20 Google my business checklist (Guida completa)

Questa guida include una Google my Business checklist. Di seguito troverete una lista di controllo completa per l’ottimizzazione di GMB con le linee guida essenziali da seguire per migliorare la strategia SEO locale e la portata del marketing digitale della vostra azienda.

Alla fine di questa guida, saprete come aumentare l’ottimizzazione per i motori di ricerca e le prestazioni dell’inserzione del vostro profilo aziendale su Google per ottenere migliori classifiche e traffico per il vostro sito web e la vostra sede fisica.

Nota: Google My Business è ora chiamato Google Business Profile. Tuttavia, le persone continuano a cercare e a usare il nome e l’acronimo GMB, quindi li useremo in modo intercambiabile in questa lista di controllo.

Google my business checklist per migliorare la SEO Locale

Google My Business Checklist: la lista completa

Image by vectorjuice on Freepik

1. Creare un Google My Business account

Il primo passo di questa lista di controllo per l’ottimizzazione di Google My Business è la creazione di un Google My Business Account aziendale. Se non hai ancora aperto un profilo su GMB forse e’ meglio che leggi il Google My Business Tutorial per iniziare. È necessario un profilo GMB ufficiale per gestire e ottimizzare il proprio annuncio commerciale su Google. Andate qui per creare un nuovo account google.com/business/.

2. Richiedi l’inserimento della tua azienda

È possibile richiedere l’inserimento della propria attività in tre modi:

  • Durante la configurazione iniziale dell’account del profilo Google My Business.
  • Inserendo l’indirizzo nella barra di ricerca di Google Maps e cliccando sul link “Aggiungi la tua attività”.
  • Cercando l’indirizzo o il nome dell’azienda su Google Search e facendo clic sul link “Possiedi questa azienda?” che appare nel pannello delle conoscenze. Nota: questa funzione esiste solo per le aziende consolidate che Google ha indicizzato nel Knowledge Graph.

3. Verificare l’elenco GMB

Quando si aggiunge o si rivendica il proprio profilo aziendale, si ha la possibilità di verificare l’inserzione tramite telefono, SMS, e-mail o video. La verifica dell’inserzione GMB è importante per poter aggiornare il nome dell’azienda e altre informazioni su Google. Inoltre, limita l’accesso a terzi che possono modificare queste informazioni senza la vostra approvazione.

Come spiegato in quest’altra guida su come creare un account Google Business, la verifica del profilo Google My Business è immediata se si sceglie l’opzione e-mail. In caso contrario, il completamento può richiedere fino a sette giorni lavorativi.

4. Ottimizzare le informazioni aziendali

Uno dei modi migliori per ottimizzare il vostro profilo Google My Business è avere informazioni complete e accurate per la vostra attività. In questo modo è possibile abbinarla alle giuste ricerche su Google.

Compilate queste aree chiave:

  • Nome dell’azienda
  • Indirizzo
  • Numero di telefono
  • Orario di attività.

Nota sulla lista di controllo: è importante essere coerenti con il nome, l’indirizzo e il numero di telefono dell’azienda (noto come NAP) in tutte le menzioni online. Anche la più piccola modifica o imprecisione nelle informazioni NAP può influire sulla vostra strategia SEO locale. Ad esempio, se l’indirizzo della vostra azienda si trova in North street, scegliete “North” o “N.” per l’indirizzo e utilizzate sempre la stessa versione per ogni menzione dell’indirizzo aziendale online.

Alcune aziende servono i clienti presso le loro sedi fisiche e presso le sedi dei loro clienti. In questo caso, è possibile inserire un’area di servizio per la propria attività, in modo da ottimizzarla per le ricerche locali.

5, Includere l’URL del sito web

Includere l’URL del sito web della vostra azienda è importante per aiutare i clienti a trovare il vostro sito online. Con un URL elencato, otterrete un pulsante “Sito web” accanto al vostro annuncio GMB su Google.

  • Per le aziende con una sola sede, utilizzare la homepage del sito web.
  • Per le aziende con più sedi, utilizzare la pagina di destinazione specifica per ogni sede.
  • I ristoranti possono aggiungere un URL speciale per collegare i clienti ai loro menu.

6. Aggiungere la data di apertura dell’attività

Per migliorare ulteriormente l’ottimizzazione del vostro profilo Google My Business, potete aggiungere la data di apertura della vostra attività. Questa funzione consente a Google di aggiungere al vostro annuncio un testo del tipo “10+ anni di attività”, che può aggiungere fiducia e credibilità alla vostra azienda.

Seguite questi passaggi per aggiungere la data di apertura della vostra attività:

  • Selezionate Modifica profilo > Informazioni commerciali.
  • Accanto a “Data di apertura“, fare clic sull’icona della matita.
  • Inserire i campi richiesti.
  • Selezionare Salva.

7. Ottimizzare la descrizione di Google My Business

Il campo della descrizione della vostra attività è un’area chiave in questa lista di controllo per l’ottimizzazione SEO. Come indicato in questa guida su come aggiungere parole chiave a Google My Business, è necessario includere i termini rilevanti per i quali si desidera che il proprio annuncio venga classificato in Google, aggiungendoli al campo della descrizione. Potete anche scegliere i termini più importanti e utilizzare combinazioni di parole chiave come [parola chiave] + [città] per aggiungere ulteriore rilevanza al vostro profilo aziendale.

Altri suggerimenti per l’ottimizzazione delle descrizioni sono:

  • Condividere ciò che offre la vostra azienda.
  • Spiegare cosa vi distingue dalla concorrenza.
  • La storia della vostra azienda.
  • Altre informazioni utili che i clienti devono conoscere.
  • Non includere URL o codice HTML.
  • Non superare i 750 caratteri.

8. Selezionare le categorie primarie e secondarie

La categoria principale della vostra attività è fondamentale per la SEO, perché aiuta la vostra azienda a essere trovata attraverso le ricerche di scoperta. Secondo una ricerca di Bright Local, l’84% delle ricerche sono di scoperta (trovate durante la navigazione), mentre il 16% sono dirette (tramite il nome o l’indirizzo dell’azienda). Pertanto, l’attività principale è fondamentale e influisce sul posizionamento nei motori di ricerca.

Tenete a mente questi elementi della lista di controllo quando ottimizzate il vostro profilo Google My Business:

  • Scegliete la categoria più appropriata che rappresenti accuratamente la vostra attività per la categoria principale. Questa è anche l’unica categoria che le persone vedono nel vostro profilo GMB.
  • Sfruttate le categorie secondarie aggiungendo tutte quelle che si riferiscono alla vostra attività. Questo aiuta la vostra attività a essere individuata in un maggior numero di ricerche locali.
  • Non utilizzate le categorie per gli attributi dell’azienda, i prodotti o i servizi. Queste sezioni sono ottimizzate separatamente.

9. Aggiungere gli attributi aziendali rilevanti

Gli attributi aiutano gli utenti a comprendere meglio la vostra azienda identificando servizi, attività, caratteristiche e altre qualità specifiche della vostra azienda che possono essere visualizzate nelle ricerche locali pertinenti.

Gli attributi aziendali variano a seconda della categoria e possono includere elementi quali:

  • Accessibile con sedia a rotelle
  • Bagno
  • Da asporto
  • Shopping in negozio
  • Lingue parlate
  • Tipi di pagamento.

Basta selezionare tutti gli attributi che si applicano alla vostra attività per ottimizzare questo aspetto del vostro annuncio per il marketing digitale.

10. Aggiungere prodotti e servizi

L’aggiunta di prodotti e servizi al vostro profilo Google My Business aiuta a classificarlo per un numero ancora maggiore di ricerche pertinenti. Ogni prodotto e servizio è anche un’altra area da ottimizzare per parole chiave specifiche in ambito SEO per migliorare ulteriormente l’ottimizzazione del vostro annuncio.

  • Create un’inserzione separata per ogni prodotto e servizio.
  • Includere fino a 1.000 caratteri con testo ricco di parole chiave per descrivere l’articolo.
  • Indicare il prezzo (se applicabile).

11. Aggiungere voci di menu

Se la vostra attività è un ristorante, potete aggiungere voci di menu al vostro profilo GMB:

  • Create una sezione separata per ogni tipo di offerta di menu.
  • Includete il maggior numero possibile di voci in ogni sezione.
  • Inserite il nome e il prezzo appropriato di ogni voce di menu.
  • Utilizzate per ogni voce di menu la stessa descrizione del menu vero e proprio, fino a un massimo di 1.000 caratteri.

12. Caricare foto, video e tour virtuali

Foto, video e tour virtuali non solo aiutano l’ottimizzazione, ma danno anche la migliore impressione possibile della vostra azienda. Spesso le persone vogliono vedere l’aspetto di un’azienda o dei suoi prodotti e servizi prima di visitarla o assumerla.

Secondo Google, “le aziende che aggiungono foto ai loro profili aziendali ricevono il 42% in più di richieste di indicazioni stradali su Google Maps e il 35% in più di click verso i loro siti web rispetto alle aziende che non lo fanno”. Lo studio Bright Local citato in precedenza in questa lista di controllo per l’ottimizzazione ha rivelato che gli elenchi di Google My Business hanno in media 11 foto, ma “le aziende con più di 100 immagini su GMB ricevono il 520% in più di chiamate, il 2.717% in più di richieste di indicazioni e il 1.065% in più di clic sul sito web rispetto all’azienda media”.

Ecco alcuni suggerimenti per ottimizzare il vostro annuncio con foto, video e tour virtuali:

  • Caricate foto e video di alta qualità. La prima impressione conta.
  • Evitate di inserire messaggi promozionali nelle foto.
  • Non utilizzate foto o video di stock. Questi media potrebbero essere segnalati e rimossi.
  • Aggiungete 3-5 foto dell’esterno e dell’interno dell’azienda, da diverse angolazioni e in diversi momenti della giornata, in modo che le persone possano farsi un’idea della location.
  • Includete foto e/o video delle aree comuni.
  • Caricate foto di gruppo che mostrino il team di gestione e i dipendenti.
  • Pubblicare foto e video dei dipendenti al lavoro e che interagiscono con i clienti (con una liberatoria firmata).
  • Aggiungete il maggior numero possibile di foto e video dei prodotti, come cibo e bevande, prima e dopo il servizio, articoli speciali, ecc.
  • Includete un video di tour virtuale che dia ai clienti un’idea completa dell’azienda e della sua ubicazione.

13. Preparare domande e risposte

Chiunque può porre e rispondere a domande su un profilo Google My Business. Pertanto, dovreste adottare misure proattive per pre-popolare il tuo profilo GMB con domande e risposte comuni che i potenziali clienti possano visualizzare.

  • Andate all’elenco della vostra attività su Google Maps o in Google Search.
  • Cliccate su “Fai una domanda” o “Chiedi alla comunità” sotto l’annuncio, a seconda del servizio Google che state utilizzando.
  • Fate una domanda comune sull’attività. Poi tornate indietro e rispondete.
  • Utilizzate parole chiave pertinenti nelle domande e nelle risposte per migliorare l’ottimizzazione dell’inserzione GMB.

14. Impostazione della messaggistica

La funzione di messaggistica vi consente di interagire con i vostri clienti in tempo reale direttamente dal vostro profilo Google My Business. Una volta attivata la funzione di chat, i clienti troveranno un pulsante “Chat” nell’elenco del vostro profilo.

Per attivare la messaggistica, seguite i seguenti passaggi:

  • Fare clic su Clienti > Messaggi.
  • Fare clic su Menu (…) > Impostazioni messaggi.
  • Attivare la chat.

15. Informazioni sulle nuove offerte e sugli eventi

Un’altra importante voce della lista di controllo per l’ottimizzazione di Google My Business è l’utilizzo della funzione post sul vostro profilo GMB. Come indicato in quest’altra guida sui vantaggi di Google My Business, il vostro profilo vi consente di condividere informazioni di marketing digitale direttamente con i vostri clienti attraverso il vostro annuncio su Google Search e Google Maps.

Una buona strategia consiste nel creare almeno 1-2 nuovi post a settimana per attirare nuovi clienti. I post di Google Business possono includere contenuti quali:

  • Annunci;
  • Nuove offerte;
  • Prossimi eventi;
  • Articoli popolari in stock;
  • Sconti;
  • Testo, foto e video.

16. Incoraggiare le recensioni dei clienti

La presenza di recensioni sul vostro profilo Google My Business può contribuire a migliorare l’ottimizzazione per aumentare il posizionamento nel motore di ricerca. I profili con un numero maggiore di recensioni tendono a essere mostrati di più ai potenziali clienti. Pertanto, dovreste cercare di incoraggiare i vostri clienti a lasciare recensioni su Google per la vostra attività, utilizzando strategie come queste:

  • Dire ai clienti che la vostra attività dipende dalle recensioni di Google. Se sono soddisfatti del servizio, possono scrivere una recensione per la vostra azienda su Google.
  • Chiedete ai clienti di lasciare un feedback su prodotti e servizi attraverso una recensione sul profilo GMB di Google. Fate presente che apprezzate il feedback e rispondete sempre ai commenti.
  • Ricordate ai clienti che le recensioni non sono solo a vostro vantaggio, ma aiutano altri nella comunità locale che stanno cercando una soluzione che la vostra azienda può fornire.
  • Aggiungete un pulsante “Lascia una recensione” sul vostro sito web che porti i visitatori alla pagina delle recensioni del profilo Google My Business.
  • Non è consentito incentivare le recensioni con sconti, regali o denaro.

17. Rispondere alle recensioni

Rispondere alle recensioni è un ottimo modo per aumentare la qualità del vostro profilo GMB sia per l’algoritmo di Google che per i clienti. È possibile aumentare la densità di parole chiave per i termini SEO locali aggiungendole alle risposte. Non esagerate però nell’inserire le stesse parole chiave in ogni risposta. In caso contrario, potreste sovraottimizzare la sezione delle recensioni e far sì che il team di Google My Business Web Spam esamini più da vicino il vostro profilo aziendale.

18. Mantenere gli orari precisi

Google afferma specificamente che un modo per migliorare il posizionamento locale è quello di mantenere accurati gli orari di apertura dell’attività. Pertanto, è necessario aggiornare il profilo GMB ogni volta che si verificano circostanze come queste:

  • Vacanze;
  • Eventi;
  • Orari stagionali estesi;
  • Chiusure temporanee.

Google non consente di aggiungere direttamente i link dei social media al profilo aziendale; tuttavia, è possibile facilitare l’associazione dei profili dei social media da parte di Google attraverso l’ottimizzazione on-page e off-page:

  • Se esiste un Knowledge Panel per la vostra azienda in Google Search e i link ai social media sono già visualizzati, potete seguire la Guida all’aggiornamento del Knowledge Panel di Google per suggerire l’aggiunta di nuovi profili social o la modifica di quelli esistenti.
  • Se non è presente il Knowledge Panel o i collegamenti ai profili sociali, è possibile includere Local Schema Markup sul sito web con la proprietà sameAS per tutti i profili dei social media. Una volta indicizzato, il motore di ricerca di Google avrà una relazione chiaramente definita tra il vostro sito web, il profilo Google Business e i profili dei social media e, auspicabilmente, li aggiungerà al vostro elenco.

20. Monitorare gli aggiornamenti delle funzionalità del profilo GMB

Il profilo Google My Business è un prodotto in continua evoluzione e questa lista di controllo per l’ottimizzazione continuerà a riflettere tali miglioramenti. È possibile tenersi aggiornati sulle ultime modifiche e miglioramenti del profilo GMB visitando le pagine seguenti:

  • Risorse per il profilo aziendale di Google
  • Domande frequenti sul profilo aziendale di Google.

Google my business checklist: Conclusione

Spero che questa lista di controllo per l’ottimizzazione di Google My Business vi sia piaciuta.

Come avete scoperto, ci sono molti passi da fare in questa lista di controllo per l’ottimizzazione di GMB per migliorare il posizionamento sui motori di ricerca e le prestazioni del vostro profilo aziendale e attirare più clienti sul vostro sito web e sulla vostra sede fisica. Esaminando questo elenco e contrassegnando gli elementi completati, si spera di ottenere una maggiore visibilità su Google Maps e Google Search per la propria azienda, i propri prodotti e servizi.

Andrea Barbieri
Andrea Barbieri

Sono Andrea Barbieri titolare della BTF Traduzioni SEO Sviluppo Web. La mia azienda si occupa di Consulenza SEO, realizzazione siti web, sviluppo app, traduzioni professionali, localizzazione siti web e Web Marketing. Insieme al mio team metto al servizio delle aziende la mia formazione tecnica e linguistica nel settore della Information Technology, sviluppo siti web e App e Web Marketing. Trovando le migliori soluzioni digitali e linguistiche con il minor costo possibile.

Leggi tutti gli articoli di Andrea Barbieri

Articoli: 229

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ottimizzato da Optimole
DMCA
PROTECTED