argomento.

Tuttavia, se BTF Traduzioni SEO Sviluppo Web ricevesse collegamenti da altri blog SEO e siti di marketing digitale, tali collegamenti porterebbero molto valore e aiuterebbero a migliorare le classifiche di BTF Traduzioni SEO Sviluppo Web per le parole chiave correlate alla SEO.

Il messaggio qui è questo: ricevi solo backlink che provengono da altri siti Web e articoli rilevanti.

È meglio avere un buon link da un sito di attualità piuttosto che avere 20 link da siti casuali che non hanno nulla a che fare con la categoria della tua attività. In altre parole, è la qualità rispetto alla quantità.

Un modo semplice per ottenere backlink naturali da siti legati al settore è utilizzare il content marketing. Questa strategia funziona pubblicando buoni contenuti su altri siti che le persone scoprono e si sentono in dovere di condividere. E quando i tuoi contenuti ottengono più condivisioni, il numero di backlink può aumentare, il che è positivo per la SEO off-page.

Dai un’occhiata al mio post su qual è la differenza tra SEO e content marketing per capire di più questa idea.

Segreto 33: Usa il potere dei social media per la SEO

Come apparire su Google gratis ? C’è molto dibattito sul fatto che i collegamenti dai social media possano aiutare ad aumentare o meno le classifiche di Google. Alcuni casi di studio SEO affermano che è vero, mentre altri lo sfatano come un mito.

Tuttavia, ci sono alcuni aspetti positivi dei social media che non possono essere confutati come menziona AdEspesso:

  • I tuoi profili sui social media non si limitano solo ai social media; si classificano anche nei risultati dei motori di ricerca. Sono ben visibili nei risultati di ricerca con marchio, spesso nella prima pagina.
  • I social media sono un canale eccellente per garantire che i tuoi contenuti raggiungano il maggior numero di persone possibile. E più persone vedono i tuoi contenuti, più possibilità hai di ottenere backlink naturali.
  • Le piattaforme di social media fungono anche da preziosi motori di ricerca. Potrebbero esserci persone che scoprono il tuo profilo, pagina o contenuto attraverso la ricerca sui social media.

Come puoi vedere da questi punti, i social media possono svolgere un ruolo nella tua strategia SEO anche se potrebbero non influenzare direttamente le tue classifiche. Il segreto dei social media è che funzionano per portare più visibilità ai tuoi contenuti, che a sua volta genera più traffico.

Pertanto, non condividi attivamente link ai tuoi contenuti sui social media, quindi devi iniziare a farlo oggi. I migliori siti per configurare account di social media per scopi SEO sono Facebook, Twitter, LinkedIn, Pinterest, Reddit e Tumblr.

Posizionati più in alto con gli strumenti intelligenti di ricerca delle parole chiave di SEMrush

Come apparire su Google gratis: riepilogo dei segreti SEO di Google

Come apparire su Google gratis ? Posizionarsi su Google è una delle sfide più grandi per qualsiasi proprietario di un sito web. La buona notizia è che ci sono molti segreti e trucchi che possono aiutare a migliorare il posizionamento del tuo sito sui motori di ricerca.

In questa sezione, esploreremo 33 segreti che forse non conoscevi su come posizionarsi su Google. Imparerai come utilizzare le parole chiave in modo strategico, come creare contenuti di alta qualità e come ottimizzare il tuo sito per la ricerca locale.

Inoltre, ti forniremo consigli pratici su come tenere d’occhio le tue analisi e monitorare il traffico sul tuo sito web. Con questi segreti, sarai in grado di posizionare il tuo sito web sui motori di ricerca in modo efficace e duraturo.

Ultimi articoli

Andrea Barbieri
Andrea Barbieri

Sono Andrea Barbieri titolare della BTF Traduzioni SEO Sviluppo Web. La mia azienda si occupa di Consulenza SEO, realizzazione siti web, sviluppo app, traduzioni professionali, localizzazione siti web e Web Marketing. Insieme al mio team metto al servizio delle aziende la mia formazione tecnica e linguistica nel settore della Information Technology, sviluppo siti web e App e Web Marketing. Trovando le migliori soluzioni digitali e linguistiche con il minor costo possibile.

Leggi tutti gli articoli di Andrea Barbieri

Articoli: 168

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *