Chatgpt come usarlo in Italia senza nessun tipo di limitazione

Aggiornato recentemente a Settembre 3rd, 2023 alle 03:45 pm

chatGPT come usarlo in Italia rimuovendo le restrizioni del Garante della Privacy italiano

Chatgpt come usarlo in Italia e tutto quello che ti serve per usarlo al meglio per il tuo lavoro o studio

ChatGPT ha subito un blocco nel suo utilizzato in alcuni paesi fra cui l’Italia che ha bloccato questo servizio dopo le rimostranze del Garante della Privacy. Se usavi ChatGPT non ti preoccupare ti offro tutte le indicazioni necessarie per usarlo ancora anche in Italia.

ChatGPT è un chatbot dotato di intelligenza artificiale che utilizza l’elaborazione del linguaggio naturale per fornire un’interazione simile a quella umana in varie applicazioni. Sviluppato da OpenAI, ChatGPT è diventato sempre più popolare negli ultimi anni grazie alle sue capacità avanzate e al suo potenziale di utilizzo in diversi settori. In questo articolo esploreremo l’importanza e l’ascesa di ChatGPT, compresi i suoi vantaggi rispetto ad altre tecnologie di chatbot, la sua attuale popolarità e il suo potenziale futuro.

Uno dei vantaggi principali di ChatGPT è la sua capacità di comprendere il linguaggio naturale e di rispondere in modo simile a quello umano. Questo lo rende ideale per l’utilizzo nel servizio clienti, dove può gestire in modo rapido ed efficiente le domande più comuni e fornire risposte utili. ChatGPT può essere utilizzato anche in altri settori, come quello sanitario e finanziario, dove può fornire raccomandazioni e consigli personalizzati agli utenti.

Chatgpt come usarlo in Italia

Vuoi utilizzare ChatGPT in Italia? ChatGPT è temporaneamente bloccato a causa delle preoccupazioni del governo italiano in materia di privacy. Vi spieghiamo come accedere a ChatGPT in Italia utilizzando una VPN.

Il ChatGPT ha conquistato il mondo e le possibilità sono infinite, ma molti esperti hanno iniziato a sollevare preoccupazioni sulla privacy dei dati. A seguito di una richiesta di pausa di sei mesi da parte dell’industria, l’autorità italiana per la protezione dei dati ha emesso un divieto immediato su ChatGPT. Di conseguenza, gli utenti italiani non hanno potuto utilizzare questa tecnologia sbalorditiva.

Sebbene il governo italiano abbia motivo di verificare che ChatGPT sia conforme al GDPR, comprendiamo l’ansia degli utenti italiani di mantenere l’accesso alla tecnologia emergente che può fornire efficienze che cambiano la vita alle loro aziende e ai loro progetti personali.

In questa guida spiegheremo come chiunque in Italia possa utilizzare una VPN per riottenere l’accesso a ChatGPT. Vi spiegheremo come una VPN può aiutarvi a utilizzare ChatGPT privatamente e vi consiglieremo le migliori VPN per ChatGPT in Italia.

Se avete fretta, potete usare la lista rapida qui sotto per trovare una VPN per ChatGPT in Italia. Per maggiori informazioni su ogni VPN, scorrete in basso per i nostri riassunti approfonditi.

Le migliori VPN per accedere a ChatGPT in Italia:

  1. NordVPN: La migliore VPN per gli utenti di ChatGPT in Italia. Scelta di server in oltre 59 paesi che funzionano con ChatGPT, Playground e altre risorse OpenAI. Altamente sicura e versatile. Veloce per lo streaming e funziona con Netflix.
  2. Surfshark: Migliore VPN economica per ChatGPT Permette di utilizzare la VPN su un numero illimitato di dispositivi. Funziona per accedere a ChatGPT in Italia, al lavoro e ovunque sia bloccato. Facile da usare e affidabile.
  3. ExpressVPN: Ideale per sbloccare i contenuti bloccati e censurati a livello regionale, tra cui ChatGPT in Italia. Velocità di connessione elevata, nessuna politica di registrazione e sicurezza elevata.
  4. CyberGhost: la migliore VPN ChatGPT per i principianti in Italia. CyberGhost è facile da usare e funziona per sbloccare ChatGPT su qualsiasi dispositivo. Server in oltre 89 paesi.
  5. IPVanish: Velocità eccellenti. IPVanish offre una forte crittografia e server veloci. Ottima per lo streaming, i giochi, il torrenting e l’utilizzo di ChatGPT.
  6. Atlas VPN: una nuova VPN economica, veloce e molto popolare. Il protocollo veloce WireGuard è perfetto per lo streaming. I server in oltre 40 paesi funzionano per utilizzare ChatGPT in Italia.

Come accedere a ChatGPT in Italia

Non siete sicuri di come iniziare? Utilizzare una VPN per accedere a ChatGPT in Italia è molto semplice. Anche i principianti della VPN possono configurarla e iniziare a utilizzare ChatGPT in pochi minuti! Per aiutarvi, abbiamo spiegato i passi da seguire.

Ecco come utilizzare ChatGPT in Italia:

  1. Scegliere una VPN ChatGPT per l’Italia. Ti consiglio NordVPN perché è veloce, sicura e affidabile. In alternativa, Surfshark è un’ottima alternativa a basso costo ed ExpressVPN è un’eccellente soluzione completa che funziona anche per utilizzare ChatGPT in Italia.
  2. Scaricate il software VPN per il vostro dispositivo. Le nostre VPN consigliate hanno applicazioni per tutti i sistemi operativi più diffusi. È possibile sbloccare ChatGPT su dispositivi mobili, laptop, computer desktop o tablet.
  3. Accedere all’applicazione VPN. Accedete all’applicazione VPN utilizzando le credenziali scelte al momento dell’iscrizione.
  4. Collegatevi a un server VPN negli Stati Uniti, nel Regno Unito, nell’UE o in un altro luogo in cui ChatGPT è disponibile.
  5. Andate sul sito web di OpenAI per accedere e utilizzare il vostro account ChatGPT in Italia.

Se sei nuovo ChatGPT, dovrete iscrivervi al servizio utilizzando il vostro nome, l’e-mail e il numero di telefono (per ricevere un codice di attivazione via SMS). Successivamente, potrete iniziare a utilizzare ChatGPT gratuitamente sul sito web di OpenAI. In alternativa, è possibile utilizzare ChatGPT integrato in Skype e Bing.

Le migliori VPN per ChatGPT in Italia

Per trovare la migliore VPN per gli utenti di ChatGPT in Italia, abbiamo utilizzato una serie di test rigorosi per confrontare le opzioni più adatte. Potrete scoprire di più su come abbiamo scelto le migliori VPN per ChatGPT più avanti in questa guida. Per ora, ecco un elenco di alcuni dei criteri più importanti che abbiamo utilizzato:

  1. Server che funzionano per accedere al sito web di OpenAI e utilizzare ChatGPT.
  2. Server veloci che mantengono il vostro internet a velocità ottimali.
  3. Forti funzioni di sicurezza per mantenere private le vostre abitudini di navigazione e l’uso di ChatGPT.
  4. Applicazioni VPN per sbloccare Chat GPT su Windows, Mac, iOS o Android.
  5. Protezioni affidabili per la privacy, tra cui una politica di non registrazione e una solida crittografia.
  6. Assistenza clienti di prim’ordine con chat dal vivo 24/7.
  7. Un’ampia scelta di funzionalità per rendere la VPN più utile.
  8. Eccezionale rapporto qualità-prezzo.

Ecco la mia lista delle migliori VPN per utilizzare ChatGPT in Italia:

1. NordVPN

NordVPN è l’opzione migliore per gli utenti di ChatGPT in Italia. Dispone di server veloci in più di 59 Paesi, tra cui server in molte località che funzionano per accedere e utilizzare ChatGPT in Italia (o in qualsiasi altro luogo in cui sia bloccato).

NordVPN è super sicura grazie alla sua politica di non registrazione e alla forte crittografia. Gestisce l’intera rete solo su RAM, il che significa che può cancellare istantaneamente un server in caso di emergenza staccando la spina. NordVPN ha completato verifiche di terze parti delle sue politiche, della sua rete e delle sue app, il che significa che potete essere certi che questa VPN è sicura.

Con NordVPN è possibile accedere a ChatGPT su Windows, Mac, iOS e Android. È possibile configurare manualmente la VPN su macchine Linux e router compatibili. Questo consente agli utenti italiani di accedere a ChatGPT su smartphone, tablet, laptop e computer desktop.

Soprattutto, NordVPN ha una suite di eccellenti funzioni di sicurezza, per cui le vostre attività online non saranno facilmente rilevabili da terzi, come il vostro ISP o il governo. Tra queste, un kill switch, server offuscati e DoubleVPN.

L’assistenza via chat è disponibile 24 ore su 24, 7 giorni su 7, per aiutarvi a installare e utilizzare la VPN. Potete anche testarla con ChatGPT grazie alla garanzia di rimborso di 30 giorni. Per concludere, questa VPN funziona anche per accedere a Netflix US – e potete usarla per sbloccare le piattaforme televisive italiane come RaiPlay e Mediaset Play quando andate in vacanza.

NordVPN pro e contro

Politica di zero log

Funzioni di sicurezza avanzate e applicazioni completamente verificate

Velocità di connessione elevata per giochi e torrenting

Funziona con i servizi di streaming internazionali e italiani

5.000+ server in 60+ paesi che lavorano con ChatGPT

Ci vogliono circa 20 secondi per stabilire la connessione 1

Nel 2018 ha subito una violazione in un server in Finlandia (si è trattato di un caso isolato che da allora ha portato a molti eccellenti miglioramenti della sicurezza).

2. Surfshark

Surfshark è un servizio VPN molto conveniente che fornisce server in 100 Paesi; ideale per accedere a ChatGPT in Italia!

Per una VPN così avanzata e ricca di funzioni, Surfshark rappresenta un rapporto qualità-prezzo imbattibile. È possibile utilizzare un singolo abbonamento su un numero illimitato di dispositivi, il che significa che è possibile condividere il proprio account con amici e familiari.

Soprattutto, Surfshark dispone di app affidabili per Windows, Mac, iOS, Android, Firestick e Linux, quindi sarete in grado di utilizzare la VPN per accedere a ChatGPT (o a qualsiasi altro servizio di vostro interesse) su ogni dispositivo che possedete.

Le sue app altamente avanzate sono dotate di kill switch, offuscamento, crittografia AES, blocco di annunci e tracker, protezione contro i siti web dannosi, split tunneling e protocollo WireGuard per garantire velocità ancora maggiori. Queste caratteristiche lo rendono un’opzione fantastica per il gioco, lo streaming HD e il torrenting in tutta sicurezza in Italia.

Surfshark manterrà riservato tutto ciò che fate online, ora e in futuro, grazie alla sua politica di assenza di log, alla robusta crittografia AES e alla protezione contro le fughe di DNS. Potete utilizzare ChatGPT in Italia in tutta sicurezza e aggirare qualsiasi altra censura se viaggiate in altre parti del mondo.

L’intera rete di Surfshark è dotata di server senza disco e la VPN è stata sottoposta a un controllo di sicurezza completo da parte di terzi della sua rete di server e delle sue politiche sulla privacy. È possibile porre domande sull’impostazione e sull’utilizzo della VPN in qualsiasi momento della giornata grazie all’assistenza via chat dal vivo 24 ore su 24, 7 giorni su 7. È inoltre possibile ottenere un rimborso in qualsiasi momento nei primi 30 giorni per provare personalmente ChatGPT!

SurfShark pro e contro

Accesso a ChatGPT in Italia e altrove

Consente di collegare un numero illimitato di dispositivi

Velocità elevate

Funziona con Netflix, Hulu, BBC iPlayer e i servizi televisivi italiani.

Non conserva alcun registro

Some servers are faster than others

La verifica delle app riguardava solo le estensioni del browser

3. ExpressVPN

ExpressVPN è stata lanciata nel 2009, il che la rende una delle VPN più longeve sul mercato. Il servizio gode di un’ottima reputazione tra i consumatori di tutto il mondo ed è uno dei migliori servizi VPN per accedere a ChatGPT in Italia.

Dispone di applicazioni per Windows, Mac, Android e iOS che consentono di utilizzare ChatGPT su tutti i dispositivi. Queste app sono dotate di un kill switch, di crittografia AES-256, di una scelta di protocolli, di split tunneling e del protocollo Lightway personalizzato per garantire una maggiore velocità. La VPN ha un’affidabile politica di non registrazione che è stata verificata in modo indipendente. È possibile utilizzare la VPN su un massimo di 5 dispositivi contemporaneamente.

Con ExpressVPN è possibile accedere a server in 94 Paesi. Questo la rende perfetta per accedere a servizi di streaming internazionali, ChatGPT, siti torrent riservati o qualsiasi altra cosa vi interessi. Funziona con Netflix US, Hulu, HBO Max e per guardare i servizi di streaming italiani più popolari in vacanza.

La rete di ExpressVPN è estremamente sicura grazie ai suoi server senza disco. I maggiori svantaggi sono il costo un po’ elevato e il fatto che non consente il port forwarding. Tuttavia, si tratta di una VPN estremamente affidabile che si adatta alla maggior parte degli utenti Internet domestici. È possibile provarla personalmente grazie alla garanzia di rimborso di 30 giorni e ottenere assistenza in qualsiasi momento della giornata tramite il supporto della chat dal vivo.

ExpressVPN pro e contro

Crittografia sicura e politica “zero log”.

Velocità elevate per lo streaming, i giochi e il torrenting

Funziona con ChatGPT, servizi televisivi italiani, Netflix US e altro ancora

Assistenza live chat 24/7

Lavora anche in Cina

Più costoso rispetto alle altre raccomandazioni

Meno funzioni avanzate rispetto alle nostre migliori raccomandazioni

4. CyberGhost

CyberGhost è un provider con sede in Romania che ha una forte politica di non registrazione. Ciò significa che non traccia mai l’attività degli utenti, il che lo rende una buona scelta per chiunque voglia sbloccare ChatGPT privatamente in Italia.

L’app è facile da usare, in quanto presenta un numero inferiore di funzioni rispetto ad altre raccomandazioni. Questo potrebbe renderlo meno attraente per gli utenti tecnologici o per chi fa spesso torrent. Tuttavia, per gli utenti di Internet a casa in Italia che vogliono principalmente accedere a ChatGPT, sbloccare i flussi e utilizzare il wifi pubblico in modo sicuro, CyberGhost rimane un’opzione fantastica.

Le app sono disponibili per Windows, Mac, iOS e Android e possono essere utilizzate su un massimo di 7 dispositivi. CyberGhost è veloce grazie alla sua implementazione WireGuard e funziona con molti servizi di streaming popolari, tra cui Netflix US. Dispone di server veloci in oltre 89 Paesi, tra cui l’Italia, in modo da poter guardare le piattaforme televisive italiane anche in vacanza.

CyberGhost offre la crittografia AES (protocollo OpenVPN), un kill switch e la protezione contro le perdite DNS. Questo lo rende affidabile per mantenere private le vostre attività online. Inoltre, blocca gli annunci e filtra il malware, fornendo un ulteriore livello di sicurezza su Internet.

L’unico aspetto negativo è che non offre connessioni multi-hop, Tor over VPN o il port forwarding. Inoltre, lo split tunneling è disponibile solo per Android. Tuttavia, a meno che non abbiate bisogno di queste funzioni, CyberGhost è molto versatile ed economico. È possibile ottenere assistenza in qualsiasi momento della giornata grazie al supporto di chat dal vivo 24/7 e provarlo senza rischi grazie alla garanzia di rimborso di 45 giorni.

CyberGhost pro e contro

Server veloci e ottimizzati per lo streaming

Collegare fino a sette dispositivi contemporaneamente

Interruttore di blocco su tutte le app e politica di non utilizzo dei log

Le app sono eccellenti per i principianti

Funziona per accedere a ChatGPT in Italia

Non funziona in modo affidabile in Cina o negli Emirati Arabi Uniti.

5. IPVanish

IPVanish è una VPN con sede negli Stati Uniti, con server situati in 27 diverse città americane. Questo la rende un’opzione fantastica per accedere a servizi statunitensi come ChatGPT, Netflix US e qualsiasi altra cosa che richieda un indirizzo IP statunitense.

IPVanish potrebbe avere sede negli Stati Uniti, che non è il posto migliore per un servizio di privacy. Tuttavia, ha una politica di zero log, il che significa che non ha dati storici da trasmettere alle autorità statunitensi, anche se gli viene notificato un mandato. Le app sicure sono disponibili per Windows, Mac, iOS, Android e Firesticks. Queste app sono dotate di un kill switch, protezione contro le fughe di DNS, offuscamento XOR, forte crittografia AES-256, split tunneling (solo per Android e FireOS) e una varietà di protocolli VPN. Questo lo rende affidabile per ottenere la privacy quando si utilizza ChatGPT o qualsiasi altro servizio.

Grazie alle sue caratteristiche e alla rete veloce di server in 50 Paesi, IPVanish è una buona opzione per accedere a ChatGPT, a siti web censurati o a servizi VoIP limitati in Paesi come gli Emirati Arabi Uniti. È anche sicuro per aggirare i blocchi al lavoro, a scuola o imposti dagli ISP italiani.

Uno svantaggio è che IPVanish non è altrettanto valido per accedere ai servizi di streaming internazionali. Tuttavia, funziona ancora per accedere a Netflix US. Inoltre, è possibile testarlo con i servizi di streaming italiani grazie alla garanzia di rimborso di 30 giorni. La cosa migliore è che potete utilizzare questa VPN su un numero illimitato di dispositivi per condividere il vostro account e utilizzarlo su qualsiasi dispositivo!

IPVanish pro e contro

Fantastica velocità di connessione per giochi e torrenting

Forti funzioni di sicurezza, tra cui un interruttore di spegnimento

Nessuna politica di Log

Server in oltre 50 paesi, tra cui l’Italia

Connessioni simultanee illimitate

Bloccato negli Emirati Arabi Uniti e in Cina

Non sblocca così tanti servizi di streaming

6. AtlasVPN

AtlasVPN è uno dei servizi VPN più recenti sul mercato. Ha guadagnato rapidamente popolarità grazie a un servizio di alta qualità e a funzioni di sicurezza affidabili. La sua rapida crescita ha portato all’acquisizione del servizio da parte di NordVPN nel 2021. Da allora, la VPN è migliorata notevolmente, aggiungendo funzionalità ed estendendo la sua rete di server, rendendola una VPN affidabile per l’Italia.

La VPN dispone di app personalizzate per Windows, Mac, iOS e Android. È possibile utilizzarla per sbloccare ChatGPT su qualsiasi dispositivo, sia a casa che su una rete wifi pubblica. È veloce grazie al protocollo WireGuard, il che significa che è possibile utilizzarla per lo streaming, i giochi e le videochiamate.

Le applicazioni sono dotate di kill switch, crittografia forte, split tunneling, connessioni multi-hop, blocco di annunci e tracker e protezione da siti web dannosi. Questo lo rende un prodotto completo. È adatta anche per il torrenting. Detto questo, il kill switch di AtlasVPN perde per un momento durante la riconnessione, quindi dovreste mettere in pausa i vostri torrent fino a quando non vi sarete riconnessi in modo sicuro.

I server sono disponibili in oltre 40 Paesi e consente di accedere a ChatGPT, Netflix US, Hulu, HBO Max, BBC iPlayer e altri servizi internazionali popolari mentre ci si trova in Italia, oltre che alla TV locale italiana. Funziona anche per accedere ai servizi italiani dall’estero!

Lo svantaggio principale è che non fornisce il famoso protocollo OpenVPN o l’offuscamento in nessuna delle sue app. Quindi, se volete queste funzioni, dovrete acquistare altrove. D’altra parte, WireGuard è considerata a prova di futuro e, considerando il costo di questa VPN e il suo numero illimitato di connessioni simultanee, la sua popolarità non sorprende.

AtlasVPN pro e contro

Connessioni veloci per lo streaming, il torrenting e il gaming in Italia

I server in oltre 40 paesi lavorano con Chat GPT

Nessuna politica di Log

Funziona con Netflix US e altri servizi di streaming popolari

Nessuna politica di log

Non può essere installato sui router

Meno sedi di server rispetto alle altre raccomandazioni

Il Kill-switch perde alla riconnessione

Con sede negli Stati Uniti

Metodologia: Come troviamo le migliori VPN ChatGPT per l’Italia

La mia metodologia di test contribuisce a garantire che raccomando sempre e solo le migliori VPN per gli utenti di ChatGPT in Italia. Di conseguenza, gli utenti di Internet possono ottenere la privacy online e aggirare le restrizioni senza alcuna ripercussione o preoccupazione.Come parte della nostra metodologia di recensione, effettuiamo test di velocità delle VPN da tre diverse località popolari in Asia, Regno Unito e Stati Uniti. Controlliamo la sicurezza delle VPN e testiamo ogni applicazione VPN per verificare la presenza di falle. Controlliamo anche le politiche sulla privacy per assicurarci che soddisfino i nostri rigorosi standard.Di seguito, abbiamo incluso un elenco delle cose che abbiamo controllato per raccomandare le migliori VPN per gli utenti di ChatGPT in Italia:

  • Robusta protezione della privacy. Raccomando solo VPN con una politica di non registrazione. Non memorizza mai alcun record di ciò che gli utenti fanno online.
  • Sicurezza a prova di bomba. Controllo come ogni VPN implementa la sua crittografia, cerchiamo eventuali falle nei suoi sistemi ed effettuiamo test di tenuta. Raccomandiamo solo VPN che proteggono sempre i vostri dati dalle intercettazioni.
  • Caratteristiche avanzate. Cerco di trovare VPN che abbiano molte utili funzioni aggiuntive e impostazioni di sicurezza. Cerchiamo elementi come il multi-hop, Tor over VPN, il port forwarding e il blocco degli annunci per raccomandare VPN che rappresentano un eccezionale rapporto qualità-prezzo.
  • Server in tutto il mondo. Scelgo VPN con un’ampia selezione di server per consentirvi di accedere a servizi popolari da tutto il mondo. In questo modo è possibile aggirare la censura per utilizzare Chat GPT, aggirare i blocchi regionali e ottenere un indirizzo IP in tutto il mondo.
  • Applicazioni sicure per tutti i dispositivi. Verifico la compatibilità di ogni VPN e raccomandiamo solo quelle che funzionano su Windows, Mac, iOS e Android. Punti extra per la compatibilità con Linux, router e browser.
  • Libertà di accesso. Raccomando solo VPN in grado di garantire un elevato grado di libertà online, aggirando tutti i tipi di blocchi e accedendo ai servizi più diffusi in tutto il mondo.
  • Rapporto qualità-prezzo. Considero sempre la privacy e la sicurezza al di sopra di tutto. Tuttavia, comprendiamo che il costo può essere un fattore decisivo, ed è per questo che raccomandiamo solo VPN affidabili per ChatGPT che abbiano anche un buon rapporto qualità-prezzo.
  • Ottimo servizio clienti. Utilizzare una VPN dovrebbe essere facile, ma se si incontrano difficoltà, si dovrebbe essere in grado di ottenere aiuto. Raccomando solo VPN con supporto via e-mail e live chat, guide all’installazione e risorse sul sito web, come le FAQ.
  • Una rete di server senza disco completamente controllata. Per entrare nella mia top 3 delle VPN, la VPN deve aver completato audit di sicurezza di terze parti e gestire una rete di server solo RAM che possono essere facilmente cancellati in caso di emergenza.

Accesso a ChatGPT in Italia Domande frequenti

Posso utilizzare una VPN gratuita per ChatGPT in Italia?

Sebbene esistano un paio di VPN gratuite affidabili sul mercato (AtlasVPN e ProtonVPN), le altre dovrebbero essere evitate. Alcuni studi hanno rivelato che le VPN gratuite hanno politiche sulla privacy lacunose che consentono alla VPN di tracciare le abitudini degli utenti a scopo di profilazione. Queste VPN senza scrupoli vendono i dati degli utenti a terzi, come inserzionisti e broker di dati, per creare un flusso di entrate.

Inoltre, è stato riscontrato che le VPN gratuite hanno app poco sicure, soffrono di perdite di DNS e IP, mancano di una crittografia affidabile e hanno spyware nelle loro app. Questo rende l’utilizzo di VPN gratuite un rischio enorme per la sicurezza dei vostri dati in Italia.

Se volete utilizzare ChatGPT gratuitamente con una VPN, in genere vi consigliamo di avvalervi della garanzia di rimborso della VPN. Questo perché le VPN gratuite di fiducia che abbiamo menzionato sopra sono molto limitate rispetto alle loro controparti premium. Ciò include elementi quali velocità ridotte, poche ubicazioni dei server e fastidiosi limiti di download.

Una VPN premium, d’altra parte, non deve necessariamente costare un occhio della testa e vi darà accesso illimitato a ChatGPT o a qualsiasi altro servizio di vostro interesse.

Ho pagato per un account ChatGPT Plus, cosa devo fare?

Se si tenta di accedere a ChatGPT in Italia senza una VPN, verrà visualizzato il seguente messaggio:

“Caro utente di ChatGPT,

Siamo spiacenti di informarti che abbiamo disabilitato l’accesso a ChatGPT per gli utenti in Italia su richiesta dell’Autorità Garante per la protezione dei dati personali.

Il 1° aprile 2023, abbiamo emesso un rimborso per tutti gli utenti in Italia che hanno acquistato un abbonamento a ChatGPT Plus nel marzo 2023.

Abbiamo inoltre sospeso temporaneamente i rinnovi degli abbonamenti in Italia, in modo che agli utenti non venga addebitato alcun costo per il periodo di sospensione dell’accesso a ChatGPT.

Ci impegniamo a proteggere la privacy delle persone e riteniamo di offrire ChatGPT in conformità al GDPR e ad altre leggi sulla privacy. Ci impegneremo con il Garante per ripristinare l’accesso a ChatGPT il prima possibile.

Molti di voi ci hanno detto che trovate ChatGPT utile per le attività quotidiane e speriamo di renderlo nuovamente disponibile il prima possibile.

Se avete domande o dubbi su ChatGPT o sul processo di rimborso, abbiamo preparato un elenco di domande frequenti con le relative risposte.

“Il team di supporto di OpenAI”.

Come si può vedere nel messaggio, a tutti gli utenti che hanno pagato per ChatGPT Plus a marzo è stato offerto un rimborso e non potranno rinnovare il loro account fino a quando le restrizioni governative non saranno rimosse. La buona notizia è che dovreste essere in grado di sottoscrivere nuovamente l’abbonamento collegandovi a un server VPN negli Stati Uniti o altrove al di fuori dell’Italia.

In questo modo si otterrà un indirizzo IP valido, il che significa che si dovrebbe essere in grado di pagare e continuare a utilizzare il servizio purché ci si connetta sempre a un server VPN fuori dall’Italia.

Posso utilizzare ChatGPT gratuitamente in Italia?

Sì, ChatGPT è disponibile gratuitamente tramite il sito web di OpenAI e in diverse applicazioni. Ad esempio, è disponibile attraverso Bing nel browser Edge e direttamente in Skype. Questo significa che potete facilmente utilizzarlo gratuitamente in Italia con una VPN.

L’unica avvertenza è che alcune piattaforme potrebbero richiedere un pagamento o un abbonamento per utilizzare la loro integrazione di ChatGPT. Potrebbe essere necessario pagare per utilizzare ChatGPT in alcune applicazioni. Vi consigliamo di controllare ogni servizio che volete utilizzare per scoprire se ci sono costi associati.

Vi raccomandiamo inoltre di stare attenti alle truffe. È noto che i truffatori vendono l’accesso a ChatGPT, quindi ricordate che potete usare la versione ufficiale gratuitamente sul sito web di OpenAI.

Perché la Chat GPT non è temporaneamente non disponibile?

ChatGPT è estremamente popolare, il che significa che i suoi server sono spesso congestionati da utenti in tutto il mondo. In questo caso, potreste ricevere un messaggio che vi informa che ChatGPT è temporaneamente non disponibile. In questo caso, non è detto che la vostra VPN sia in grado di aiutarvi. D’altra parte, potrebbe valere la pena di connettersi a un server VPN in un paese diverso per vedere se si riesce a stabilire una sessione di ChatGPT.

La cosa importante da ricordare è che se ricevete questo messaggio, non ha nulla a che fare con i blocchi in Italia o con la vostra VPN. Significa semplicemente che ChatGPT è sovraccarico e che è necessario attendere che diventi nuovamente disponibile.

Perché la Chat GPT è bloccata in Italia?

Il Garante italiano per la protezione dei dati personali ha ordinato il blocco temporaneo di ChatGPT per motivi di privacy. Il governo italiano ha deciso di indagare sul servizio per assicurarsi che sia conforme alle norme stabilite dal Regolamento generale sulla protezione dei dati (GDPR) dell’UE.

Il governo è anche preoccupato per il fatto che OpenAI non ha alcun modo di verificare se un utente ha più di 13 anni, il che, secondo le autorità italiane, potrebbe consentire ai bambini di essere esposti a contenuti non adatti.

OpenAI ha ribadito che ChatGPT è destinato solo a utenti di età superiore ai 13 anni, ma il governo italiano teme che l’azienda non stia facendo abbastanza per proteggere i suoi utenti da abusi di dati e risposte potenzialmente dannose.

Quali sono i problemi di privacy legati a ChatGPT?

Gli esperti di intelligenza artificiale, gli enti governativi e i gruppi di difesa della privacy si stanno preoccupando del fatto che gli insiemi di dati utilizzati per addestrare ChatGPT, così come i dati aggiuntivi forniti direttamente dagli utenti, possano creare seri rischi per la privacy e minacce alla sicurezza informatica per gli utenti di ChatGPT.

I modelli linguistici di grandi dimensioni come ChatGPT richiedono una grande quantità di dati per l’addestramento e, durante l’utilizzo della tecnologia, gli individui spesso forniscono informazioni personali, dati aziendali e proprietà intellettuale. Ciò fa temere che i dati privati vengano sfruttati per creare un flusso di entrate per OpenAI e Microsoft (la sua società madre) all’insaputa o con il consenso degli utenti.

Per questo motivo, gli esperti chiedono ai legislatori di considerare come l’accesso di ChatGPT agli input degli utenti, a Internet e ad altre fonti di dati influisca sui diritti alla privacy dei consumatori e sulla sicurezza delle persone o delle aziende che utilizzano la piattaforma.

Dove è vietato o bloccato ChatGPT?

ChatGPT is currently banned or blocked in the following countries:

  • Italia
  • Cina
  • Russia
  • Iran
  • Corea del Nord

È legale utilizzare una VPN per accedere a ChatGPT in Italia?

Sì. Non esistono leggi che rendano esplicitamente illegale l’uso di ChatGPT in Italia, e le restrizioni sono state introdotte solo come misura di protezione. Dovreste essere in grado di aggirare i blocchi con una VPN per continuare a utilizzare ChatGPT senza ripercussioni.

Detto questo, vi ricordiamo che nulla di quanto riportato in questo articolo costituisce una consulenza legale. Vi consigliamo di fare le vostre ricerche per comprendere le leggi locali e capire le potenziali ripercussioni dell’utilizzo di ChatGPT nel luogo in cui vivete.

Posso usare una VPN per sbloccare ChatGPT a scuola o al lavoro?

Se il vostro posto di lavoro o la vostra scuola hanno bloccato ChatGPT in Italia, una VPN vi aiuterà. Una VPN cripta il vostro traffico internet per permettervi di accedere a ChatGPT privatamente su qualsiasi rete, anche sul posto di lavoro.

Tuttavia, vi invitiamo a considerare il motivo per cui il vostro datore di lavoro o la vostra scuola hanno bloccato ChatGPT. È possibile che l’utilizzo di ChatGPT per elaborare dati aziendali sensibili, dati dei consumatori o proprietà intellettuale sia illegale e possa esporre la vostra azienda a controversie o multe. È anche possibile che possiate incorrere in responsabilità personali.

Ricordate che nulla di questa guida è un consiglio legale ed è fondamentale che comprendiate il motivo per cui la vostra azienda ha bloccato ChatGPT prima di decidere di andare avanti e infrangere le regole.

Che cosa puoi fare con ChtatGpt

ChatGPT è uno strumento di elaborazione del linguaggio naturale basato sulla tecnologia AI che consente di avere conversazioni simili a quelle umane e molto altro ancora con il chatbot. Il modello linguistico può rispondere a domande e assistere l’utente in compiti come la composizione di e-mail, saggi e codice.

L’utilizzo è attualmente aperto al pubblico gratuitamente, perché ChatGPT è in fase di ricerca e di raccolta di feedback. Dal 1° febbraio è disponibile anche una versione in abbonamento a pagamento, chiamata ChatGPT Plus.

Chi ha creato ChatGPT?

ChatGPT è stato creato da OpenAI, una società di ricerca e AI. L’azienda ha lanciato ChatGPT il 30 novembre 2022. OpenAI è anche responsabile della creazione di DALL-E-2, un popolare generatore di arte artificiale, e di Whisper, un sistema di riconoscimento vocale automatico.

Quanto è importante ChatGPT?

È un grosso problema. Pensate a un’interruzione a livello di Internet.

“ChatGPT fa paura. Non siamo lontani da un’IA pericolosamente forte”, dichiaro’ Elon Musk, che è stato uno dei fondatori di OpenAI prima di lasciarla. Sam Altman, capo di OpenAI, ha dichiarato su Twitter che ChatGPT ha avuto più di 1 milione di utenti nei primi cinque giorni dal lancio.

Secondo un’analisi della banca svizzera UBS, ChatGPT è l’app con la crescita più rapida di tutti i tempi. L’analisi stima che ChatGPT avesse 100 milioni di utenti attivi a gennaio, solo due mesi dopo il suo lancio. Per fare un confronto, TikTok ha impiegato nove mesi per raggiungere i 100 milioni.

Come si accedeva a ChatGPT?

Era possibile accedere a ChatGPT semplicemente visitando chat.openai.com e creando un account OpenAI.

Una volta effettuato l’accesso, potete iniziare a chattare con ChatGPT. Iniziate la conversazione ponendo una domanda. Poiché ChatGPT è ancora in fase di ricerca, il suo utilizzo è gratuito e si possono porre tutte le domande che si desidera.

In che modo le persone usavano ChatGPT?

Il modello ha molte funzioni oltre a rispondere a semplici domande. ChatGPT è in grado di comporre saggi, descrivere l’arte in modo molto dettagliato, creare suggerimenti artistici per l’intelligenza artificiale, intrattenere conversazioni filosofiche e persino codificare per voi.

Il mio preferito era chiedere aiuto al chatbot per creare elenchi di base, come quelli dei bagagli, della spesa e delle cose da fare, per rendere la mia vita quotidiana più produttiva. Le possibilità sono infinite.

ZDNET ha pubblicato molte guide ChatGPT. Ecco alcune delle più popolari.

Era possibile usare ChatGPT per:

  • Creare un’applicazione
  • Scrivere codice
  • Costruire il proprio curriculum
  • Scrivere formule di Excel
  • Riassumere contenuti
  • Scrivere una lettera di presentazione

Come funzionava ChatGPT?

ChatGPT si basa su un’architettura di modelli linguistici creata da OpenAI, chiamata Generative Pre-trained Transformer (GPT). Secondo OpenAI, il GPT specifico utilizzato da ChatGPT è stato messo a punto a partire da un modello della serie GPT-3.5. Tuttavia, con l’abbonamento a ChatGPT Plus, è possibile accedere a ChatGPT con il GPT-4, che è un modello di linguaggio.

Tuttavia, con un abbonamento a ChatGPT Plus, è possibile accedere a ChatGPT con GPT-4, il modello più avanzato di Open AI.

I modelli di intelligenza artificiale generativa di questo tipo vengono addestrati su vaste quantità di informazioni provenienti da Internet, tra cui siti web, libri, articoli di notizie e altro ancora.

Il modello linguistico è stato messo a punto utilizzando l’apprendimento supervisionato e l’apprendimento per rinforzo. L’uso del Reinforcement Learning from Human Feedback (RLHF) è ciò che rende ChatGPT particolarmente unico. Secondo OpenAI, grazie all’RLHF, i formatori umani di IA hanno fornito al modello conversazioni in cui interpretavano entrambe le parti, l’utente e l’assistente IA.

Qual è la differenza tra ChatGPT e un motore di ricerca?

ChatGPT è un modello linguistico creato per tenere una conversazione con l’utente finale. Un motore di ricerca indicizza le pagine web di Internet per aiutare l’utente a trovare le informazioni richieste. ChatGPT non ha la capacità di cercare informazioni su Internet. Utilizza le informazioni apprese dai dati di addestramento per generare una risposta, il che lascia spazio all’errore.

Un’altra differenza importante è che ChatGPT ha accesso solo alle informazioni fino al 2021, mentre un normale motore di ricerca come Google ha accesso alle informazioni più recenti. Quindi, se chiedete a ChatGPT chi ha vinto la Coppa del Mondo nel 2022, non sarà in grado di darvi una risposta come farebbe Google.

Quali sono le limitazioni di ChatGPT?

Nonostante l’aspetto molto impressionante, ChatGPT presenta ancora dei limiti. Tali limiti includono l’incapacità di rispondere a domande formulate in modo specifico, in quanto richiede una riformulazione per comprendere la domanda inserita. Un limite ancora maggiore è la mancanza di qualità nelle risposte fornite, che a volte possono essere plausibili ma prive di senso pratico o eccessivamente prolisse.

Invece di chiedere chiarimenti su domande ambigue, il modello si limita a indovinare il significato della domanda, il che può portare a risposte indesiderate alle domande. Questo ha già portato il sito di domande e risposte per sviluppatori StackOverflow a vietare almeno temporaneamente le risposte alle domande generate da ChatGPT.

“Il problema principale è che le risposte prodotte da ChatGPT hanno un’alta percentuale di errori, ma in genere sembrano buone e sono molto facili da produrre”, affermano i moderatori di Stack Overflow in un post. I critici sostengono che questi strumenti sono solo molto bravi a mettere le parole in un ordine che ha senso da un punto di vista statistico, ma non sono in grado di capire il significato o di sapere se le affermazioni che fanno sono corrette.

Un’altra grande limitazione è che i dati di ChatGPT sono limitati al 2021. Il chatbot non è a conoscenza di eventi o notizie che si sono verificati da allora. Pertanto, alcune richieste non daranno alcun risultato, come ad esempio “Chi ha vinto la Coppa del Mondo nel 2022?”.

Infine, ChatGPT non fornisce fonti per le sue risposte. Esiste però una soluzione. Ecco come fare in modo che fornisca le fonti e le citazioni.

Posso chattare con ChatGPT?

Sebbene alcune persone utilizzino ChatGPT per alcune funzioni elaborate come la scrittura di codice o addirittura di malware, è possibile utilizzare ChatGPT per attività più banali come una conversazione amichevole.

Alcuni spunti di conversazione possono essere semplici come “Ho fame, che cibo dovrei prendere?” o elaborati come “Cosa pensi che succeda nell’aldilà?”. In ogni caso, ChatGPT avrà sicuramente una risposta per voi.

Perché alcune persone sono preoccupate per la ChatGPT?

Le persone esprimono la preoccupazione che i chatbot AI possano sostituire o atrofizzare l’intelligenza umana. Ad esempio, il chatbot può scrivere un articolo su qualsiasi argomento in modo efficiente (anche se non necessariamente accurato) in pochi secondi, eliminando potenzialmente la necessità di uno scrittore umano.

Il chatbot può anche scrivere un intero saggio in pochi secondi, rendendo più facile per gli studenti imbrogliare o evitare di imparare a scrivere correttamente. Questo ha portato alcuni distretti scolastici a bloccarne l’accesso.

Un’altra preoccupazione legata al chatbot AI è la possibile diffusione di informazioni errate. Poiché il bot non è collegato a Internet, potrebbe commettere errori nella condivisione delle informazioni.

Il bot stesso afferma: “Le mie risposte non devono essere prese come dati di fatto e invito sempre le persone a verificare qualsiasi informazione ricevuta da me o da qualsiasi altra fonte”. OpenAI stessa nota che ChatGPT a volte scrive “risposte plausibili ma errate o senza senso”.

Esiste uno strumento che riconosce il testo ChatGPT?

Con la preoccupazione che gli studenti usino ChatGPT per imbrogliare, la necessità di un rilevatore di testo ChatGPT sta diventando sempre più evidente. OpenAI, la società di ricerca sull’intelligenza artificiale che sta dietro a ChatGPT, ha rilasciato uno strumento gratuito imperfetto per risolvere questo problema. Lo strumento “classificatore” di OpenAI è in grado di identificare correttamente solo il 26% del testo scritto dall’IA con la designazione “probabilmente scritto dall’IA”. Inoltre, fornisce falsi positivi nel 9% dei casi, identificando erroneamente un testo scritto da un essere umano come scritto dall’IA.

Sul mercato esistono anche altri rilevatori di AI, come GPT-2 Output Detector, Writer AI Content Detector e Content at Scale AI Content Detection. Tuttavia, ZDNET ha messo alla prova tutti e tre questi strumenti e i risultati sono stati insoddisfacenti. Tutti e tre gli strumenti si sono rivelati fonti inaffidabili per l’individuazione dell’intelligenza artificiale, fornendo ripetutamente falsi negativi. Ecco i risultati completi del test di ZDNET.

Sebbene gli strumenti non siano sufficienti a rilevare la scrittura generata da ChatGPT, uno studio dimostra che gli esseri umani possono essere in grado di individuarla cercando l’educazione all’interno del testo. I risultati dello studio indicano che lo stile di scrittura di ChatGPT è estremamente educato. Inoltre, a differenza degli esseri umani, non è in grado di produrre risposte che includano metafore, ironia o sarcasmo.

Dopo che l’Italia ha bloccato l’accesso al chatbot ChatGPT di OpenAI, il resto d’Europa la seguirà?

Le autorità di regolamentazione di tutta Europa stanno verificando la conformità di ChatGPT alle norme sulla privacy dopo che l’Italia è diventata il primo Paese occidentale a bloccare il popolare chatbot basato sull’intelligenza artificiale (AI).

L’autorità italiana per la protezione dei dati ha dichiarato la scorsa settimana di aver aperto un’indagine contro OpenAI, l’azienda che sta dietro al popolarissimo chatbot, citando problemi di privacy dopo che ChatGPT ha subito una violazione dei dati relativi alle conversazioni degli utenti e alle informazioni sui pagamenti.

ChatGPT può praticamente rispondere a qualsiasi domanda, superare esami e persino codificare un intero sito web per voi.

Centinaia di milioni di persone hanno utilizzato ChatGPT dal suo lancio nel novembre 2022, rendendola l’applicazione per i consumatori con la crescita più rapida della storia, secondo uno studio di UBS.

Tuttavia, sono cresciute le preoccupazioni sui potenziali rischi dell’IA, tra cui la minaccia di cancellare molti posti di lavoro e di diffondere la disinformazione.

Il mese scorso, importanti figure della tecnologia, tra cui il capo di Twitter Elon Musk, hanno addirittura chiesto di fermare lo sviluppo di questo tipo di sistemi di intelligenza artificiale, nel timore che la corsa al loro sviluppo sia andata fuori controllo.

ChatGPT è una cosa buona o cattiva?

ChatGPT è un chatbot avanzato che ha il potenziale di semplificare la vita delle persone e di aiutarle a svolgere le attività quotidiane più noiose, come scrivere e-mail o navigare sul web in cerca di risposte. Tuttavia, alcuni dettagli tecnici devono essere risolti prima che venga utilizzato su larga scala, per evitare esiti negativi come la diffusione di informazioni errate. In generale, i modelli di intelligenza artificiale e di ML si basano su un lungo periodo di addestramento e di messa a punto per raggiungere un livello di prestazioni ideale.

Significa che l’IA sta conquistando il mondo? Forse non ancora, ma Altman di OpenAI ritiene che l’intelligenza artificiale di tipo umano non sia poi così lontana. Rispondendo al commento di Musk sull’IA pericolosamente forte, Altman ha twittato: “Sono d’accordo sul fatto che siamo vicini a un’IA pericolosamente forte, nel senso di un’IA che pone, ad esempio, un enorme rischio di cybersicurezza. e penso che potremmo arrivare a una vera IA nel prossimo decennio, quindi dobbiamo prendere estremamente sul serio anche il rischio di questo”.

Ha anche osservato che: “È interessante vedere come le persone comincino a discutere se i potenti sistemi di IA debbano comportarsi come vogliono gli utenti o come intendono i loro creatori. la questione di quali valori allineare a questi sistemi sarà uno dei dibattiti più importanti che la società abbia mai avuto”.

Che cos’è il GPT-4?

GPT-4 è la versione più recente dei sistemi di modelli linguistici di OpenAI ed è molto più avanzata del suo predecessore GPT-3.5, su cui gira ChatGPT.

GPT-4 è un modello multimodale che accetta sia testo che immagini come input e produce testo. Questo può essere utile per caricare fogli di lavoro, grafici e diagrammi da analizzare.

Attualmente, le funzionalità di inserimento del testo del GPT-4 sono le uniche disponibili al pubblico. Gli utenti possono accedervi abbonandosi a ChatGPT Plus per 20 dollari al mese o utilizzando Bing Chat.

Il giorno in cui GPT-4 è stato presentato da OpenAI, Microsoft ha reso noto che il suo chatbot, Bing Chat, funziona su GPT-4 fin dal suo lancio. L’uso di questo chatbot è gratuito, ma gli utenti devono iscriversi a una lista d’attesa per accedervi.

Il GPT-4 ha capacità intellettuali avanzate che gli consentono di superare il GPT-3.5 in una serie di esami di benchmark simulati. Ha anche ridotto il numero di allucinazioni prodotte dal chatbot.

Ci sono alternative a ChatGPT che vale la pena considerare?

Sebbene ChatGPT sia il chatbot che sta spopolando in questo momento, esistono altre opzioni altrettanto valide e che potrebbero addirittura essere più adatte alle vostre esigenze.
Nonostante le ampie capacità di ChatGPT, il chatbot AI presenta alcuni aspetti negativi, tra cui il fatto che la versione gratuita è spesso a pieno regime. Se volete provare il mondo dei chatbot e degli scrittori AI, ci sono molte altre opzioni da considerare, tra cui Bing Chat, YouChat, Jasper e Chatsonic.

ChatGPT è abbastanza intelligente da superare gli esami di riferimento?

Sì, ChatGPT è in grado di superare una serie di esami di riferimento. Un professore della Wharton, la scuola di economia dell’Università della Pennsylvania, ha usato ChatGPT per sostenere un esame MBA e i risultati sono stati piuttosto impressionanti.

ChatGPT non solo ha superato l’esame, ma ha anche ottenuto un punteggio di B a B-. Il professore, Christian Terwiesch, è rimasto impressionato dalla gestione delle operazioni di base, dalle domande sull’analisi dei processi e dalle spiegazioni.

OpenAI ha anche testato la capacità del chatbot di superare esami di riferimento. Sebbene ChatGPT fosse in grado di superare molti di questi esami di riferimento, i suoi punteggi erano solitamente nel percentile più basso. Tuttavia, con GPT-4, ChatGPT può ottenere punteggi molto più alti.

Ad esempio, ChatGPT nella serie 3.5 ha ottenuto un punteggio nel 10° percentile inferiore di un esame di avvocato simulato, mentre GPT-4 ha ottenuto un punteggio nel 10° percentile superiore. Altri esempi di OpenAI sono riportati nel grafico seguente.

gpt4 esami simulati
Screenshot di Sabrina Ortiz/ZDNET

ChatGPT può essere utilizzato per l’assistenza alla candidatura?

Sì, ChatGPT è un’ottima risorsa per aiutarvi con le domande di lavoro. La ricerca di un lavoro può essere già di per sé noiosa e difficile, e ChatGPT può aiutarvi ad alleggerire il carico. ChatGPT può aiutarvi a costruire il vostro curriculum e a scrivere una lettera di presentazione.

Se, oltre alla lettera di presentazione, la vostra candidatura prevede anche dei supplementi scritti, potete usare ChatGPT per aiutarvi a scrivere questi saggi o dichiarazioni personali.

ChatGPT sta arrivando sui social media?

La prima apparizione di ChatGPT nello spazio dei social media è la sua collaborazione con Snapchat. Il 7 febbraio Snapchat ha presentato un’integrazione di ChatGPT che consentirà agli abbonati a Snapchat+ di chattare con il bot all’interno della sua app.

La funzione, chiamata “My AI”, includerà alcune limitazioni di ChatGPT, tra cui il rifiuto di fornire risposte su politica, violenza, parolacce e persino sulla scrittura di saggi accademici, secondo quanto riportato da The Verge.

Qual è il coinvolgimento di Microsoft in ChatGPT?

Microsoft è stata uno dei primi investitori di OpenAI, la società di ricerca sull’intelligenza artificiale che sta dietro a ChatGPT, molto prima che ChatGPT venisse rilasciato al pubblico. Il primo coinvolgimento di Microsoft in OpenAI risale al 2019, quando Microsoft ha investito 1 miliardo di dollari, e poi 2 miliardi di dollari negli anni successivi. A gennaio, Microsoft ha esteso la sua partnership con OpenAI con un investimento pluriennale e multimiliardario.

Nessuna delle due società ha rivelato il valore dell’investimento, ma le fonti hanno rivelato che sarà di 10 miliardi di dollari in più anni, secondo Bloomberg. In cambio, il servizio Azure di Microsoft sarà il fornitore esclusivo di cloud computing di OpenAI, alimentando tutti i carichi di lavoro di OpenAI attraverso la ricerca, i prodotti e i servizi API.

Microsoft ha utilizzato la partnership con OpenAI anche per rinnovare il proprio motore di ricerca Bing e migliorare il proprio browser. Il 7 febbraio Microsoft ha presentato un nuovo motore di ricerca Bing che si basa su un modello di linguaggio di grandi dimensioni OpenAI di prossima generazione, personalizzato appositamente per la ricerca.

L’accesso a Bing Chat, il chatbot di Bing dotato di intelligenza artificiale, è attualmente limitato. Tuttavia,

Cosa c’entra Bing Chat con ChatGPT?

All’inizio di febbraio 2023 Microsoft ha presentato una nuova versione di Bing, la cui caratteristica principale è l’integrazione con ChatGPT. Al momento dell’annuncio, Microsoft ha dichiarato che Bing Chat è alimentato da una versione di nuova generazione del modello linguistico di OpenAI, che lo rende “più potente di ChatGPT”.

Cinque settimane dopo il lancio, Microsoft ha rivelato che Bing Chat è stato eseguito su GPT-4, il modello Open AI più avanzato, prima ancora del lancio del modello.

Poiché il ChatGPT di Bing è collegato a Internet, la differenza maggiore rispetto al ChatGPT è che la versione di Bing contiene informazioni sugli eventi attuali. Un altro grande vantaggio del nuovo Bing è che rimanda alle fonti da cui attinge le informazioni, lasciando meno spazio alla disinformazione.

Come si colloca Bing Chat rispetto a ChatGPT?

Bing Chat utilizza il modello linguistico più avanzato di OpenAI, GPT-4, e di conseguenza è più efficiente e capace della versione standard e gratuita di ChatGPT.

Un altro vantaggio di Bing Chat rispetto a ChatGPT è l’accesso a Internet. L’accesso al Web consente a Bing Chat di conoscere le informazioni attuali, mentre ChatGPT si limita alle informazioni precedenti al 2021.

Inoltre, Bing Chat rimanda ai siti da cui ha tratto le informazioni utilizzando note a piè di pagina, mentre ChatGPT non lo fa.

Che cos’è Google Bard e che rapporto ha con ChatGPT?

Bard è il servizio di chat AI di Google, rivale di ChatGPT. Il 6 febbraio Google ha presentato il suo servizio sperimentale di chat AI. A più di un mese dall’annuncio, Google ha iniziato a distribuire l’accesso a Bard tramite una lista d’attesa.

Bard utilizza una versione leggera del Language Model for Dialogue Applications (LaMDA) di Google e attinge a tutte le informazioni del web per rispondere, in netto contrasto con ChatGPT, che non ha accesso a Internet.

Il servizio di chat di Google ha avuto un lancio difficile, con una dimostrazione di Bard che ha fornito informazioni imprecise sul telescopio spaziale James Webb (JWST).

Google ha dichiarato a Stephanie Condon, giornalista di ZDNET: “Questo evidenzia l’importanza di un processo di test rigoroso, che stiamo avviando questa settimana con il nostro programma Trusted Tester”.

Come si comporta Google Bard rispetto a ChatGPT?

Le capacità avanzate di ChatGPT fanno saltare in aria quelle di Google Bard. Anche se Google Bard ha accesso a Internet e ChatGPT no, non riesce a produrre risposte molto più spesso di ChatGPT.

Ad esempio, Google Bard non riesce a rispondere a “Chi sono tutti i presidenti degli Stati Uniti?” e risponde con “Sono solo un modello linguistico, quindi non posso aiutarti”. Inoltre, non riesce a rispondere ad alcune domande di codifica e di matematica.

Il CEO di Google Sundar Pichai ha addirittura definito Bard “un Civic potenziato” subito dopo il suo lancio rispetto ad altri chatbot presenti sul mercato come ChatGPT e Bing Chat.

Altri paesi seguiranno presto l’esempio e metteranno al bando la ChatGPT?

Dopo la decisione dell’Italia di limitare l’accesso al chatbot, l’Organizzazione europea dei consumatori (BEUC) ha invitato tutte le autorità a indagare su tutti i principali chatbot AI.
ChatGPT è già inaccessibile in diversi Paesi, tra cui Cina, Iran, Corea del Nord e Russia.

“I consumatori non sono pronti per questa tecnologia. Non si rendono conto di quanto possa essere manipolativa e ingannevole. Non si rendono conto che le informazioni che ricevono sono forse sbagliate”, ha dichiarato il vicedirettore del BEUC Ursula Pachl.

“Penso che questo incidente con ChatGPT sia molto importante. È una specie di campanello d’allarme per l’Unione Europea, perché anche se le istituzioni europee stanno lavorando a una legge sull’intelligenza artificiale, questa non sarà applicabile prima di quattro anni. E abbiamo visto quanto velocemente si stanno sviluppando questi tipi di sistemi”, ha dichiarato a Euronews.

Altre autorità di regolamentazione in Europa hanno iniziato a prestare maggiore attenzione a ChatGPT.

La Commissione irlandese per la protezione dei dati ha dichiarato che “sta seguendo l’autorità di regolamentazione italiana per capire le basi della loro azione”, aggiungendo che “si coordinerà con tutte le autorità di protezione dei dati dell’UE in relazione a questa questione”.

L’autorità francese per la privacy, la CNIL, ha dichiarato che sta indagando dopo aver ricevuto due reclami su ChatGPT. Le autorità di regolamentazione hanno anche contattato le loro controparti italiane per saperne di più sulla base del divieto.

In un post sul blog di questa settimana, l’Information Commissioner’s Office del Regno Unito ha avvertito che gli sviluppatori di IA “non hanno scuse” per sbagliare nella gestione della privacy dei dati e che coloro che non rispettano la legge sulla protezione dei dati andranno incontro a conseguenze.

In apparente risposta alle preoccupazioni, mercoledì OpenAI ha pubblicato un post sul blog che illustra il suo approccio alla sicurezza dell’IA.

L’azienda ha dichiarato di lavorare per rimuovere le informazioni personali dai dati di addestramento laddove possibile, di mettere a punto i propri modelli per rifiutare le richieste di informazioni personali di persone private e di agire in base alle richieste di cancellazione delle informazioni personali dai propri sistemi.

L’UE prepara la sua legge sull’IA

La Commissione europea sta attualmente discutendo la prima legislazione al mondo sull’intelligenza artificiale, chiamata AI Act.

Ma sembra che non sia propensa a vietare i sistemi di IA, secondo il vicepresidente esecutivo della Commissione europea, Margrethe Vestager.

margrethe vestager

“Non importa quale tecnologia utilizziamo, dobbiamo continuare a far progredire le nostre libertà e a proteggere i nostri diritti”, ha scritto su Twitter. “Per questo non regolamentiamo le tecnologie di IA, ma gli usi dell’IA. Non buttiamo via in pochi anni ciò che ha richiesto decenni per essere costruito”.Margrethe Verstager

Anche il ministro francese per il digitale Jean-Noël Barrot si è schierato contro il divieto di ChatGPT. In un’intervista a La Tribune, ha dichiarato di ritenere che il servizio non rispetti le leggi sulla privacy dell’UE, ma che sarebbe più sensato cercare di “dominare” le nuove tecnologie e regolamentarle piuttosto che cercare di vietarle del tutto.

La Germania, tuttavia, potrebbe seguire le orme dell’Italia bloccando ChatGPT per problemi di sicurezza dei dati, ha dichiarato il commissario tedesco per la protezione dei dati al quotidiano Handelsblatt.

Dan Morgan, direttore degli affari governativi in Europa presso il fornitore di rating di cybersicurezza SecurityScorecard, ha dichiarato a Euronews che questa mossa segnala l’importanza della conformità normativa per aziende come OpenAI in Europa.

“Penso che le chiare implicazioni siano che non si può evitare la regolamentazione se si vuole operare nell’UE”, ha detto.

“Le aziende devono dare priorità alla protezione dei dati personali e conformarsi. A prescindere dall’importanza del prodotto, la conformità alla normativa europea non è un optional”.

L’autorità di vigilanza italiana ha dichiarato che la società dietro ChatGPT ha 20 giorni di tempo per risolvere i problemi di protezione dei dati o pagare una multa di 20 milioni di euro o fino al 4% del fatturato annuale.

L’amministratore delegato della società, Sam Altman, ha dichiarato su Twitter che OpenAI si rimetteva al “governo italiano” sulla questione.

sam altman chatgpt

“L’Italia è uno dei miei Paesi preferiti e non vedo l’ora di tornare presto a visitarla”, ha aggiunto.Sam Altman

Perché ChatGPT si inventa le cose? Il sindaco australiano prepara la prima causa per diffamazione per i suoi contenuti

Perché ChatGPT si inventa le cose? Un sindaco australiano prepara la prima causa per diffamazione sui suoi contenuti

ChatGPT ha attirato l’attenzione di tutto il mondo per la sua capacità di generare istantaneamente testi, battute e poesie dal tono umano e di superare persino gli esami universitari.

Un’altra caratteristica del chatbot di intelligenza artificiale (AI), tuttavia, è la sua tendenza a inventare completamente le cose, e questo potrebbe mettere OpenAI, l’azienda che lo ha creato, in difficoltà legali.

Questa settimana un sindaco di una regione australiana ha dichiarato che potrebbe fare causa a OpenAI se questa non correggerà le false affermazioni di ChatGPT secondo le quali egli sarebbe stato in prigione per corruzione. Se dovesse andare avanti, si tratterebbe probabilmente della prima causa per diffamazione contro il servizio, lanciato nel novembre dello scorso anno.

  • Dopo che l’Italia ha bloccato l’accesso al chatbot ChatGPT di OpenAI, il resto d’Europa la seguirà?

Brian Hood, eletto nello stesso mese sindaco di Hepburn Shire, 120 km a nord-ovest di Melbourne, si è preoccupato per la sua reputazione quando alcuni membri del pubblico gli hanno detto che ChatGPT lo aveva falsamente indicato come colpevole in uno scandalo di corruzione all’estero che coinvolgeva una filiale della Reserve Bank of Australia nei primi anni 2000.

Hood ha lavorato per la filiale, Note Printing Australia, ma è stato lui a segnalare alle autorità il pagamento di tangenti a funzionari stranieri per aggiudicarsi contratti di stampa di valuta, e non è mai stato accusato di alcun reato, hanno dichiarato gli avvocati che lo rappresentano.

Gli avvocati hanno dichiarato di aver inviato una lettera di preoccupazione al proprietario di ChatGPT, OpenAI, il 21 marzo, dando alla società 28 giorni di tempo per correggere gli errori relativi al loro cliente o affrontare una possibile causa per diffamazione.

OpenAI, che ha sede a San Francisco, non ha ancora risposto alla lettera legale di Hood. OpenAI non ha risposto a un’e-mail di Reuters al di fuori dell’orario di lavoro.

  • Ottenere il massimo da ChatGPT: Questi sono i suggerimenti più utili per semplificarvi la vita

Perché ChatGPT ha le “allucinazioni”?

ChatGPT è un cosiddetto modello linguistico di grandi dimensioni che è diventato molto popolare dopo il suo lancio lo scorso anno. A febbraio Microsoft ha integrato ChatGPT nel suo motore di ricerca Bing e l’amministratore delegato di Google, Sundar Pichai, ha dichiarato al Wall Street Journal che anche Google intende integrare la propria tecnologia AI nel suo motore di ricerca.

Tuttavia, gli utenti e i ricercatori hanno riscontrato che ChatGPT “ha le allucinazioni” e dà risposte assurde, oppure afferma come fatti cose che possono sembrare plausibili ma che in realtà non sono mai accadute.

Euronews Next ha chiesto a ChatGPT informazioni su questa falla.

Nella sua risposta, ChatGPT ha affermato che: “Questo succede perché ChatGPT ha letto tante cose diverse e a volte si confonde su ciò che dovrebbe dire. È un po’ come quando si sogna e le cose non hanno sempre senso: non è reale, ma è comunque nella nostra testa”.

Alla domanda sul perché non fosse più attento nel rispondere a domande concrete, il chatbot ha risposto:

“ChatGPT è addestrato a fare molta attenzione ai fatti che usa e alle risposte che dà. Tuttavia, a volte può confondersi perché ha letto molte cose diverse e può confondere informazioni provenienti da fonti diverse.

È come quando si racconta una storia e si confondono alcuni dettagli: non si vuole mentire, ma si è solo un po’ confusi.

“Quindi, potrebbe dare una risposta non del tutto vera o inventare una fonte che in realtà non esiste. È un po’ come quando si racconta una storia e si confondono alcuni dettagli: non si vuole mentire, ma si è solo un po’ confusi”.

“Ma proprio come quando sbagliate qualcosa e il vostro insegnante vi corregge, anche ChatGPT può essere corretto dagli esseri umani quando commette un errore. Ecco perché è sempre una buona idea controllare le informazioni ottenute da ChatGPT con altre fonti, per essere sicuri che siano accurate”.

“E proprio come voi imparate dai vostri errori e cercate di fare meglio la prossima volta, anche ChatGPT può imparare dai suoi errori e diventare ancora più bravo a dare risposte accurate”.

Richiesta di risarcimento danni per diffamazione

Se Hood, il sindaco australiano, dovesse intentare una causa, accuserebbe ChatGPT di aver dato agli utenti un falso senso di accuratezza non includendo le note a piè di pagina, ha dichiarato James Naughton, partner dello studio legale Gordon Legal di Hood.

“Sarebbe potenzialmente una pietra miliare nel senso che applicherebbe la legge sulla diffamazione a un nuovo settore dell’intelligenza artificiale e della pubblicazione nello spazio informatico”, ha dichiarato a Reuters.

“È un funzionario eletto, la sua reputazione è fondamentale per il suo ruolo”, ha aggiunto Naughton. Hood ha fatto affidamento su un passato pubblico di denuncia di cattiva condotta aziendale, “quindi per lui fa differenza se le persone della sua comunità accedono a questo materiale”.

I risarcimenti australiani per i danni da diffamazione sono generalmente limitati a circa 400.000 dollari australiani (244.800 euro). Hood non conosceva il numero esatto di persone che avevano avuto accesso alle false informazioni su di lui – un fattore determinante per l’entità del risarcimento – ma la natura delle affermazioni diffamatorie era abbastanza grave da consentirgli di richiedere più di 200.000 dollari australiani (122.400 euro), ha dichiarato Naughton.

Chatgpt come usarlo in Italia : coclusione

ChatGPT è un chatbot con un modello linguistico di grandi dimensioni sviluppato da OpenAI sulla base di GPT-3.5. Ha una notevole capacità di interagire in forma di dialogo conversazionale e di fornire risposte che possono sembrare sorprendentemente umane.

I modelli linguistici di grandi dimensioni svolgono il compito di prevedere la parola successiva in una serie di parole.

Il Reinforcement Learning with Human Feedback (RLHF) è un ulteriore livello di addestramento che utilizza il feedback umano per aiutare ChatGPT ad apprendere la capacità di seguire le indicazioni e generare risposte soddisfacenti per gli esseri umani.

Andrea Barbieri
Andrea Barbieri

Sono Andrea Barbieri titolare della BTF Traduzioni SEO Sviluppo Web. La mia azienda si occupa di Consulenza SEO, realizzazione siti web, sviluppo app, traduzioni professionali, localizzazione siti web e Web Marketing. Insieme al mio team metto al servizio delle aziende la mia formazione tecnica e linguistica nel settore della Information Technology, sviluppo siti web e App e Web Marketing. Trovando le migliori soluzioni digitali e linguistiche con il minor costo possibile.

Leggi tutti gli articoli di Andrea Barbieri

Articoli: 173

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *