Come apparire su Google gratis: 33 segreti infallibili

Se l'hai trovato utile condividilo

Aggiornato recentemente a Aprile 4th, 2024 alle 04:34 pm

come apparire su google gratis per trovare nuovi clienti

Come apparire su Google gratis: 33 segreti che non sapevi

Disclaimer: questo sito web partecipa a programmi di affiliazione, il che significa che potremmo ricevere una commissione per gli acquisti effettuati tramite i link presenti sul nostro sito. L’utente è consapevole che l’utilizzo di tali link comporta l’apporto di un sostegno finanziario al sito web e all’autore dei contenuti, senza alcun costo aggiuntivo per l’utente.

Come apparire su Gooogle gratis ? Il posizionamento di un sito web e’ una scalata al vertice molto dura per ogni consulente SEO e no. Ma con gli attrezzi e le metodologie adatto siamo in grado di migliorare il posizionamento seo di un sito, e quindi la sua visbilita’ sui motori dir ricerca. In questo tutorial studieremo 33 segreti che con molta probabilita non conoscevi ancora per rendere il posizionamento del tuo sito sito su Google ancora piu ‘ agevole. Queste 33 strategie includono il miglioramento dell’ottimizzazione dei contenuti, link building, utilizzo dei social media e tanto ancora. Leggi attentamente l’intero articolo e scopri come incrementare in modo esponenziale il traffico organico gratuito proveniente di Google e altri motori di ricerca.

come apparire su Google gratis: testa le 33 strategie

Segreto 1: seleziona le giuste keyword SEO

Come apparire su Google gratis ? Questa prima strategia SEO e’ in grado realmente di sviluppare una buona classifica oppure distruggere le tue classifiche su Google e gli altri motori.

Esistono milioni di parole chiave che ti aspettano a braccia aperte con le quali puoi tentare di classificare una pagina ma sicuramente non sarai in grado di raggiungere il traffico web che ti aspetti. Se vuoi che questo non avvenga devi scegliere le parole chiave adatte per il tuo scopo.

Le parole chiave giuste includono due cose:

  • i termini per i quali il tuo sito può effettivamente classificarsi in base alla sua autorità.
  • le frasi che sono strettamente legate tra loro e appartengono alla stessa pagina.

Facciamo un esempio per capire meglio. Se apri un nuovo sito, quel sito avra’ un’atorita’ di dominio molto bassa oppure a zero. E non saria mai in gradi di posizionarti nei primi 10 risultati di ricerca su Google per una chiave molto competitiva a alto volume di ricerca come per esempio “assicurazione auto“. Come puoi vedere dall’esempio la keyword in questione e’ troppo competitiva per posizionarsi nelle prime 1o posizioni, anche se ha un alto volume.

assicurazione auto
Analisi eseguita con SEMrush

Non farti fregare dall’alto volume di ricerca ma controlla anche se nelle prime 10 posizioni trovi una pagina con un domino di autorita’ uguale o inferiore al tuo. E se lo trovi crea un contenuto migliore e piu approfondito del tuo concorrente.

assicurazione auto docummenti indicizzati
37900000 sono i documenti indicizzati per assicurazione auto.

Ma e’ possiible essere in grado di classificarsi per una parola chiave a coda lunga come questa: “quanto devo spendere di assicurazioni auto a Siena ?” con un minimo sforzo. Questo perche’ la concorrenza si e’ ridotta drasticiamente.

Il passo importante da compiere e’ scegliere le keyword che corrispondono al livello di autorita’ di dominio del tuo sito. Inoltre, non dimenticare:

  • età del sito
  • numero di backlink che ha acquisito e della loro qualità.

potriai iniziare a trovare keyword facili, medie e difficili.

Adesso, devi scegliere per ogni pagine che scrivi da una atre parole chiave correlate tra di loro che siano rilvanti e pertinenti per il contenuto che stai scrivendo.

Riprendiamo l’esempio precedene sull’assicurazone auto a Siena e scoviamo alcune parole chiave da indirizzare ad una pagina di questo tipo:

  • di quale tipo assicurazione auto ho bisogno a Siena,
  • come funziona l’assicurazione auto a Siena,
  • tariffe dell’assicurazione auto in provincia di Siena.

Se sei alle prime armi su come fare la keyword research e trovare le keyword giuste con cui lavorare, da uno sguardo a questa Guida alla scelta delle parole chiave di Backlinko. In questa pagine, trovi gli strumenti necessari che possono darti una mano per fare una ricerca delle parole chiave efficaci e a prendere in considerazione soltanto le keyword piu’ adatte per il tuo progetto; alcuni strumenti sono gratis e altri sono a pagamento.

Ti presento gli strumento che secondo me sono i migliori per trovare parole chiave affidabili come per esempio KWFinder (strumento economico che offre prova gratuita), SEMrush (prova gratuitita), Google Keyword Planner (gratis ma con molte limitazioni) e Ubersuggest. Dopo aver incontrato questi strumenti potresti anche saperne di piu su come apparire su Google gratis.

Non perdere l’opportunità di portare il tuo business al livello successivo! Iscriviti ora per la prova gratuita di 7 giorni con SEMrush e domina il mercato digitale come mai prima!

Segreto 2 Esamina Google per gli indizi sulla classifica

Come apparire su Google gratis ? Quello che ti sto proponendo e’ una delle strategie maggiormente custodite che si trova proprio davanti ai tuoi occhi e non te ne sei mai accorto.

Google ha dichiarato di utilizzare oltre 200 fattori di ranking, ma sicuramente ce ne saranno altri. Singlegrain ha sviluppato un infografica che li elenca tutti e li spiega con chiarezza. Consultano questa infogrqfica puoi avere risposta ai tuoi dubbi su come sviluppare un efficace ottimizzazione delle pagine visionando come esemio le pagine classificate nella prima pagina nelle prime 10 posizioni.

Osservando con attenzione gli indizi che Google ti propone nelle prime 10 posizioni, indirettamente ti fara’ comprendere quali sono le azionida intraprendere per migliorare il posizionamento SEO delle tue pagine. Questo accade perche’ il motore di ricerca ha la tendenza a dare prioprita’a certi tipi di contenuto per le query di ricerca. Questo ti permette di replicare la struttura dell’intero articolo.

Per essere in grado di replicare quello che il concorrente ha fatto e’ necessario fare la ricerca della paorla chiave su Google e seguire passo dopo passo la seguente procedura per studiare le prime 5 pagine di ranking nella SERP (pagina dei risultati dei motori di ricerca):

  • guarda i titoli delle pagine che vengono visualizzati,
  • guarda le meta descrizioni per ogni risultato,
  • apri ogni pagina in una nuova scheda del browser.,
  • quindi guarda le parole negli URL,
  • guarda i titoli delle pagine H1,
  • esamina il contenuto e prendi nota degli argomenti trattati negli H2, H3 e H4,
  • conta il numero di immagini utilizzate su ciascuna pagina,
  • cerca qualsiasi contenuto aggiuntivo che aiuti l’utente come tabelle, video, lettori audio, liste di controllo, ecc.

Mentre stai facendo questa analisi, vedrai che ci sono dei modelli nelle prima pagine di ranking su Google. E’ probabile che troverai come come tutti i titoli nella SERP che sono molti simili fra loro. Oppure la struttura degli url hanno le stesse parole. O ancora che ci sono degli argomenti simili sviluppati nelle intestazioni in H2, H3, H4,

Ogni volta che vedi una sovrapposizione nelle prime 5 pagine di ranking, devi includere gli stesso argomenti nellla tua pagina e svilupparli o rispondere meglio rispetto al concorrente. In questa maniera, consentirai ai tuoi contenuti di aumentare le possibilita’di posizionarsi nella prima pagina di Google. Quello che stai facendo equivale alla tipologia di contenuto che Google ha deciso di favorire per la keyword di destinazione.

Segreto 3: mira agli snippet in primo piano

Come apparire su Google gratis ? Quando hai fatto una ricerca su Google, con molta probailita’ hai incontrato una casella nella parte superiore della pagine dei risultati di ricerca che ha risposta alla domanda della ricerca esguita. Questa casella prende il nome di snippett in primo piano.

snippet primo piano
Snippet in primo piano per la keyword migliore lettiera per gatti

Adesso ti mostro alcuni suggerimenti per ottenere lo snippet in primo piano:

  • prendi in considerazione parole chiave che rispondono ad una domanda,
  • controlla se esiste uno snippet in primo piano sulla SERP e a quale tipologia appartiene (paragrafo, elenco, tabella, ecc…)
  • crea paragrafi e frasi brevi,
  • rispondi alla domanda nella maniera piu’ diretta possibile,
  • struttura il contenuti con le intestazione H2, H3,
  • usa le tabelle per visualizzare ogni tipologia di dati,
  • se possibile includi la domanda nella risposta,
  • includi un riassunto nella parte iniziale, nella parte centrale e finale del contenuto.

Google spiega come funzionano i featured snippet con questra frase:

Mostriamo frammenti in primo piano quando i nostri sistemi determinano che questo formato aiuterà le persone a scoprire più facilmente ciò che stanno cercando, sia dalla descrizione della pagina sia quando fanno clic sul collegamento per leggere la pagina indicata dallo snippet. Sono particolarmente utili per chi utilizza il cellulare o effettua ricerche vocali

Google continua la sua spiegazione affermando:

I sistemi automatizzati di Google determinano se una pagina potrebbe essere un buon candidato uno snippet in primo piano da evidenziare per una specifica richiesta di ricerca

Secondo lo studio di Search Engine Land:

uno snippet in primo piano ottiene circa l’8% di tutti i clic

Search Engine Land

Questo significa che se sei capace di portare tutti i contenuti in uno snippet in primo piane, il traffico organico avra’ una spinta davvero importante.

Ogni giorni, tanti merketer digitali affermano a gran voce di sapere il modo di raggiundere gli snippet in primo piano. Per adesso ho trovato solo Income School che ha sviluppatto uno dei migliori video che io ho visto su questo argomento. Il video e’ in inglese ma potresti usare i sottotitoli si Youtube. Se non vuoi ascoltarlo ti riassumo la parte che a noi interessa:

Questo e’ il riepilogo del video ed alcuni suggerimenti che ho imparato durante i miei test per aumentare le probabilita’ per ottenere il posizionamento nello snipper in prmo piano:

  1. esegui una ricerca per keyword,
  2. scrivi in quale maniera viene visto lo snippet in primo piano,
  3. ci sono tre tipi di snippet in primo piano: paragrafo, elenco e tabella,
  4. copia il contnuto dello snippiet in primo piano,
  5. vai alla tua pagina web e inserisci un tag di intestazione H2 dopo il paragrafo introduttivo.
  6. attribuisci all’intestazione H2 la keyword con cui hai fatto la ricerca e ti ha fatto visualizzare lo snippet in primo piano,
  7. adesso incolla il contenuto dello snippet in primo piano copiato sotto l’intestazione H2,
  8. riscrivi il contenuto dello snippet in primo piano che hai copiato sotto il tag H2 per evitare che si il duplicato di quello copiato,
  9. assicurati di inserire tutte le keyword che Google mostra in grassetto. Le parole in grassetto stanno a signficare che Google ha preeferenza per quei termini. In questo modo, aumenterai la possibilita’ avere lo snippet in primo piano usando quelle parole,
  10. se lo snippet in primo piano e’ un paragrafo limitati a 45 o 50 parole. Sviluppare un paragrafo troppo corto o lungo ridurra’ drasticamente la possibilita’ di essere presenti nella posizione dello snippet in primo piano.

Segreto 4: concentrarsi sull’intento dell’utente

Come apparire su Google gratis ? Questa e’ un’altra strategia che di cui se ne parla troppo poco. Ma tutti coloro che lavorano online la dovrebbero saper sfruttare bene.

Quando vedi che le tue pagine web stanno scalando la classifica della SERP fino a salire nelle prima posizioni in Google significa che hai preso di mira le keyword giuste e le hai strutturate come fanno i concorrenti. Ma se i tuoi contenuti non soddisfano le intenzioni degli utenti o intento di ricerca puoi stare certo che qui risultati non dureranno molto.

Ho analizzato pagine che le ho viste rapidamente scalare la classifica del motore di ricerca dalla prima alla terza podiizone per un giorno o due. E da un momento all’atro passare da quelle posizioni privilegiate a cadere in modo drastico tra le posizioni 40- 50 durante una sola notte.

Questo avviene per la pgina non risponde alle domande che gli uenti chiedono al motore di ricerca oppure il contenuto che e’ stato sviluppato non e’ quello che l’utente desidera ottenere dalla query di ricerca. E quando questa situazione avviene gli utento rimbalzano dalla pagina alla ricerca di altre pagine che gli offrono l’informazione che loro desiderano trovare.

Questa situazione ha un nome e si chiama effetto pogo-sticking. Skyword o lo spiega cosi:

andare avanti e indietro da una pagina dei risultati di un motore di ricerca (SERP) a un singolo sito di destinazione dei risultati di ricerca.

Skyword

Spiegato in parole semplici, l’effetto pogo-sticking avviene quando colui che fa una ricerca attraverso il motore di ricerca fa clic sun un collegmento presente nella SERP. Ma non trova quello che si aspettava di trovare e rimbalza in modo immediato premendo il pulsante indietro. E va a scegliere un altro risultato sulla pagine dei risultati di ricerca per soddisfare il suo bisogno informativo. Skyword prosegue affermado:

I motori di ricerca preferiscono che gli utenti scoprano i contenuti che desiderano al primo tentativo, quindi il pogo-sticking non è nel migliore interesse di Google, Bing, del ricercatore o dell’editore del marchio. I contenuti con un’elevata frequenza di rimbalzo potrebbero effettivamente non essere visualizzati nella ricerca, esercitando ulteriore pressione sugli scrittori affinché producano contenuti SEO che rimangano veramente fedeli

Skyword

Ma allora, come e’ possibile evitare l’effetto pogo-sticking ? La soluzione e’ molto semplice: scriver solo per gli utenti.

Anche se la SEO e’ importante, devi ricordare che saranno i tuo visitatori che valuteranno la qualita’ dei contenuti. E la loro esperienza indichera’ ai motori di ricerca come Google quanto in alto posizionate la pagine.

Andrea Barbieri Consulente SEO

E’ di estrema importanza che mentre applichi la SEO assicurarsi di scrivere per gli utenti che vanno sul motore di ricerca per trovare delle infomazioni o per risolvere un loro dubbio. Inoltre, crea contenuti che interessano gli utenti. E cercare di dare le migliori risposte rispetto ai loro quesiti.

Anche se usi le strategie SEO in modo puntiglioso essere non saranno mai in grado di dare al visitatore quello che cerca per soddisfar un suo bisogno, ovvero il tuo intento di ricerca. Approfondiro’ ulteriormente questo argomento nel mio articolo sulla differenza tra SEO on-page e off-page.

Segreto 5: aggiungi parole chiave correlate alla pagina

Come apparire su Google gratis ? Se ancora il tuo sito web non e’ collegato a Google Serch Console e’ giunta l’ora di farlo. Google Search Console offre dei segreti SEO gratuitamente per migliorare il posizionamento SEO delle tue pagine presso i motori di ricerca.

Quando la pagine ha avuto il tempo di stabilizzarsi nell’indice del motore di ricerca, iniziera’ a classificarsi per keyword correlete. Poresti non aver preso in considerazie queste keyword correlate oppure non le hai inserite neanche nella pagina. Inserendo, queste parole chiave extra nel testo, sarai in grado di incrementare rapidamente le classifiche di quei termini, aumentando in questo modo il traffico organico gratutito di motori di ricerca.

Dopo che una pagina ha avuto del tempo per stabilirsi nell’indice, inizierà a classificarsi per parole chiave correlate che potresti non aver preso di mira in modo specifico o addirittura utilizzato nella pagina. E aggiungendo queste parole chiave extra al contenuto, puoi aumentare rapidamente le tue classifiche per quei termini.

Per sfruttare questo segreto del ranking di Google, segui questi 11 passaggi:

  1. Apri Google Search Console.
  2. Fare clic sulla scheda “Prestazioni” nel menu a sinistra.
  3. Al centro della schermata Performance, fai clic sul pulsante “Nuovo” e scegli “Pagina”.
  4. Nella casella a comparsa nella scheda “Filtro”, scegli “URL contenenti” e incolla l’URL della pagina per la quale desideri aumentare il posizionamento delle parole chiave. Quindi, fai clic su “Applica”.
  5. Sotto il grafico vedrai una tabella con diverse colonne. Assicurati che “Query” sia selezionato. Quindi, fai clic sulla colonna dell’intestazione “Impressioni” finché non viene ordinata in ordine decrescente (dal più alto al più basso). Questo ti mostrerà per quali query stai ricevendo il maggior numero di impressioni.
  6. Ora guarda le query sul lato sinistro della tabella e prendi nota dei termini visualizzati che non hai utilizzato nella pagina.
  7. Vai nel tuo articolo e aggiungi 3-4 istanze di quelle query mancanti. Prova ad aggiungere un’istanza nell’introduzione, una o due nel mezzo e una verso la fine.
  8. Salva la pagina in modo che le nuove modifiche abbiano effetto.
  9. Torna a Google Search Console. Nella parte superiore della pagina, incolla l’URL della pagina che hai aggiornato nella barra di ricerca e premi il tasto “Invio” sulla tastiera per controllare quell’URL.
  10. Dopo che Google ha recuperato i dati, verrà visualizzata una nuova pagina che dice “L’URL è su Google”. In quella casella, fai clic sul pulsante “Richiedi indicizzazione”.
  11. Dopo che il pop-up “Verifica se l’URL live può essere indicizzato” scompare e ottieni la conferma “Richiesta di indicizzazione”, fai clic su “Capito”.

Quando hai completato tutta la procedura, sopra descritta, la pagina sara’ rivalutata da Google e dovresti incominicare a vedere un incremento del ranking delle tua keyword per le nuove entita’di parole chiave aggiunte nella pagina.

Non pensare che il miglioramento accada in una sola note. Possono essere necessari diversi giorni o alcune settimane per vedere i benefici di questo segreto SEO. Cerca di essere paziente e non modificare la pagina.

Mentre attendi che tutto cio’ si verififchi continua ad usare questa tattica per otitmizzare le altre pagine del sito web per poter aumentare le classifiche del tuo sito nella SERP.

Segreto 6: Usa parole ed entità semanticamente correlate

Come apparire su Google gratis ? Questo metodo era di solito appannggio riservato dia consulenti SEO piu’ importanti fino a quando non venne divulgato.

SEMRush ha dato la sua defiizione di entita’ semanticamente correlate:

La semantica è una branca della linguistica che si occupa di trarre significato dalle parole. Le parole chiave semanticamente correlate sono semplicemente parole o frasi che sono correlate tra loro concettualmente.

SEMrush

Questa affermazione signifcia che determinate parole correlate concettualmente vanno inserite per aiutare i lettori e i crawler dei motori di ricerca a capire il contesto della pagina web.

Se prendiamo in considerazione i termini Apple e ITunes essere sono parole chiave semanticamente correlata definite come entita’. Infatti, questi termini condivido un contesto simile e spessono sono associati insieme. Quando il motore di ricerca trova queste due parole in una pagina web, gli permette di compprendere che nel contenuto l’entita’ Apple non si riferisce alla mela ma all’azienda.

Bill Slawski ha scritto un articolo su Search Engine Journal che approfondisce il modo in cui le entità sono classificate nei risultati di ricerca se vuoi saperne di più su questa idea.

Lo scopo di questa strategia e’ uilizzare parole semanticamente correlate e entita’ strettamente correlate sulla pagine per indicare a Google che il contenuto in analisi parla di un argomento ben preciso. Detto ancora piu’, semplicemente e’ sempre meglio essere molto tecnici ed informativi nella frasi piutossto che ambigui.

Questo processo permette ai motori di ricera come Google di eseguire la classificazione correttamente del contenuto. Per far si, che possa essere inserito nell’indice deo risultati di ricerc quando un utente esegue una query per una certa keyword.

Infatti, se faccio una ricerca su ‘negozi Apple”, Google restituice un elenco di negozi fisici per la relativia azienda e non frutteti di mele locali. Lo stesso procedimento avviene se usamo la frasi “Notizie Apple”. Google restituisce tutti i contenuti e notizie relative all’azienda Apple e non notizie sul frutto mela.

Puoi aumentare il ranking dei tuoi contenuti sfruttanto parole o entita’ semanticamente correlate all’interno dei contenuti. Una maniera facile per scoprire come trovare queste parole e visitare Wikipedia e fare una ricerca per agomento. Tutte le parole collegate nella pagina sono entita’ strettamente correlate. Mentre le parole che non sono collegate tra loro e ti sembrano adatte per il tuo contenuto sono come molta probabilita’ strettamente correltate semanticamente. Ovver, queste sono le parole che devi inserire anche nel tuo contenuto par far si che raggiunga una posizione migliore nella classifica del motore di ricerca.

Segreto 7: basarsi sull’autorità topica esistente (Existing Topical Authority)

Come apparire su Google gratis ? Questo concetto viene espresso dal termine “autorità topica“. E quando viene compresso come funziona davvero, comprenderai davvero la causa per cui Google classifica dei siti piu’ in alto rispetto ad altrie per una keyword.

Detto semplicemente questo concetto spiega il comportamento del motore di ricerca. Infatti, ogni motore di ricerca ha come obbiettivo quello di dare i migliori risultati possibili per un utente che ha digitato una parola chiave nella barra di ricerca. Di solito, sono i siti web che sono conderati un’ autorita su un determinato argomente a permettergli di posizionare le proprie pagine piu’ in altro nella pagina della SERP.

Se cerco la frase “come scegliere una tenda per il campeggio” con molta probabilita’il risultato migliole sara’ “The North Face. Ad esempio, se hai cercato la frase “come scegliere una tenda per il campeggio”, il risultato migliore probabilmente proverrà dal marchio The North Face. Questo perché The North Face è uno dei principali leader nelle attrezzature ricreative all’aperto.

tenda campeggio
In questo caso ha anche lo snippett in primo piano. Infatti, in questo caso la keywod risponde ad una domanda.

Adesso confronta con un sito come TripAdvisor che si occupa di tutto quello che concerne i viaggi, inclusi hotel, ristoranti, voli attrazioni e altro ancora. TripAdvisor ha oltre 300 pagine che ruotano intorno alla parola campeggio. Ma il principale contenuto offerto sono le recensioni dei migliori campeggio in tutto il mondo. Ma niente si dice di attrezzature da campeggio.

Infatti, se TripAdvisor creasse un contenuto intorno alla frase chiave “come scegliere una tenda per il campeggio”, con molta probabilita’ avrebbe una classificazione scarca. Questo perche’ il sito non ha pubblicato contenuti relativi alle attrezzature da campeggio. Questo significa che TripAdvisor non possiede l’autorita’ topica per poter parlare e consiglie le attrezzature da campeggio. Grazie a quanto detto puoi essere in grado di comprendere come funziona questo segreto SEO.

The North Face sta rafforzando la sua autorità topica per “attrezzatura da campeggio” pubblicando centinaia di articoli in quella categoria. E Tripadvisor sta adottando un approccio diverso per rafforzare la sua autorità topica per le “località dei campeggi” pubblicando centinaia di articoli sull’argomento. Come e’ possibile sfruttare questa idea per ottenere classifiche migliori ?

Quello che devi fare e’ lavorare sui tipi di contenuto che gia’ stanno lavorando per il sito e fare brinstorming su nuove idee che ruotano intorno a quelli argomenti. Questo, sviluppera’ risultati molto piu’ velocemente rispetto alla creazione di nuovi contenuti in cui il sito non e’ ancora considerato un’autorita’ da Google. Ma come individuare le aree del sito che hanno autorita’ ?

Per individuare quali sono le aree del sito che hanno autorita’ topica su un argomento devi andare su Google Analytica. Se il tuo sito ancora non e’collegatto a questo strumento e’ il momento di farlo. Una volta che sei in Google Analytics, segui questi passaggi:

  1. Fare clic sulla scheda “Report” nel menu a sinistra.
  2. Fare clic sull’opzione “Coinvolgimento” per aprire il menu a discesa.
  3. Fai clic su “Pagine e schermate” per visualizzare un elenco dei tuoi URL più in alto in classifica in ordine decrescente di visualizzazioni di pagina (dal più alto al più basso).
  4. Prendi nota dei tipi di contenuti che stanno ricevendo il maggior numero di visite. A meno che tu non riceva molto traffico dai social media, questa tabella ti mostrerà su quali contenuti Google ha convalidato il tuo sito come autorità.
  5. Ora vai a creare più pagine relative a quegli argomenti.

L’autorita topica é un modo semplice che consente a chiunque di avere dei benefici di posizionamenro SEO. Questo e’ ncora pur vero, quando si creare un piano di contenuti attorno a questa metodologia. Infatti, puoi migliorare le tue classifiche online e condurre brand awareness o consapevolezza per il tuo marchio ancora piu’ velocemente.

Segreto 8: attenzione alla cannibalizzazione delle parole chiave

Come apparire su Google gratis ? Hai mai sentito parlare del concetto di cannibalizzazione delle keyword ? Se questa e’ la prima volta che incontri questo termine sono felice che lo hai incontrato prima di recare gravi danni di posizionamento SEO al sito web. Questo e’ un argomento davvero importante per tutti coloro che vogliono capire e usare la SEO per migliorare aumentare il traffico organico gratuito dai motori di ricerca.

Il Digital Marketing Institute descrive davvero bene il processo di cannibalizzazione del parole chiave in questo modo:

si verifica quando hai troppe parole chiave identiche o simili sparse nel contenuto del tuo sito web. Di conseguenza, un motore di ricerca come Google non è in grado di discernere quali contenuti classificare più in alto. Ciò significa che a volte darà un ranking più alto alla pagina web a cui non intendi dare la priorità. Potrebbe anche abbassare il ranking di tutte le pagine che condividono queste parole chiave

Ma cosa possiamo fare per impedire la cannibalizzazione delle keyword ? Anche se la soluzione non sembra immadiata e’ molto semplice da mettere in pratica.

Tutte le volte che stai per scrivere un contenuto devi assicurarti che a come target un insieme specifico di parole chiave. Questo insieme di parole chiave deve essere totalmente diverso da altre parole chiave in cui ti concentri in altre pagine. Inoltre, non scegliere mai le stesse parole chiave piu’ di una volta o su due o piu’ pagine.

Per di piu’, non vuoi ripetere determinate stringhe di parole su piu’ di una pagina. Ammettiamo che su questo sito ho una pagina che ha come focus la keyword “migliori blog SEO”. Staro’ attendo a non utilizzare quella frase su altre pagine del sito piu’ di una volta. L’unica volta che utilizzero tale stringa e’ quando mi sto collegando a quella pagina.

Se il sito ha gia’ molti contenuti e ti accorgi che alcune pagine hanno un posizionamento scarso, ci potrebbero essere dei problemi di cannibalizzazione delle keyword correlate ad altre pagine.

Se questo e’ il tuo caso puoi fare queste 3 azioni per risolvere il problema:

  1. Unisci il contenuto della pagina con un ranking scadente nella pagina con un ranking alto per la parola chiave di destinazione. Quindi, elimina la pagina con un ranking scadente. Utilizza una regola di reindirizzamento 301 interna per reindirizzare tutto il traffico dalla pagina eliminata alla pagina con il contenuto unito.
  2. Elimina completamente la pagina con un ranking scadente senza copiare il contenuto nella pagina con un ranking più alto. Ti consigliamo inoltre di utilizzare un reindirizzamento 301 per reindirizzare tutto il traffico alla pagina migliore.
  3. Rimuovi la parola chiave di destinazione e tutte le parole simili dalla pagina di ranking inferiore in modo che possa essere de-ottimizzata per quei termini. Nel tempo, questa pagina smetterà di competere per le stesse parole chiave della pagina con il ranking più alto. Si spera che inizi a classificarsi per il proprio set di parole chiave e generi più traffico.

Segreto 9: Installa un plugin SEO

Come apparire su Google gratis ? Usare un pluing SEO ti permette di otitmizzare determinati elementi del codice e della strututra del sito web. Per renderlo piu’ facilmente scansionabile dallo spider del motore di ricerca. Questo tipo di ottimizzazione abbraccia i meta tag come il titolo SEO, la meta description, i tag canonici e i dati strututrati (tutti menzionati in questa guida).

Questa estensione ti aiuta a manipolare la maniera con la quale le pagine sono visualizzate nei risutalti di ricerca come Google. Senza l’utilizzo di un plugin SEO, il sito web genera in modo indipendente questi elementi per te. Ma il piu’ delle volte non saranno otitmizzate nel modo giusto e non ti consentiranno un buon posizionamento.

Esistono plugin SEO che permettono di mettere una parola chiave target per la pagina. Questa keyword e’ il termine con cui ti stai concentrando nella pagina. Mentre scrivi la pagina il plugin mostra un punteggio di come sta andando l’ottimizzazione della pagina durante la stesura del contenuto; questo punteggio e’ solo una checklist.

I plugin SEO da prendere in considerazione sono SEO by Yoast, RankMath e All in One SEO.

Non perdere l’opportunità di portare il tuo business al livello successivo! Iscriviti ora per la prova gratuita di 7 giorni con SEMrush e domina il mercato digitale come mai prima!

Segreto 10: ottimizzare il tag del titolo SEO

Come apparire su Google gratis ? Il meta tag del titolo SEO (o meta titolo) indica a Google e agli altri motori di ricerca di quali contenuti si occupa la pagina. Kyle Roof ha fatto una serie di esperimenti SEO. L’autore haconcluso che:

il meta titolo si è rivelato il segnale indiscusso più ponderato nella SEO on-page.

Per questo motivo e’ davvero fondamentale perdere del tampo a ottimizzare il tag del titolo SEO posizionando la keyword primaria in posizione privilegiata, ovvero all’inizio se e’ possibile.

Ti mostro un esempio chiarificatore basato su questo titolo SEO ottimizzato per una pagine che cha come focus la chiave primaria “strumenti di Outreach dei blogger”. Questo sarebbe un buon candidato come titolo SEO: “10 strumenti di Outreachdei blogger valutati e recensiti”.

Il precedente titolo e’molto meglio che mettere la keyword primaria alla fine come mostra questo esempio: “La mia esperienza con 10 nuovi strumenti di Outreach dei blogger popolari”.

Segreto 11: ottimizzare la meta descrizione

Come apparire su Google gratis ? La meta descritpion e’ un meat tag HTML che consente di far visualizzare un riassunto sintetico di quello che la pagine pagine web propone al visitatore; anche questa é. un metodo che puoi usare a tuo vantaggio.

Questo era la posizione migliore per inserire le keyword con lo scopo di aumentare il posizionamento SEO di una pagina. Ma, Google ha annunciato nel 2009 che la meta description non sarebbe piu’. considerato un fattore di ranking per gli algoritmi del motore di ricerca.

Dopo quell; annuncio i digital marketer hanno smesso di inserire la parola chiave nel box della meta descritpion. E questo parametro HTML ha perduto tutto il suo fascino.

Quello che molte persone non prendono in considerazione, lasciando la meta descritpion priva della keyword, e’ che questo parametro HTML puo’ avere un impatto diretto sull’aumento del CTR (percentuale di clic) di una pagina presso i risultati di ricerca dei motori come. Google. Questo puo’ influenzare in modo indiretto la capacita’ di una pagina web di posizionarsi.

Questo e’ il motivo per cui ti consiglio di inserire la keyword in ogni meta descritpion che scrivi.

Adesso, prima di darti i migliori consigli su come trarre beneficio dalla meta description vorrei dari ulteriori dritte. Il fatto che scrivi una meta description eccellente non ha la certezza che Google la usera’ nella sua. classifica. Molto spesso, Google la riscrive, a meno che essa non sia sviluppata correttamente.

Per tanti anni questo mi ha dato fastidio. Non mi andava che Google riscrivesse la mia meta description. Per molto tempo e’ stato un mistero per molto che lavoravano nella SEO. Ma agenzie come la Perril avevano davvero compreso cosa stava accedendo e qui hanno pubblicato i seguenti motivi per cui Google riscrive la meta descrizione. Ti creo uno specchietto per vedere i motivi che causano la scrittura della meta description:

  • la meta descrizione che hai specificato non è rilevante per la query di ricerca,
  • la meta descrizione che hai specificato è troppo breve o troppo lunga,
  • la meta descrizione che hai specificato non è rappresenta davvero ciò di cui tratta veramente la tua pagina,
  • Google pensa che altri contenuti della pagina rappresenterebbero una meta descrizione migliore per l’utente.

Dopo aver appresso queste informazioni il mistero si e’ finalmente dissolto. Adesso sono in grado di scrivere un meta description efficace senza la paura che Google la riscrive. Inoltre, le meta description ben scritte aumentano le visite alla pagina e quindi anche la sua autorita’. Questo ‘un segnale indiretto che l’utente gradisce trovare informazioni in quella pagina. In conclusione, questo parametro HTML gradisci ancora questo parametro come segnale indiretto di gradimento.

Adesso ti scrivo il procedimento per scrivere metadesciption super cliccate e gradite al motore di ricerca:

  • vai su Google e cerca la tua parola chiave di destinazione,
  • guarda le meta descrizioni che vengono estratte per le prime 3 pagine di ranking,
  • prendi nota di come sono strutturate e quali parole sono in grassetto,
  • copia lo