vendere foto online: le 17 migliori piattaforme del 2024

vendere foto online per avere una seconda entrata mensile

I 16 migliori siti web per vendere foto online (2024)

Quando chiunque abbia un iPhone di ultima generazione può definirsi un fotografo, vendere foto online con successo può essere una sfida.

Tuttavia, molti fotografi riescono a guadagnare con le attività di fotografia online selezionando con cura una nicchia, coltivando i follower sui social media e collaborando con le piattaforme di licenza fotografica.

Ecco 16 siti più popolari per vendere foto online, oltre a consigli su come vendere foto stock.

MagicStore
Ad - Web Hosting SiteGround - Creato per semplificare la gestione del sito. Clicca per scoprire di più.

Le piattaforme migliori per vendere foto online

La concessione di licenze è uno dei modi più popolari per vendere foto online. I siti web di foto stock concedono in licenza le tue foto a marchi, agenzie e a chiunque abbia bisogno di un’immagine di alta qualità per uso commerciale. Poi, ti daranno una parte del ricavato.

Se stai costruendo un portafoglio di immagini di qualità professionale, diventare collaboratori di un sito di foto stock per monetizzare la tua collezione. Scegliete le piattaforme di vendita di foto online da questo elenco, in base al tuo livello di esperienza fotografica e alle tue preferenze di esclusività delle licenze.

1. Alamy

Alamy possiede una delle collezioni di foto stock più diversificate di Internet, con oltre 300 milioni di immagini stock, vettori, video e immagini panoramiche a 360 gradi. Offre anche un’applicazione chiamata Stockimo, con la quale è possibile vendere foto dal proprio telefono.

Alamy paga i collaboratori mensilmente e ha diversi modelli di commissione. I fotografi ricevono tra il 17% e il 50% delle vendite, a seconda della popolarità dell’immagine e del tipo di licenza. Non ci sono contratti a lungo termine con Alamy e si può essere pagati in diverse valute.

2. 500px

500px Licensing ospita milioni di fotografi che vendono foto online attraverso il suo sito di fotografia stock, 500px. I suoi partner di distribuzione servono più di un milione di clienti in tutto il mondo e sono la scelta ideale per i contenuti creativi.

500px è anche una piattaforma basata sulla comunità per fotografi amatoriali e professionisti. È possibile seguire altri fotografi, inserire foto nel mercato online e partecipare a concorsi fotografici a premi. I membri a pagamento possono guadagnare fino al 100% di royalties, mentre gli utenti gratuiti possono guadagnare fino al 60% per foto esclusive.

3. SmugMug Pro

Che siate fotografi alle prime armi o professionisti affermati, SmugMug ti aiuta a vendere le tue foto online con un portfolio, una piattaforma di vendita e altri strumenti. SmugMug consente di trattenere l’85% del profitto tra il prezzo stabilito e i prezzi di stampa predefiniti di SmugMug. Per utilizzare SmugMug, è necessario iscriversi a uno dei tre piani di abbonamento mensile.

4. Shutterstock

Shutterstock è un noto sito di fotografia stock per la vendita di foto online e negli ultimi 15 anni ha versato più di 1 miliardo di dollari alla sua comunità. Shutterstock è considerato un sito micro-stock, dove le foto sono più economiche e non esclusive. Il modo principale per aumentare i download è contribuire con una grande quantità di immagini. Non ci si aspetta di guadagnare tanto con Shutterstock, ma è un buon punto di partenza se si sta imparando a vendere foto stock.

I pagamenti si basano sui guadagni nel tempo e variano dal 20% al 30%. Esiste anche un programma di affiliazione che consente di guadagnare denaro aggiuntivo se si segnalano nuovi fotografi o clienti.

5. iStock Photo

iStock Photo fa parte di Getty Images. La differenza principale tra le due piattaforme di foto stock è che le foto su iStock possono essere non esclusive, il che significa che è possibile vendere le proprie fotografie ad altre agenzie.

Le commissioni variano dal 15% al 45%, a seconda degli accordi con i collaboratori. Per vendere foto con iStock, è necessario presentare una domanda con un set di immagini campione.

6. Getty Images

Getty Images attira marchi ed editori online alla ricerca di immagini esclusive di alta qualità o difficili da trovare da concedere in licenza. La piattaforma, insieme al suo sito di microstock, iStock, raggiunge oltre 1,5 milioni di clienti in tutto il mondo.

Gli standard per la vendita di fotografie online con Getty sono più severi rispetto a molti altri siti di foto stock. Tuttavia, le tariffe per l’invio di foto di alta qualità concesse in licenza da Getty Images partono dal 20% e possono raggiungere livelli più alti. È inoltre necessario presentare una richiesta di collaborazione con un set di foto campione.

7. Stocksy

Stocksy è un popolare sito di fotografia stock. È uno dei modi migliori per vendere foto online per molti editori e creativi, perché Stocksy offre pagamenti elevati ai collaboratori. I fotografi possono guadagnare una royalty del 50% sulle licenze standard e del 75% sulle licenze estese. Ma tutte le foto devono essere esclusive della piattaforma.

Stocksy è una cooperativa di proprietà di artisti, il che significa che i collaboratori sono in parte proprietari dell’azienda e possono contribuire a controllarne la direzione. I collaboratori possono anche ricevere una partecipazione ai profitti sotto forma di ritorno di patrocinio quando la cooperativa ha un’eccedenza.

Se siete interessati a vendere foto su Stocksy, consultate le FAQ per la candidatura dei collaboratori.

8. Adobe Stock

Se utilizzate la suite Adobe per progetti fotografici, potete aggiungere le vostre immagini, video, vettori e illustrazioni ad Adobe Stock, la piattaforma online di foto stock dell’azienda. Le risorse possono essere caricate direttamente da Lightroom e Bridge. I collaboratori che collegano il proprio ID Adobe ad Adobe Stock possono guadagnare il 33% di royalties.

9. Envato Elements

Envato Elements è un solido sito di fotografia stock dove è possibile vendere foto online e connettersi con potenziali clienti. Con Envato Elements, potete vendere foto sulla sua app o caricare foto sul vostro sito sul dominio del marchio. In ogni caso, è un luogo popolare per vendere foto e guadagnare online facendo ciò che si ama. Ai collaboratori viene corrisposta una quota del 50% dei ricavi netti degli abbonamenti.

10. Depositphotos

Depositphotos è un mercato globale per i contenuti visivi con una libreria di oltre 270 milioni di file e 38 milioni di clienti in tutto il mondo. La piattaforma è utilizzata da aziende leader a livello internazionale, tra cui Bosch, TripAdvisor e Subaru. Depositphotos paga in base all’esperienza e allo status del collaboratore sul sito web, oltre che alla risoluzione dell’immagine e al tipo di licenza. Le commissioni variano da 25 centesimi a 33,82 dollari per foto.

11. Dreamstime

Dal 2000, Dreamstime fornisce immagini di alta qualità ai clienti del mercato creativo, dai clienti indipendenti del settore privato alle società Fortune 500. L’agenzia di stock ha oltre 50 milioni di membri registrati e più di un milione di fotografi che contribuiscono.

Dreamstime offre fino al 60% di royalties ai collaboratori. Per guadagnare le commissioni più alte, tuttavia, è necessario essere un utente esclusivo. I collaboratori non esclusivi possono guadagnare dal 25% al 45%, a seconda della popolarità dell’immagine.

12. EyeEm

EyeEm si concentra sulla fotografia stock pubblicitaria, rendendolo un luogo importante per vendere foto online se si lavora nel campo della fotografia commerciale. Tra i suoi clienti figurano Apple e Spotify. È anche possibile prenotare servizi fotografici attraverso una funzione del sito dedicata. Le immagini caricate su EyeEm appaiono anche su Getty per una maggiore visibilità. I collaboratori possono ricevere una quota di ricavi da licenza fino al 55%, a seconda del fatturato annuo totale.

13. 123RF

Tutti i contenuti di 123RF non sono esclusivi, quindi potete vendere le vostre immagini sia sulla sua piattaforma che su altri siti web. 123RF commercializza le vostre foto a più di 10 milioni di utenti registrati. Una volta diventati collaboratori, potete guadagnare tra il 30% e il 60% di ogni licenza venduta.

14. Foap

Foap è definito dalla sua comunità di oltre tre milioni di creativi. Il sito offre ai collaboratori diversi modi per vendere fotografie, tra cui tariffe per immagine e missioni, in cui i marchi presentano un brief e stabiliscono un premio in denaro per le proposte vincenti. Tra i clienti di Foap figurano KraftHeinz, Nivea e Volvo.

15. Zenfolio

Con Zenfolio è possibile creare un portfolio per mostrare il proprio lavoro, attirare clienti e vendere le proprie foto. La piattaforma offre opzioni di stampa e prodotti digitali. Per utilizzare Zenfolio è necessario un abbonamento, che parte da 3,50 dollari al mese, se pagato annualmente, e l’azienda addebita una commissione di servizio del 6,9% per i prodotti realizzati in proprio e del 9,9% per i prodotti venduti e digitali.

17. Pixieset

Pixieset offre ai fotografi la possibilità di condividere, consegnare e vendere foto online. Con Pixieset è possibile creare un negozio online per vendere stampe fotografiche, prodotti e altro ancora, con consegna automatica. Pixieset richiede una commissione del 15% per i piani gratuiti, ma dello 0% per i piani a pagamento, che partono da 8 dollari al mese, con fatturazione annuale.

Come vendere foto online stock

vendita di foto stock per una monetizzazione online

Ora che sai dove vendere foto online, puoi imparare a vendere foto in stock come un’attività legittima e di successo.

1. Definisci la tua nicchia di fotografia stock

I fotografi di successo hanno uno stile o un tema coerente che attraversa il loro lavoro. Che si tratti di viaggi, moda, natura o cibo, la coerenza è fondamentale. I fotografi spesso si fanno strada in una nicchia di mercato trovando stili e soggetti che risuonano con il pubblico. È possibile valutare la domanda di argomenti utilizzando la ricerca di parole chiave per analizzare il volume di ricerca di termini correlati alle tue fotografie. Google Trends è uno strumento fondamentale per valutare i termini di ricerca più popolari. Utilizza Trends per vedere quali argomenti di immagine stanno diventando più richiesti.

2. Vai su Instagram

Proprio come i blogger e gli YouTubers, anche i fotografi che stanno imparando a vendere foto online dovrebbero investire nella costruzione del proprio pubblico.

Le piattaforme sociali visive come Instagram possono aiutarti a raggiungere un vasto pubblico. Utilizza gli strumenti di Instagram per aiutarti a seguire gli account giusti, a coinvolgere gli hashtag più popolari e a far crescere un seguito di potenziali clienti.

3. Integrare il commercio elettronico nel tuo sito web di foto stock

La maggior parte dei fotografi ha un proprio sito per mostrare il proprio lavoro ai potenziali clienti. Aggiungendo un pulsante di acquisto al tuo sito, puoi rendere più facile per i clienti acquistare le tue immagini.

Il fotografo Dave Sandford, ad esempio, ha un negozio che presenta le sue fotografie di fauna selvatica e offre la possibilità di acquistare stampe e calendari.

Il modo più semplice per vendere foto online è creare un portfolio o un negozio online. Utilizzate un tema di arte e fotografia predefinito per creare il vostro showroom digitale, oppure combinate un tema gratuito con un’app per gallerie. Successivamente, è possibile monetizzare il sito fotografico con i feed dei social media, gli annunci e le vendite offline.

Come vendere foto online stock attraverso stampe e libri fotografici

guadagnare con la fotografia online

È possibile creare e vendere oggetti con le proprie fotografie per i clienti, sia che si tratti di una semplice stampa incorniciata o di un frame. Vendere i propri prodotti fisici può essere più semplice di quanto si pensi. Puoi caricare le tue fotografie e venderle come stampe fotografiche su carta o prodotti fisici, come tazze, magliette e calendari. I siti e gli strumenti più diffusi sono:

Il modo migliore per vendere foto online come stampe o prodotti fisici è quello di collaborare con un laboratorio fotografico locale che spedisca le stampe, oppure utilizzare un’azienda di stampa su richiesta per spedire una vasta gamma di prodotti (stampe, custodie per telefoni, cuscini e altro) con le tue foto.

Assicurati di ordinare prima dei campioni per assicurarti che la qualità dei prodotti corrisponda a quella delle tue foto.

Come vendere fotografie online come libri fotografici

I libri fotografici sono un altro prodotto fisico che può presentare la tua fotografia. Quanto più la tua fotografia è di nicchia e coerente, tanto più è probabile che possiate mettere insieme un libro fotografico stellare basato su un tema avvincente e vendere la tue arte online.

Anche se non otterrai i migliori margini di guadagno con i servizi di stampa su richiesta, si tratta di un modo privo di rischi per testare la domanda dei tuoi prodotti prima di decidere di investire in anticipo.

Come vendere la fotografia come servizio

Piattaforme di vendita di foto online

Che si tratti di coprire eventi, fare servizi di moda o dedicarsi alla fotografia di prodotti, ci sono molte opportunità di lavoro disponibili per sfruttare la domanda di fotografia professionale. Puoi inserire i tuoi servizi in elenchi di freelance come Fiverr e Upwork. Ma prendete anche in considerazione la possibilità di fare rete a livello locale, perché devi essere in grado di incontrare i clienti di persona.

Ecco alcuni suggerimenti per vendere la tua fotografia come servizio:

  • Tieni sempre a portata di mano i biglietti da visita: non saprai mai quando potresti incontrare un potenziale cliente.
  • (Utilizza il generatore gratuito di biglietti da visita di Shopify per creare il vostro).
  • Riordina il tuo profilo LinkedIn, mostra il tuo lavoro e ottimizzalo per il servizio fotografico principale che offri (ad esempio, fotografia di eventi).
  • Frequenta gli eventi di networking in cui si recano imprenditori e organizzatori di eventi: spesso queste persone hanno bisogno di un fotografo professionista.
  • Costruisci un marchio personale come fotografo, in modo da essere i primi a essere considerati quando qualcuno della tua rete ha bisogno delle tue competenze.

Poiché i fotografi, a differenza di altri freelance, devono operare in fasce orarie rigide, è bene avere una piattaforma di prenotazione da utilizzare per permettere ai potenziali clienti di vedere i tuoi orari e prenotarti quando sei disponibile.

Sia Setmore che SimplyBook.me hanno piani e funzioni gratuite che funzionano bene per i fotografi. Se utilizzate Shopify, potete installare BookThatApp per fissare gli appuntamenti direttamente dal vostro sito.

Parliamo ora dei diritti di utilizzo e della protezione del tuo lavoro, il passo successivo per vendere foto online.

Primi passi legali per la vendere foto online

Anche se i diritti e le licenze relativi alla vendita di fotografie possono sembrare confusi, esistono termini e concetti chiave da conoscere per tutelarsi.

Questo non è assolutamente un elenco completo o un sostituto di una vera e propria consulenza legale, ma dovrebbe offrire definizioni generali che ti aiuteranno a navigare nel mondo dei diritti d’uso.

Glossario dei termini legali per la vendita di foto online

  • Uso al dettaglio: Permesso di utilizzo per la creazione di un prodotto fisico da vendere. Ciò include stampe, poster e prodotti che presentano la foto (cuscini, tazze, ecc.). Questo termine viene talvolta discusso nello stesso contesto dell’uso commerciale, ma dovrebbe essere considerato separatamente.
  • Uso esclusivo: Chi acquista la licenza è l’unico a poter utilizzare la foto. Non esclusivo: Licenze fotografiche che possono essere acquistate e utilizzate da chiunque e che di solito costano meno di quelle esclusive.
  • Pubblico dominio: Quando le foto non hanno restrizioni o rivendicazioni di copyright e possono essere utilizzate per scopi commerciali, editoriali e personali. Le opere create dalle agenzie governative federali degli Stati Uniti (come la NASA) rientrano generalmente in questa categoria, a meno che non sia indicato diversamente.
  • Creative Commons: L’uso condizionato dell’opera è consentito, a condizione che sia conforme alle restrizioni dichiarate. A volte è richiesta l’attribuzione del merito al creatore. Visitate Creative Commons per generare gratuitamente un badge per questa licenza.
  • Royalty free: Chiunque può acquistare una licenza e utilizzare la foto per una durata illimitata e per un numero illimitato di volte. Questo è il tipo di licenza più comunemente acquistato e si colloca all’estremità più economica dello spettro perché queste foto sono solitamente non esclusive.
  • Gestione dei diritti: È possibile acquistare una licenza unica per l’utilizzo della foto con restrizioni sulla distribuzione. Per un ulteriore utilizzo è necessario acquistare altre licenze.
  • Diritto di pubblicità: I soggetti delle vostre foto hanno diritto a determinati diritti per quanto riguarda la loro inclusione nelle vostre fotografie, soprattutto per quanto riguarda l’uso commerciale quando vendete le foto online. Si tratta di un aspetto distinto dalle considerazioni sul copyright di cui sopra e, per sicurezza, è necessario chiedere prima l’autorizzazione esplicita del soggetto.

Cosa fare se qualcuno ruba le foto

I furti sono frequenti quando si tratta di contenuti, e molti lo fanno inconsapevolmente.

I fotografi possono applicare un watermark alle loro immagini digitali prima di vendere foto online per fornire un certo livello di protezione contro il furto. Se hai intenzione di vendere o condividere le foto, potete applicare dei segni di riconoscimento in Photoshop o utilizzare un generatore di watermark (filigrana).

Un watermark più piccolo, spesso nell’angolo, avrà un impatto minore sulla foto, mentre un watermark più grande con un’opacità ridotta offre la massima protezione contro il furto.

.Ma cosa fare se qualcuno decide di rubare e utilizzare comunque le foto? Una richiesta di cessazione e desistenza di solito funziona. Oppure puoi inviare al colpevole una fattura per l’utilizzo della foto. Una combinazione dei due metodi sarà probabilmente la più efficace per persuadere il colpevole, offrendogli la possibilità di scegliere se pagarti o togliere la foto.

Come minimo, dovresti sempre cercare di farti accreditare ogni volta che prendono in prestito il tuo lavoro, anche se è solo per scopi editoriali. Ricorda che i link che rimandano al tuo sito portfolio non solo sono utili per portare traffico agli altri tuoi lavori, ma sono anche utili per l’ottimizzazione dei motori di ricerca e per aiutare la tua posizione nei risultati di ricerca di Google.

Vendere foto online: conslusione

La vendita di foto è un’ottima idea di business online. Che la fotografia sia la vostra professione o il vostro hobby, o un’attività secondaria redditizia, ci sono più strade che mai quando si tratta di vendere foto online.

Il vostro talento e la vostra determinazione decideranno in ultima analisi il vostro potenziale di guadagno, ma il reddito che otterrete facendo ciò che amate è uno dei migliori guadagni che possiate mai ottenere.

Come posso iniziare a vendere le mie foto online?

I siti web di foto stock concedono in licenza le tue foto a marchi, agenzie e a chiunque abbia bisogno di un’immagine di alta qualità per uso commerciale. Poi, ti daranno una parte del ricavato.

Quali piattaforme sono migliori per vendere foto?

Questo e’ un elenco affidabile di siti che ti consentono di caricare le tue foto per venderle:

Andrea Barbieri
Andrea Barbieri

Sono Andrea Barbieri titolare della BTF Traduzioni SEO Sviluppo Web. La mia azienda si occupa di Consulenza SEO, realizzazione siti web, sviluppo app, traduzioni professionali, localizzazione siti web e Web Marketing. Insieme al mio team metto al servizio delle aziende la mia formazione tecnica e linguistica nel settore della Information Technology, sviluppo siti web e App e Web Marketing. Trovando le migliori soluzioni digitali e linguistiche con il minor costo possibile.

Leggi tutti gli articoli di Andrea Barbieri

Articoli: 166

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *