SEO Copywriting Archivi - BTF Traduzioni SEO Sviluppo Web

Questo articolo mette in evidenza le basi di un buon Seo Copywriting. Non e’ un semplice scrivere un testo. Oppure una call to action che convinca il lettore a proseguire nell’azione.

Ma ci sono degli accorgimenti che consentono di guidare il lettore fino all’azione desiderata. Questo non significa effettuare una truffa. Significa far uscire fuori dal potenziale cliente il bisogno latente che non era riuscito a soddisfare con altri.

Ed e’ proprio in questo momento che devi far tesoro di quello che trovi in questo articolo. Infatti, non basta creare un sito web per poter vendere prodotti o servizi.

Il sito deve essere accompagnato da una struttura di contenuti persuasivi verso il lettore. Non stai scrivendo solo perchè un contenuto venga letto o condiviso. Ma stai facendo una vera e propria attività di web marketing attraverso le parole. Buona lettura.

Leggi tutto

Scrivere per il web, per avere pi? visibilit?

Scrivere per il web: la scrittura web come veicolo di promozione

scrivere per il web
Scrivi per risolvere i problemi degli utenti per renderli felici.
Scrivere per il web non ?e un’attivit? semplice. Ci vuole esperienza e studio prima di arrivare a dei risultati concreti. Non ti spaventare questo accade in ogni attivit? umana. Niente nasce senza impegno. Ogni branca del sapere ha il suo vocabolario tecnico. Ma ci? che le accomuna tutte e? di fornire informazioni al lettore per risolvere un determinato problema. Soprattutto se hai intenzione di guadagnare con un blog. A maggiore ragione devi produrre contenuti non solo virali ma soprattutto utili. Tutte le aziende che usano il canale via web per promuoversi devono rispettare le regole imposte dalla comunicazione online. Infatti, e? un modo di scrivere diverso. E? una scrittura rivolta a dei lettori che usano una comunicazione diversa dal solito. Questo articolo ti fornir? delle informazionisu come scrivere articoli per il web e come scrivere un comunicato stampa per il web. Un mezzo molto utile se hai intenzione di fare linkbuilding o di promuovere un tuo prodotto o servizio. Il professionista che usa le sue competenze per trarre il maggior vantaggio da questo tipo di scrittura, conosce molto bene la differenza con la scrittura tradizionale. Come per esempio, quella usata nei quotidiani.

A mio modo di vedere la scrittura per il web si pu? definire una scrittura creativa. Il professionista della scrittura per il web conosce molto bene che su Internet i lettori non leggono in maniera tradizionale, cio? riga per riga. Ma preferiscono scorrere la pagina rapidamente, come se la pagina fosse una mappa visiva, cercando tutto ci? che pu? risolvere il loro problema. Tutto ci? avviene circa in 30 secondi, forse anche meno, superato questo tempo il cliente potenziale fugge e trova altri lidi dove atterrare. In fondo Internet ? una miriade di potenziali opportunit?. Per evitare che il cliente potenziale fugga ? necessario seminare in tutta la pagina dei segnali che spiegano in maniera chiara e veloce cosa si offre offre loro. Questo pu? sembrare uno svantaggio ma lo scrittore per il web ha due meravigliosi alleati, il design e l?ipertesto. Solo un professionista della lingua con affermate competenze informatiche nel mondo open source pu? risolvere il tuo problema di comunicazione verso i tuoi potenziali clienti.

Per scrivere dei buoni contenuti ? fondamentale conoscere e seguire passo dopo passo i principi del web. Per eseguire il blogging, il copyright oppure la scrittura di testi ? necessario avere una buona conoscenza dell?argomento di cui stiamo trattando. Non basta essere esperti dei CSS pi? importanti (WordPress, Joomla, Drupal) per definirsi uno scrittore che lavora in ambito web. Conoscendo a fondo il funzionamento di questo modo e? in grado di creare contenuti di qualit? per il tuo sito web e portarlo nelle prime posizioni della SERP. Scrivere contenuti mirato per la vostra nicchia di mercato utilizzando tutti gli strumenti del Content Marketing, Inbound Marketing per attrarre clienti e al SEO Copywriting per migliorare il posizionamento web.Tutti i contenuti devono essere semplici da leggere e diretti. Evitare ogni tipo di parolone. Il cliente potenziale cerca una persona in grado di risolvere il suo problema. L?articolo web deve indirizzare il potenziale cliente verso la persona o l?azienda che pu? risolvere il suo problema.

Testo vs design

ll design ? un componente del processo di scrittura web. Il testo ? presentato sia come grafica che come immagine. La grafica ? letta in due modi diversi: come un testo oppure fornisce le informazioni principali presenti in una pagina web.Anche il vuoto e lo spazio bianco acquisiscono una certa importanza: catturano l?attenzione del lettore.? importante evitare di riutilizzare un testo scritto per la stampa per poi convertirlo in un testo HTML; il testo e la grafica devono essere progettati insieme.Il pubblicitario francese S?gu?l afferma che ?la lingua cyber agisce tramite l?interpretazione delle immagini?: le immagini fanno l?amore con le parole come in una fusione totale del linguaggio?.Tutto ci? non significa che lo scrittore web deve trasformarsi all’improvviso in un grafico ma deve tenere a mente quanto segue:

  • sullo schermo si legge con una difficolt? maggiore rispetto alla lettura tradizionale. Scegliere un font ed una dimensione che non stanchi molto gli occhi. Se ? necessario scrivere un articolo molto lungo suddividerlo in paragrafi in modo che il lettore possa ritornarci in futuro.
  • I fruitori del web consultano le pagine molto velocemente. ? importante usare titoli e sottotitoli chiari che riassumano quanto detto nel paragrafo.
  • La pagina web ? un luogo in cui il lettore deve potersi orientare e ritrovare. ? fondamentale usare sempre la stessa struttura per contenuti che si occupano dello stesso argomento.

L?ipertesto espande il testo

Nel web il testo acquisisce una nuova dimensione. Infatti, cresce e si espande in profondit? invece che in lunghezza. Chi ha intenzione di usare la scrittura web, non pu? fare a meno di?imparare a usare l?ipertesto e ha sfruttare tutte le sue potenzialit?.Questo non significa tagliare un documento in piccoli pezzi come se fosse un puzzle, di schermata in schermata con una freccia magari uniti con una freccia che indica l?avanzare del documento. Quando si scrive un document ipertestuale dobbiamo chiederci chi ? il nostro lettore, cosa cerca, cosa ritiene pi? importante e cosa considera un dettaglio. La scrittura web non ? solo scrivere un testo convenzionale, ma significa organizzare l?informazione, scegliere i link che conducono ad altre porte di lettura. I nomi dati ?alle porte di lettura? devono essere brevi e semplice per far comprendere al lettore di cosa si parla.La scelta del link e del suo titolo ? un compito molti difficile per chi scrive per il web.

Scrivere per il web: la pagina web intesa come una mappa mentale

scrivere per il web
Usa la mappa mentale per rappresentare al meglio le informazioni presenti in un articolo.
Immaginate sempre la pagina web che state scrivendo come una mappa mentale o anche come un paesaggio visto dall?alto. Questo ? il modo in cui il lettore la guarder?, scrutandola dall?alto verso il basso per individuare le informazioni che gli servono. Creare un percorso chiaro in cui inserire segnali precisi: titoli, sottotitoli, testi brevi, spazi bianchi, indici, parole chiave , liste numerati o a punti, scritte in altro corpo e altro colore.

Progettare le pagine web a piramide rovesciata

Il miglior titolo per il web si comporta come una cassa di risonanza, o pi? semplicemente come un urlo. Infatti, Jakob Nielsen, vero guru della web usability consiglia di usare il metodo della piramide rovesciata nella progettazione di siti web e pagine web; ? sempre bene iniziare dalla conclusione per scendere piano piano ai dettagli. Dimenticate tutto ci? che via hanno insegnato a scuola riguardo l?ordine delle cose per sviluppare i temi e prendete ispirazione dai giornali: titolo, occhiello, didascalie, articolo, box di approfondimento , uso variato dei caratteri tipografici, sezioni e riassunti.Infatti, il modo con cui si legge un quotidiano non ? molto diverso da come si legge un sito web: una veloce osservazione dei titoli ed una lettura approfondita solo agli articoli che ci interessano. I titoli di un articolo web sono equivalenti al titolo di un articolo di giornale: raccontano una storia.Essere brevi ? il primo passo per il successo. Jakob Nielsen afferma che leggere davanti ad uno schermo ? il 25 % pi? lento che leggere su carta.Questi sono i suoi consigli:

  • scrivere testi che hanno una lunghezza pari alla met? di un testo concepito per la carta
  • scrivere pagine che non costringono il lettore a scrollare eccessivamente
  • se non si pu? far meno di scrollare, tutti i titoli e i segnali di contenuto vanno collocati all?inizio della pagina
  • individuare una sola idea e un solo tema per ogni paragrafo
  • essere in grado di usare l?ipertesto e spalmare l?informazioni su pi? livelli.

Ma quanto deve essere lunga una o un articolo ?Chi non ? molto esperto di questo argomento ti fornir? una risposta scientificamente esatta. Sar? sicuro del numero preciso di parole oppure un range da rispettare.Invece, chi si intende dell?argomento ti risponder? che non esiste una lunghezza del contenuto ideale. Per di pi?, ti dir? che non ? in grado di dimostrare la sua affermazione. Infatti, ? impossibile fare dei test che supportano la tesi. Non esistono brevetti che citano la quantit? di parole necessarie in un contenuto per funzionare. Inoltre, non ci sono dichiarazioni ufficiali con numeri di parole precisi. Questa storia del numero di parole per ogni articolo dedicato alla SEO ? una verit? a meta.

Pensa se si dovesse stilare una classifica del numero di parole in base ad un determinato argomento. Significherebbe decidere a priori quante parole sono necessarie per rispondere alle esigenze dell?utente. E? una cosa fuori dal mondo.Chi si pone il problema del numero di parole in un articolo sicuramente non conosce il funzionamento del motore di ricerca.

[quote author=”” animation_delay=”0″ animate=””]Lo scopo dei motori di ricerca ? di offrire contenuti che rispondono alla ricerca dell?utente.[/quote]Se vuoi scoprire tutte le possibili richieste fatte dall?utente in una ricerca puoi usare lo strumento gratuito AnswerthePublic.Supponiamo che decidi di scrivere un articolo sul ?gatto?. Lo strumento ti fornisce tutte le richieste che gli utenti fanno a Google.

Ogni pagina ha la sua bussola

Si pu? giungere ad una pagina web in diversi modi ma ? necessario capire da subito dove ci troviamo perch? tutte le pagine sono indipendenti dalle altre. Ogni pagina deve essere in grado di far capire al visitatore di quale argomento tratta, chi ? il proprietario del sito e come procedere la navigazione del sito. In poche parole, ogni pagina deve avere una bussola messa a disposizione al navigante web: logo dell?azienda o dell?organizzazione, titolo del sito, home page e barra di navigazione.Scrivere per il web non ? soltanto creare un contenuto di qualit? ma anche sviluppare una navigazione chiara e semplice per chi fruisce dei contenuti del sito web.

Scrivere per il web: la credibilit? prima di tutto

scrivere per il web
Scrivere contenuti utili che risolvono un problema.
Internet ? un universo in cui si pu? trovare di tutto, incluse sonore fregature. Se non site una grande aziende o un grande giornale che si certificano da soli, sarete costretti ad ottenere credibilit? dai vostri lettori, soltanto con i vostri articoli.Questi sono i concetti base per avere della credibilit?: un buono stile di scrittura, assenza di refusi, link che funzionano, nome dell?autore del sito, email, data dell?ultimo aggiornamento, onest? nel citare le fonti, nessun problema nell?indicare altri siti interessanti.

Meglio darsi del tu

Anche se la maggior parte dei siti sono scritti come una brochure, dopo molti anni si sta facendo strada un nuovo stile. Questo nuovo stile ? molt opi? diretto e personale del precedente e non ha niente a che fare con uno stile promozionale; si avvicina molto all?interlocutore dandogli del tu. Questo stile rassicura un potenziale cliente facendolo avvicinare ancora di pi? verso un prodotto o servizio. La scrittura web deve rassicurare il proprio lettore considerandolo come un amico di lunga data.

L?Home Page ? il nostro biglietto da visita online

Non ? certo che il navigatore giunga sul tuo sito passando direttamente dalla home page, ma se all?interno del sito trova un servizio o prodotto che gli interessa con molta probabilit? cliccher? anche sulla home page. ? molto importante, quindi, dedicare massima attenzione ad ogni dettaglio. Infatti, la home page ? la porta d?ingresso, la vetrina della tua attivit?, non dimenticarlo mai. ? proprio in questa zona del sito che ti giochi le tue carte per convincere i potenziali clienti a restare sul sito e proseguire la sua navigazione. Evitate una grafica sbalorditiva per impressionarlo ed evitate assolutamente di?inserire uno sfondo musicale. La musica distrae il navigatore ed appesantisce il tuo sito. Dite in maniera schietta cosa si trova all?interno del sito usando titoli e sottotitoli ed un men? semplice ma chiaro. Non cercate titoli misteriosi per incuriosire i potenziali clienti. Sortirete l?effetto negativo di farli fuggire dal sito perch? il cliente non ha intenzione di aspettare per comprendere il vostro titolo; migliaia di altri siti l?aspettano.Sottolineo che l?home page non deve essere una distesa di promesse evitando cos? di sovraccaricarla. ? necessario trovare un equilibrio tra un affollamento di intenzioni ed una pagina spartana priva d?interesse per il potenziale cliente.L?home page ? un vero biglietto da visita e deve includere i seguenti:

  • nome e cognome dell?autore del sito, anche piccolo a pi? di pagina e non l?ambiguo webmaster (a meno che il sito non appartenga ad una grande azienda o organizzazione)
  • il tuo indirizzo email, primo approccio d?interattivit? con i tuoi potenziali clienti
  • la data dell?ultimo aggiornamento del sito (punto di riferimento per gli utenti abituali)

Esprimersi attraverso la scrittura web significa essere in grado di sviluppare una home page che abbia la funzione di un biglietto da visita online. Create una home page funzionale senza tanti fronzoli che hanno solo la funzione di distrarre il potenziale cliente.Come avete letto in questo articolo, questo tipo di scrittura ? una vera professione che richiede molto impegno. All’inizio non sar? facile ma non scoraggiatevi, l?esperienza e lo studio vi saranno di molto aiuto.

photo lazyload of andrea barbieri

BTF Traduzioni SEO Sviluppo Web

Piazza Giusepp Mazzini, 46

Poggibonsi, Siena, 53036 Italia

+393296664935
traduzione, traduttore, programmatore, blogger, realizzazione siti web, Web Marketing, lezioni private di lingua,

?

Contenuti di valore, impegnando il tuo tempo

Contenuti di valore che funzioni per far conoscere i tuoi servizi o prodotti L?unica strada da seguire ? produrre dei contenuti di qualit?. Questo tipo di contenuti sono l?unica arma che ti permette di avere visibilit? online.
Se desideri arrivare nelle prime posizioni di Google la SEO ? il tuo problema secondario. Ti sembro pazzo ? Continua la lettura. Se non crei contenuti che danno un valore aggiunto al tuo lettore non scalerai mai la SERP di Google.
Sapere cosa siano esattamente questi contenuti non ? facile da spiegare. Anche perch? i contenuti devono adattarsi a diversi settori merceologici ed economici. Sicuramente ? necessario adottare un approccio originale che non pu? essere quello di altri sviluppatori di contenuti. Chi produce contenuti deve dare al suo lettore un qualcosa che gli rimane impresso dentro. Smetti da subito di fare dei contenuti standard da trecento parole. Inoltre, lascia perdere il semaforo di Yoast che ? regolato da un algoritmo. Non sei un algoritmo, sei umano. E questo ti rende migliore di qualsiasi struttura informatica.

Anche i motori di ricerca si comportano meno da informatici e pi? da umani. Dieci o quindici anni fa, era costume usare la tattica della keyword stuffing. In che cosa consiste questa tecnica SEO ? Nella domanda non uso il passato ma il presente perch? sfortunatamente alcuni la usano ancora. Consiste nel riempire un contenuto da una mole (inutile) di keyword con lo scopo di posizionarlo nei primi posti della SERP. Cancellati dalla mente questo modo di fare Search Engine Optimization (SEO), se non vuoi avere una forte penalizzazione SEO. Inoltre, devi anche considerare che molti si copiano. E questo sicuramente non aggiunge valore ad una risorsa.Allora quale strada perseguire per aggiungere valore ? Devi rispondere ai bisogni dei tuoi potenziali clienti. Devi risolvere un loro problema nella loro nicchia di mercato.

Ma di cosa hanno bisogno ? Senza andare nello specifico si pu? affermare che desiderano una vita semplificata, vogliono avere del tempo per se stessi, vogliono migliorare il loro lavoro. Questi sono alcuni esempi. Ma la leva che da successo ad un contenuto ? la risoluzione dei problemi. Ma come si pu? creare un valore ? Adesso che si conosce la leva di un contenuto di valore ci manca la sua forma. Non pensare che la forma di un contenuto sia ridotto solo ad un articolo, video, ebook o infografica. Queste sono le pi? comuni forme di un contenuto. Ma non ? detto che abbiano del valore. Non creare dei semplici contenuti. Ma preferisci creare dei prodotti che risolvono un determinato problema.Cosa significa questo ? Significa spendere del tempo a fare ricerca. Inoltre, significa anche acquisire nuova conoscenza per trasmetterla ai propri lettori. Questo ? un lavoro enorme da fare da solo. Un lavoro che i lettori lo trovano gi? fatto. I lettori apprezzano un buon prodotto che risolva i loro problemi.

Come scrivere un articolo in soli 5 passaggi

Come scrivere un articolo, ? la prima domanda da porsi prima di iniziare una campagna SEO e di Web Marketing per far schizzare le vendite. Questo ? il primo passo per aumentare la tua visibilit? online. Se non crei questi contenuti ? completamente inutile che apri un qualsiasi tipo di business. Sono i clienti che dettano le regole del gioco e decidono chi scegliere. Fai conoscere a loro le tue competenze. Dimostrali come puoi risolvere il loro problema. In questo tutorial ti fornir? le basi per creare contenuti per far schizzare in alto le vendite. Tutto ci? significa creare un rapporto di medio lungo termina vantaggioso per entrambe la parti. Nell?infografica che ti presento oggi ti spiego come sviluppare questi contenuti per far schizzare le vendite. Ho individuato cinque punti che secondo me sono molto importanti.Questo ? il punto di partenza che spiega come svilupparli per far schizzare in alto le vendite .

E? un punto molto importante e anche molto delicato. Se si sbaglia adesso non andrai pi? avanti. Pubblica in modo regolare i tuoi contenuti ed avrai molti vantaggi. Sicuramente il traffico web aumenter?. Inoltre, gli utenti che gi? hanno visitato il tuo sito ritorneranno. Tutto ci? ? possibile solo se i tuoi contenuti sono di alta qualit?. Per contenuti di qualit? si intendono tutti quei contenuti che possono aiutare un utente a risolvere un suo problema, questo sono i contenuti che aumenteranno la tua visibilit? online. Non ha nessuna importanza di quale sia la loro tipologia (articolo, video, audio, infografica, ebook). Quello che ? certo ? che deve essere un qualcosa che risolva il problema del potenziale cliente.Vediamoli singolarmente:

  • Fidelizza i tuo contatti, il primo passo per una vendita: molto spesso capita che negozi o aziende offrano a potenziali clienti gadget per far schizzare le vendita me che purtroppo non servono a niente. Inoltre, non dimostrano neanche le loro competenze. L?utente non ? stupido e sa bene cosa cercare in un professionista o una azienda competente. Lo cerca attraverso la produzione di contenuti che risolvono un loro problema. Lo so, scrivere contenuti non ? uno scherzo. Ma se cerchi di ottenere dei contatti oggi ? l?unico modo. Ottenuto il contatto non ? detto che il potenziale cliente compri. Ma continuer? a seguirti mentre sforni contenuti utili per risolvere i suoi problemi. In gergo si dice che hai ottenuto un Lead (contatto). Leggi anche come acquisire i Lead con la Lead Generation.
  • Continuare il processo di fidelizzazione con i contenuti: non stancarti di produrre contenuti. Questa attivit? non la devi vedere con il solo scopo di raggiungere una vendita. Ti consente di migliorare anche il tuo personal branding. Anche migliorare il personal branding ? importante tanto quanto la conclusione di una vendita. Il personal branding ti consentir? di rafforzare il rapporto con il Lead farti conoscere ancor di pi? ad un vasto pubblico.
  • Calendario editoriale, la tua arma segreta: per continuare a creare contenuti di qualit? hai bisogno di un nuovo strumento: il Calendario editoriale. Il Calendario editoriale ti aiuter? a programmare la pubblicazione dei tuoi contenuti di qualit?. Il Calendario editoriale sar? il fulcro della tua attivit? di produzione di contenuti utili per il tuo pubblico. Pubblica regolarmente contenuti di alto valore ed entrerai nel cuore del tuo pubblico. Inoltre, diventerai ai loro occhi un esperto della tua nicchia di mercato.
  • Trova sempre idee originali: ? fondamentale rimanere sempre informati se vuoi fare un buon content marketing. Inizia a leggere articoli, libri del tuo settore. Inoltre, visita anche siti dove puoi trovare molte informazioni come Quora per esempio. Cataloga tutto quello che ? di tuo interesse attraverso un aggregatore di notizie come Feedly. Aggregando le notizie sar? pi? semplice produrre contenuti di successo.
  • Rispetto verso i tuoi clienti: non essere solo un venditore senza scrupoli. Fornisci informazioni su ci? che offri. Aiuta il potenziale cliente. Puoi fare questo solo sviluppando contenuti di successo per risolvere i suoi problemi. I vecchi metodi non funzionano pi?. L?unico metodo antico che ti consiglio ? il biglietto da visita. Certo, anche il biglietto da visita ? un contenuto che pu? essere utile a un potenziale cliente. Se ben strutturato, dove indichi le piattaforme social in cui sei presente e la tua nicchia di mercato pu? aiutare la tua promozione. Creare questi contenuti non ? semplice ma ? l?unico modo che hai per farti considerare da Google una persona o azienda autorevole nel tuo settore. I consigli che trovi nell?infografica sono solo suggerimenti di base. Ti consiglio di leggere anche come fare contenuti di qualit?, come attirare pi? clienti, come fare SEO Copywriting e come fare personal branding.

Come creare un calendario editoriale

Ogni blog ha bisogno di un piano editoriale. Il piano editoriale funge da modello. Un modello che deve essere seguito per raggiungere gli obbiettivi del blog. Come sempre nascono domande e dubbi su come creare un Calendario editoriale efficiente. L?obbiettivo primario che si ha nella creazione di un piano editoriale ? di far schizzare le vendite. Questo ? il motivo principale per cui hai deciso di aprire il tuo blog per la tua professione o azienda. Un pilastro fondamentale di questo piano sar? l?uso del content marketing per promuovere te stesso e la tua azienda. Il piano editoriale ti fornir? una marcia in pi? nell?uso del content marketing. Massimizzando al massimo ogni tuo sforzo.

Piano editoriale, mi presento

Il piano editoriale ? un documento che riassume tutti gli elementi che ti condurranno ad ottenere risultati attraverso l tua piattaforma web. Il piano editoriale ? costituito da un insieme di punti che affrontano la gestione dei contenuti. Dovrai impegnarti a scrivere dei contenuti che aiutano il tuo pubblico a risolvere i loro problemi nella loro nicchia di mercato. Questo ? il miglior modo di accorciare le distante tra la tua attivit? ed il tuo pubblico. Ancora una volta le metodologie dell?Inbound Marketing sono fondamentali per ottenere questi risultati. Non cercare i clienti ma fatti trovare dai tuoi clienti. Per far si di raggiungere tutti gli obbietti sopracitati ? necessario l?uso di un piano editoriale. Per comprendere meglio il piano editoriale ? meglio dividerlo in pi? paragrafi.

Conoscere bene il progetto

Per scrivere contenuti di qualit? ? fondamentale comprendere bene il progetto a cui stai lavorando. E?basilare avere delle informazioni utili che spiegano come affrontare al meglio tutti i contenuti.Ma quali sono questi dati basilari:

  • Prodotti o servizi
  • Punti di forza e debolezza
  • Valori aziendali
  • Principali competitor
  • Caratteristiche esclusive

Questi sono tutti valori imprescindibili per una buona attivit? su come creare contenuti di qualit?. Conoscere i valori che sono le fondamenta della tua attivit? principale ? un ingrediente che non deve mai mancare nella tua attivit? di contenuti.

Analisi Swot

L?analisi Swot ? uno strumento usato nella formulazione strategica dei contenuti. Pu? aiutare un web writer a individuare tutti i punti di Forza (Strenght), Debolezza (Weaknesses), Opportunit? (Opportunity) e Minacce (Threats) di un?azienda. Per conoscere meglio questa analisi leggi <strong</strong. Se non ti senti pronto per creare contenuti di qualit? la BTF Traduzioni SEO Sviluppo Web offre un servizio di creazione di contenuti personalizzata.

Quali sono gli obbiettivi del tuo blog

Ogni blog che si rispetti deve avere un obbiettivo. Non hai altra scelta almeno che non sia un progetto per perdere tempo. Anche se non vendi prodotti hai sempre degli obbiettivi da raggiungere se decidi di promuoverti professionalmente.Quali saranno gli obbietti da perseguire ?Il primo obbiettivo ? generare nuove vendite. Per fare ci? si usa la landing page. La landing page ? un tipo di pagina che ha come obbiettivo generare conversioni.E? fondamentale portare il maggior numero di persone su questo tipo di pagina per ottenere dei contatti. Naturalmente dovrai offrire loro qualcosa in cambio. Delle risorse gratuite magari in formato pdf, video, audio file o comunque un contenuto di valore che risolva un loro problema.Il contatto ottenuto pu? essere indirizzato ad una vendita diretta. Oppure pu? creare un lead interessato alla tua attivit? che pu? trasformarsi in un cliente futuro. Inoltre, con il blog si possono avere dei risultati indiretti:

  • Brand awareness
  • Customer care
  • Link earning
  • Brand protection

Grazie al tuo blog le persone riconosceranno il tuo nome attraverso i tuoi contenuti di qualit?. Inoltre, puoi avere in cambio degli ottimi link ingresso Grazie a tutto ci? puoi aumentare gli iscritti alla newsletter. Una newsletter ben congegnata ? un ottimo strumento ponte per aumentare le vendite.

Come creare contenuti efficaci

Il processo di analisi intorno alla tua nicchia di mercato ha uno scopo ben preciso. Individuare e conoscere i gusti del tuo pubblico per far schizzare in alto le vendite.Ma come puoi svolgere questo lavoro ?Semplice, attraverso l?uso di una mappa mentale dei tuoi contenuti Puoi usare un semplice software chiamato Freemind per le tue mappe mentali. Adesso che conosci il pubblico target ed hai i tuoi obbiettivi devi capire quale contenuto ? adatto al tuo blog.Come si procede per usare una mappa mentale ?

contenuti di valore

Come vedi dalla figura trovi l?argomento principale al centro. Dall?argomento principale si ramificano i nodi successivi. E? consigliabile arrivare ad una scala di astrazione di tre livelli. Anche se ? possibile giungere ad un livello di astrazione infinita.

Calendario editoriale per far schizzare le vendite

Molto spesso si confonde il piano ed il Calendario editoriale. Sono due concetti completamente differenti. Infatti, il calendario ? una parte del piano editoriale e viene sviluppato grazie al lavoro sui contenuti.Dopo la mappa mentale, il prossimo passo sar? ragionare sui titoli e costruire un percorso logico su un foglio di carta.Adesso si pu? definire Calendario editoriale. Infatti, il Calendario editoriale ? un percorso che consente di gestire le pubblicazioni in modo temporale.Questo ? il Calendario editoriale, un modo per mantenere e gestire tutte le pubblicazioni di un bog. Ovvero ? il lavoro che si deve svolgere per raggiungere gli obbiettivi preposti.Ma cosa si deve indicare in un Calendario editoriale ?Devono essere indicati questi elementi:

  • Data di pubblicazione
  • Data di consegna
  • Titolo
  • Nome autore se richiesto
  • Tag e categoria
  • Keyword principale se necessaria
  • Sottoparagrafi
  • Fonti

Gli elementi sopracitati li conosci gi?, dato che son presenti in tutti i contenuti.

Altri obbiettivi

Lo scopo di un blog ? quello di avere un guadagno diretto. Ma come possiamo misurare questo guadagno diretto per migliorare il ROI ?E? importante misurare tutti quei traguardi che si ottengono nell?uso della tua piattaforma web e sono legati in modo indissolubile con il Calendario editoriale. Infatti, per migliorare le tue performance devi ottenere dei KPI forti in questi aspetti:

  • Bounce rate e tempo di permanenza sui contenuti
  • Numero di visite alla landing page
  • Compilazione di un modulo di contatto
  • Numero dei link in entrata
  • Iscrizione alla newsletter

Adesso ti spiego come creare degli obbiettivi attraverso uno strumento gratuito messo a disposizione da Google, Google Analytics. In questo modo avrai delle misurazioni chiare per capire come muoverti. Una metrica da prendere in seria considerazione ? il numero di utenti che hanno compilato un contact form. Di fatto, all?interno di Google Analytics oltre agli obbiettivi standard di possono creare degli obbiettivi personalizzati a seconda del modello di business in uso. In Analytics puoi trovare dei modelli fondamentali:

  • Obbiettivi di destinazione
  • Durata su un azione
  • Numero di pagine o schermate per ogni sessione

Ti consiglio di vedere questo video sull?uso di Google Analytics.

Incominciamo a ragionare su come usare questi modelli fondamentali. Per raggiungere tutti gli obbiettivi prefissati devi avere un comportamento SMART. Vediamo il concetto SMART nelle sue parti fondamentali:

  • Specifici: tutti gli obbiettivi del tuo blog devono essere chiari e non ambigui
  • Misurabili: chiedersi di avere una metrica per misurare il proprio lavoro
  • Raggiungibili: prefissati obbiettivi raggiungibili e non fantasiosi
  • Rilevante: compi azioni utili alla missione aziendale
  • Tempo: definisci il tuo ciclo di lavoro.

Contenuti di valore, le strategie fondamentali

Molto spesso si pensa come creare questo tipo di contenuti per far schizzare le vendite. A volte sembra un sogno irraggiungibile. Ma ci sono dei metodi che ci aiutano a renderli tali. Di fatto, la sola presenza di un contenuto online non ? sufficiente per decretare il suo successo e quindi far schizzare le vendite dei tuoi prodotti. Devi essere capace di coinvolgere il tuo utente a cliccare subito dopo aver letto la meta description. Una meta description coinvolgente conduce direttamente al clic sull?articolo. Per fare questo, devi impostare una strategia di contenuti vincente. Non basta identificare un piano editoriale adatto alle tue esigenze di business. Sicuramente il piano editoriale ? un buon punto di inizio. Ma lo studio attento di ogni testo ? un enorme passo avanti. Scrivere per il web ? cosa molto differente dal saper scrivere in altri contesti. Di fatto, la scrittura per un quotidiano ha poco a che fare con la scrittura di un blog. Usare delle brochure per fare promozione alla propria attivit? ? cosa molto diversa nel fare promozione online. Nell?infografica ti ho mostrato alcuni passaggi fondamentali per creare contenuti di qualit? per far schizzare le vendite. Adesso andiamo pi? in profondit? nel modo come creare contenuti di successo. Per far si che un contenuto di valore sia tale deve possedere queste caratteristiche:

  • Ricercabile online: per far si che gli utenti trovino il tuo contenuto si deve effettuare delle operazioni per ottimizzare il testo. All?interno devono essere inserite le parole chiavi con cui cercare l?articolo. Inoltre, devono essere usati i tag H1, H2, H3, H4, H5, H6 nel modo pi? appropriato. L?argomento del contenuto deve rispecchiare l?attivit? svolta dalla tua azienda. Inoltre, devi creare una metadescription che convinca l?utente a cliccare sul tuo link. Un contenuto di valore per far schizzare le vendite deve avere uno stile di scrittura semplice, senza troppi tecnicismi. Inoltre, deve dare informazioni immediate al tuo lettore.
  • Assaporare: un contenuto di valore per far schizzare le vendite ? degno di tale nome se offre ai suoi lettori informazioni ma viste prima, quindi informazioni originali. Tutte le informazioni chiave devono essere assaporate nel minor tempo possibile, circa 7 ? 8 secondi. Questo per invogliare il lettore a cliccare e fargli continuare la lettura dell?articolo
  • Condivisione in ogni social: Tutti coloro che lavorano con il web devono sempre chiedersi: i mie lettori condividerebbero il mio contenuto ?I processi di engagement (coinvolgimento), d?interazione e d?interattivit? di tutti coloro che sono interessati all?azienda sono fondamentali. Sono i pi? importanti indicatori per chi opera nel campo dell?online. Infatti, in Facebook tutti i giorni si hanno miliardi di interazioni tra gli utenti (mi piace e commenti). Questo fa capire perch? ? molto importante fare condivisioni all?interno dei Social Media.Un messaggio condivisibile ? un ingranaggio che crea scambi ed interazioni incrociate tra i diversi Social Media.Se un utente crede che il contenuto ? di qualit? lo condivider? con i suoi contatti. Aumentando in maniera esponenziale altri mi piace o condivisioni. Creare contenuti di successo consentir? all?azienda di fare promozione nei Social Media aumentando cosi anche il suo personal branding e content curation. Per informazioni o richieste compilare il modulo informazioni in fondo alla pagina.

Spero che l’articolo ti sia stato utile e che lo condivderai con i tuoi amici per rendere popolare il blog.come creare

Contenuti di valore andrea barbieri

?

BTF Traduzioni SEO Sviluppo Web

Piazza Giuseppe Mazzini, 46

Poggibonsi, Siena, 53036 Italia

+393296664935
traduzione, traduttore, programmatore, blogger, realizzazione siti web, Web Marketing, lezioni private di lingua,

?

Contenuti di valorecome creare

?

Rated 5/5 based on 650 customer reviews

Descrizione del prodotto: Contenuti di valore per promuovere la tua attivit? gratis. Creare contenuti di successo ? l’unico modo per aumentare le vendite. Clicca ora. Recensione dei clienti:

Contenuti di valore – di Andrea Barbieri – BTF Traduzioni SEO Sviluppo Web,April 27, 2017

?

5/ 5stars

?

?

?

?

Content strategy insieme al Content Marketing

Realizzare una strategia di content strategy attraverso il Content Marketing significa attrarre clienti verso il tuo sito, la tua attivit? o i tuoi obbiettivi pi? importanti.

Prima di continuare l’articolo potete ascoltare consigli utili per i vostri contenuti ascoltando questo file audio gratuito.

Content Marketing is King ? l’astro nascente degli slogan che si sta diffondendo negli ultimi anni. Sia i digital marketer sia le aziende hanno intuito l’importanza di usare questa strategia con contenuti di qualit? (contenuti che sono capaci di istruire, divertire, informare ed intrattenere per attirare nuovi utenti. L’aumento dei visitatori del sito ha lo scopo di ottenere contatti qualificati che portino alla chiusura di contratti, aumentare il numero delle vendite e fidelizzare i nuovi clienti e convertirli in sostenitori volontari del nostro brand.All’estero ma soprattutto nel mercato americano, hanno raccolto le grandi opportunit? relative a questa strategia di marketing attraverso i contenuti che sono in grado di vendere. Fortunatamente, anche all’interno del mercato italiano si sta diffondendo l’interesse verso il Content Marketing, grazie all’uso di un content strategy affidabile.Possiamo definire la strategia di content strategy ed il Content Marketing con una semplice equazione:Content Marketing=business (ricavo delle vendite, clienti, lettori, nuove opportunit?). E? opportuno spiegare la differenza tra content strategy e Content Marketing. Al fine di comprendere al meglio la potenze e l?efficacia dei due concetti. Per capire il concetto del content makerting ci viene d?aiuto una risorsa del Content Marketing Institute:

il Content Marketing ? una tecnica di marketing che ha come scopo la creazione e la distribuzione di contenuti pertinenti e di valore. Per attrarre, acquisire e coinvolgere un pubblico ben definito. Con il solo obbiettivo di convincere i clienti ad effettuare azioni profittevoli.

Questa ? una buona definizione ma ne possiamo usare un’altra che restringe ancora di pi? il significato di Content Marketing.La definizione in questione ? di Jayson DeMers su Forbes:

il Content Marketing ha come scopo di fornire informazioni o contenuti di valore ai clienti potenziali. Con l?obbiettivo di costruire una solida fiducia, branding, consapevolezza ed un atteggiamento positivo verso l?azienda.

Fondiamo le due definizioni ed otteniamo una buona definizione di Content Marketing:

Il Contet Marketing sono tutte le forme di comunicazione che si basano sulla creazione di contenuti di qualit?. Tali contenuti devono anche essere condivisi per creare un forte coinvolgimento degli utenti

.La Content Strategy ? una cosa completamente diversa dal Content Marketing. Ma entrambe collaborano insieme per far conoscere al pubblico i contenuti di valore.Una delle prime definizioni di Content Strategy risale al 2009 ed ? di Rahael Anne Bailie:

la Content Strategy consiste nel pianificare, gestire i contenuti durante tutto il loro ciclo vitale. Inoltre, prende in considerazione l?allineamento dei contenuti agli obbiettivi di business. La Content strategy ha una grande influenza sullo sviluppo, produzione, la messa a riposo dei contenuti. Ci? di cui la Content Strategy non si occupa ? la messa in pratica dei contenuti

Si pu? affermare con certezza che la Content Strategy non si occupa dei contenuti ma si occupa delle gestione dei contenuti.Di fatto, grazie a questi nuovi concetti ? nata una nuova figura professionale. Quella del content strategist. Ti consiglio di leggere l?articolo di Kristina Halvorson che spiega in modo chiaro di cosa si occupa il content strategist. Prima di leggerlo posso dirti da subito che il content strategy si occupa:

  • di stabilire la pubblicazione di un contenuto
  • ma soprattutto di stabilire perch? quel contenuto deve essere pubblicato.

Ancora una volta ci si imbatte sull?utilit? di un contenuto. Perch? il contenuto deve aiutare ed informare i potenziali clienti oppure i potenziali lettori del tuo blog. Un consiglio d?amico. Non pubblicare mai contenuti che non sono ne utili ne informativi. La penalizzazione SEO ? dietro l?angolo. Tornando all?articolo che ti ho proposto prima se non ha voglia di leggerlo te lo riassumo. Come tutte le professioni, anche quella del content strategy deve avere un obbiettivo. Se infatti, si producono contenuti a raffica (quindi inutili) come fossimo una fabbrica questa professione non avrebbe pi? senso. Se hai scritto molti articoli che non hai avuto nessun risultato, sicuramente hai fallito la tua campagna di Content Marketing. E questo di dovrebbe far riflettere. Almeno lo spero.Se non hai un processo di produzione che parte dall?idea fino al confezionamento del contenuto non andrai lontano.Mi spiego meglio. Se non sai di cosa hanno bisogno i tuoi utenti, come fai ad aiutarli ?C?? un tool gratuito che si chiama AnswerthePublic. E? uno strumento per la la SEO. Ma ha la caratteristica di individuare le domande degli utenti. Queste domande sono le richieste degli utenti.

Il Content Marketing e le PMI

Anche le PMI ed i professionisti italiani stanno scoprendo che il web ? una risorsa di importanza strategica. Si ? intuito che Internet non ? solo una parte dell’economia tradizionale ma un’occasione da cogliere al balzo per ottenere nuovi successi imprenditoriali. L’Italia possiede molte eccellenze imprenditoriali, senza dimenticare l’arte, la tradizioni enogastronomiche, l’artigianato inconfondibile, pu? solo ottenere vantaggi dalla rete digitale.Nel mercato Italiano ci sono ancora campi inesplorati perch? ancora molti non capiscono o non credono che usare Internet porti dei vantaggi al proprio businessMolto spesso il marketing non ? in grado di indirizzare i fruitori in maniera adeguata e non riesce a raccogliere l’impegno che aziende e professionisti si aspettano, distruggendo in maniera totale le loro aspettative di persone che non conoscono appieno i processi del mondo digitale.Molto spesso ? stato consigliato loro di creare meravigliosi siti vetrina per ottenere dei risultati, ma tali risultati si sono tramutati in una cocente perdita economica.? importante prendere coscienza che il professionista di marketing ha un ruolo centrale nel far esprimere tutte le potenzialit? di un dato business.Una strategia di content strategy e Content Marketing ben valutata, insieme a, un sito a regola d’arte, una campagna su Google esplosiva, canali sociali ben amministrati possono cambiare in meglio il destino di un’azienda.

Content Marketing e content strategy: perch? farli ?

Le motivazioni che ci spingono a fare leva scrivendo contenuti attraverso una strategia di content strategy sono varie ed interessanti. Queste motivazioni si fondano sulla premessa che la venuta del web ha rimescolato tutte le regole del marketing. Analizziamo tutto ci?:

  • I mercati sono tornati a dialogare: il cliente potenziale non va in cerca di pubblicit? assillanti, spot ammiccanti o inutili volantini. Il cliente potenziale ? in cerca di qualcosa capace connetterlo alla tua azienda o persona durante il processo di scelta del servizio o del prodotto offerto: l’intero processo di scelta, acquisto e prova si trasforma in un’esperienza.
  • Il tuo pubblico non ama essere interrotto ma vuole essere attratto: abbiamo lasciato le tecniche pubblicitarie che prevedono interruzioni a tecniche meno invasive e assillanti. Queste nuove tecniche cercano il permesso dei clienti potenziali. Il Content Marketing insieme ad una buona strategia di content strategy sono capaci di calamitare il tuo futuro cliente potenziale.
  • La grandezza dell’azienda non ? tutto: per essere capace di coinvolgere il tuo pubblico non servono enormi mezzi finanziari. Naturalmente non vuol dire che creare un contenuto di qualit? ha costi bassi. Facciamo un esempio: fare una ricerca appartenente ad un campo scientifico ? un’attivit? che richiede molto impegno, lo stesso lo possiamo affermare per mantenere aggiornato un blog oppure relazionarsi con una comunity non ? mai a costo zero. Lo stesso vale per i risultati di una campagna il cui costo economico pu? influire sugli stessi risultati: pensate alle campagne effettuate su Google o anche Facebook. Tutto ci? vuol dire che le barriere da affrontare sono minori se usiamo una strategia specifica caso per caso. Questo modo di ragionare ci permette di raggiungere scopi notevoli intaccando nicchie di mercato con un budget inferiore rispetto al vecchio modo di fare pubblicit?.
  • Siamo partiti da un monologo: il vecchio modo di fare pubblicit? si basava su una storia creata a tavolino dall’azienda che veniva urlata a squarciagola. Per ottenere dei risultati devi raccogliere l’attenzione e dei clienti (consumatori), che hanno il ruolo di rendere florida la tua attivit? insieme a te. In questo processo i clienti hanno un ruolo fondamentale perch? loro stessi producono contenuti per la tua azienda amplificando il tuo messaggio pubblicitario con il passaparola; il passaparola ? un potere enorme dato ai clienti che possono aiutare o distruggere la tua azienda.
  • Il mercato non deve mai essere manipolato: i tuoi clienti devono raccontare la storia della tua azienda ad altri e da consumatori possono diventare nei tuoi migliori alleati.

Ma perch? ? importante investire sul Content Marketing unito ad una buona strategia di content strategy ?

I clienti vogliono sapere chi sei, vogliono conoscere quali sono i prodotti o servizi che offri e desiderano entrare in contatto con il tuo brand. Entrando in contatto con il tuo brand potranno conoscere la sua storia, passato, presente, futuro che spiega molto di pi? di una scheda prodotto inserito nel tuo sito.

Content Marketing=risultati concreti a costi bassi

Voglio sottolineare ancora il concetto del Content is King ed ? una constatazione vera: senza avere dei contenuti interessanti capaci di attrarre l’attenzione del tuo pubblico ha poco senso iniziare quest’attivit?. Produrre contenuti di qualit? capaci raccogliere l’attenzione e di rendere partecipe crea una condizione necessaria ma non sufficiente per ottenere un’affermazione nel nuovo modo di fare marketing senza nessun tipo d’interruzione.Se non sei in grado di comprendere le regole e il funzionamento per arrivare alla tua nicchia di mercato in cui il potenziale cliente (quello che si chiama ZMOT), sceglie, compra, vota, produrre dei testi, immagini, video ed innografiche solo per passare tempo non ha nessuna utilit?.Spiegato in parole semplici, puoi avere il migliore contenuto sulla piazza ma se lo tieni nascosto agli occhi del grande pubblico o della tua nicchia di mercato, senza una buona strategia di content strategy, nessuno acceder? mai ad esso. Per aumentare l’efficacia del tuo marketing e per poi aumentare il tuo giro d’affari devi esporre la tua pubblicit? nelle vie principale di una grande citt?, ad esempio.
content strategy

SEO Copywriting, le sue regole

Tutti i contenuti devono obbedire alle regole della SEO copywriting e devi essere capace di renderlo disponibile nelle principali zone digitali dove il tuo pubblico si raduna attraverso l’uso di una performante strategia di content strategy: nei motori di ricerca (Google, Bing, Yahoo) che portano maggiori visite, senza dimenticare i social network (Facebook, Twitter, Pinterest ed altri) e in tutti i forum di discussione. I contenuti devono sempre essere accessibili da ogni dispositivo (Pc, smartphone o tablet) e darti il tempo necessario per scriverli e pubblicarli: solo cos? sarai sicuro di aver fatto un buon lavoro e ottenere i risultati sperati.
Quando scrivete usate sempre la regola giornalistica delle 5 W insieme ad una giusta Content Strategy. La Content Strategy ti consente di considerare le 5 realt? pi? importanti per mettere in piedi un progetti di Marketing dei contenuti in grado di ottimizzare il ritorno sull’investimento (ROI):

  • Who: quali sono le aziende in grado di impegnarsi in progetti di contenuto ?
  • Why: perch? il Content Marketing aiuta il business d’azienda ?
  • What: quali sono i contenuti digitali ritenuti pi? interessanti ?
  • Where: in che luogo distribuire i contenuti digitali ?
  • When: quali sono le strategie migliori di timing relative ai Digital Content Marketing ?

?

Who: quali sono le aziende in grado di impegnarsi in progetti di contenuto ?

Questa domanda ha una risposta molto semplice: presumibilmente tutte. Tutte le attivit? marketing aziendale nascono da una storia e lo stesso possiamo dire di un’azienda che ha avuto il suo processo storico con tradizioni e valori. Il processo storico dell’azienda insieme a valori e tradizioni devono essere trasformati in progetti digitali per poter raggiungere la pi? vasta platea di pubblico del mercato di riferimento.

Why: perch? il content marketing aiuta il business d’azienda ?

I contenuti devono avere una relazione con l’utente e informare allo stesso tempo. Il Content Marketing si basa sulla progettazione attraverso una strategia di content strategy, produzione e ottimizzazione di contenuti digitali che sono in grado di dare un valore aggiunte al fruitore. Per esempio, devono trasmettere informazioni nuove e allo stesso tempo coinvolgere l’utente.

Le sue propriet?

In ultima analisi queste sono le propriet? della domanda Why:

  • Posizionamento: perseguendo la strada dello sviluppo di prodotti digitali le aziende riescono anche nella difficile missione di entrare nella mente dei potenziali clienti attraverso l’uso di una efficiente content strategy. Questo processo ha un ottima conseguenza nel buon posizionamento presso i motori di ricerca, quindi si ottiene una buona attivit? SEO.
  • Vendere: voglio ricordare che lo scopo finale del marketing ? il lead, o detto in parole povere la vendita. Lo spirito del marketing ? di natura commerciale e anche il digital marketing non si sottrae all’obbiettivo del marketing. La progettazione di una corretta impalcatura di una strategia di Content Strategy richiede del tempo (e quindi anche de denaro), e deve condurre a risultati determinati ex-ante.

Where: in che luogo distribuire i contenuti digitali ?

Quando abbiamo creato un contenuto siamo solo all’inizio. Per raggiungere gli obbiettivi soprascritti ? fondamentale sviluppare un punto di contatto tra gli obbiettivi e i clienti potenziali. Per questo motivo la scelta dei canali digitale ? un pilastro fondamentale di questa impalcatura.I primi canali che a tutt’oggi hanno massima diffusione globale sono i social network: Facebook, Twitter, Linkedin si trasformano il ?luoghi virtuali abitati? da miliardi di persone. Se i social network sono ben sfruttati attraverso vari tools di monitoring e analitycs diventano delle leve ottima per il nostro brand e la distribuzione dei nostri contenuti digitali.
Ricordo che oltre hai social network abbiamo anche i blog che a tutt’oggi sono molto diffusi. Hanno una potenza maggiore di qualsiasi social network, sono personalizzabili e controllati direttamente dall’azienda: la loro funzione all’interno di una strategia di Content Strategy ? ancora oggi importante.

Da menzionare anche il sito web aziendale, molto spesso dimenticato e dato per spacciato con l’arrivo delle piattaforme 2.0. Questo tipo di sito con l’arrivo del Digital Marketing si attesta come un hub essenziale per le strategie online di qualunque tipo d’azienda e grandezza.Su Internet trovi molti tools per distribuire i tuoi contenuti sui Social web come HootSuite, Pay with a Tweet o SocialBro.

When: quali sono le strategie migliori di timing relative ai Digital Content Marketing

Lo scopo dei contenuti ? di intercettare il prima possibile il cliente potenziale e quindi vanno diffusi nel momento in cui questo accade. Il momenti in cui ? meglio diffondere un contenuto ? previsto dalla Scienza del Timing; questa spiega gli orari migliori per diffondere un contenuto. Naturalmente contenuti differenti hanno bisogno di tempi e modi diversi di operare presentando caratteristiche eterogenee. Prendiamo come esempio i blog post e le infografiche. I blog post hanno bisogno di poche ore per essere scritti e pubblicati mentre le infografiche hanno una difficolt? maggiore. Non sarebbe fattibile includerle in un calendario editoriale ma possiamo usarle con pubblicazioni pi? rade.

Business attraverso il contenuto ?

Sviluppare un contenuto attraverso le tecniche dell’Inbound Marketing non ? soltanto un’attivit? pubblicitaria; ? un mezzo efficacissimo che permette alle aziende di prodursi pi? opportunit?. Sviluppare un procedimento per attrarre utenti interessati all’argomento porta alcuni vantaggi sia per il sito che per i visitatori:

  • informare i visitatori
  • coinvolgere il visitatore nel processo d’acquisto
  • i visitatori divulgano le proprie esperienze ed oggi questo acquista molta importanza

Un sito ben strutturato, con un’eccellente posizionamento organico su Google e con commenti o recensioni positive hanno un valore superiore rispetto ad ogni tipo di pubblicit? e funzionano sempre, tutto l’anno.

Lo sviluppo di contenuti che segue le regole dell’inbound marketing non ? a costo zero: ma ? il metodo che permette di ottenere il maggiore ritorno sull’investimento (se fatto da professionisti del campo).

La W mancante ossia come definire il contento

La tavola periodica del Content Marketing sottolinea alla perfezione le molteplici possibilit?, quasi infinite sulla produzione di contenuti e la fantasia ? senza limiti: non si tratta solo di pubblicazioni scritte ma anche di immagini, video, foto, schede tecniche, fumetti, podcast, interviste fino a fogli illustrativi. Rientrano nella tavola periodica anche le infografiche, gli schizzi a a mano, le App e i programmi in genere che rientrano nel significato del Content Marketing e in una strategia di content strategy.La scelta di quale contenuto scrivere dipende dalla nicchia di mercato in cui si lavora: sta solo al professionista analizzare quali argomenti cerca il mercato in modo da aiutare il proprio cliente.

Sono un disastro nel creare contenuti

Magari ? anche vero, ma sei hai bisogno di contenuti validi e non sei capace di produrli ci sono molte fonti autorevole su Internet da leggere studiare. Se hai intenzione di offrire i tuoi prodotti/servizi, se sei un buon professionista userai i contenuti per pubblicizzarli insiema ad una buona strategia di content strategy: sicuramente non avrai molte parole ma sono sicuro che non potr? mai vendere i tuoi prodotti/servizi senza argomenti.Usa tutto quello che riesci a reperire sull’argomento ? avrai un modo nuovo per fare business: col tempo diventerai sicuramente un content curator ossia diventerai un selezionatore di notizie.

Esiste un modo per farsi conoscere nel web ?

Sviluppare un contenuto senza metodo si riveler? uno spreco tempo, energie e soldi. Il tuo impegno deve essere incentrato per massimizzare il ritorno (ROI) e massimizzare il capitale investito. ? importante ottenere il massimo rendimento dalle tecniche dell’inbound marketing e raccogliere tutte le opportunit? che il web offre: motivo in pi? per utilizzare una strategia di content strategyQuesti sono ottime motivazioni per rivolgerti ad un professionista SEO o consulenti capaci di sviluppare per te un piano per massimizzare tutte le offerte provenienti dal tuo sito web, dal tuo blog, motori di ricerca (SEO, posizionamento organico), social network, email marketing; tutte queste attivit? abbracciano lo studio delle abitudini online (e offline) della tua nicchia di mercato in modo di offrirti un offerta vincente.

Come faccio a capire se i soldi investiti mi porteranno un ritorno sull’investimento (ROI) ? Posso misurare i risultati del Content Marketing ?

Si, ? possibile analizzare il ritorno sugli investimenti. L’analisi permette di conoscere dati di estrema importanza per la tua attivit?. Sei in grado di misurare con estrema precisione le metriche di consumo, come per esempio il numero delle visualizzazioni, il tempo trascorso davanti al contenuto, la frequenza di rimbalzo ed altri fattori. Hai la possibilit? di conoscere anche le metriche sociali e conoscere come il contenuto ? stato condiviso, incluso il tipo di canale social scelto. Scopri anche se si sono presentate attivit? di engagement oppure se l’attivit? di email marketing ha funzionato oppure no.

L’analisi in parole semplici, ti permette di sapere le lead generate (ossia quanti potenziali clienti abbiamo fatto entrare nel nostro giro). Per sapere tutto ci? basta controllare i dati di prospect che abbiamo raccolto, quanti sono il numero di iscritti alla nostra newsletter oppure quanti hanno scaricato il nostro tutorial ed altri fattori.

Il fatto importante ? che puoi risalire alle vendite. Questo dato ? ricavabile facilmente se ci occupiamo di e-commerce mentre diventa molto complicato se trattiamo negozi fisici che hanno un esperienze online e offline. Tuttavia ci sono degli accorgimenti che consentono di conoscere in maniera approssimativa questo dato. Se hai la possibilit? di usare strumenti di proximity marketing questo dato sar? ancora pi? evidente.

Se tutti questi vantaggi non ti soddisfano e sei accorto, devi essere consapevole che oltre al ritorno della somma investita, se sarai capace di coinvolgere il tuo pubblico con un’attivit? di Content Marketing insiem a ad una strategia di content strategy, stimolandolo e facendolo interagire con i tuoi prodotti o servizi, avrai una forte influenza nella scelta del tuo prodotto a danno dei tuoi concorrenti.

Ma siamo sicuri che il Content Marketing funzioni ? O ? la solita americanata ?

Sono sicuro che la tua mente creer? tanti pensieri, ma appunto sono solo pensieri del tipo: il mio business ha bisogno di una metodologia diversa, ho la certezza che nella mia nicchia di mercato non funziona, ? la solita storiella proveniente dagli Stati Uniti.Se hai intenzione di continuare a giocare con la tua mente ? un tuo diritto, ma ti avverto che stai buttando a mare migliaia di occasioni. Sicuramente i tuoi concorrenti stanno gi? usando questo metodo anche con ottimi risultati. Il mercato italiano ? ancora un terreno vergine per questo metodo e va sfruttato il prima possibile.

photo lazyload of andrea barbieri

 

?

BTF Traduzioni SEO Sviluppo Web

Piazza Giusepp Mazzini, 46

Poggibonsi, Siena, 53036 Italia

+393296664935
traduzione, traduttore, programmatore, blogger, realizzazione siti web, Web Marketing, lezioni private di lingua,

?

?

?

?

?

?

?

?

Content curation e il tuo personal branding spicca il volo

Content curation ? un attivit? basilare per tutti coloro che hanno un intenzione seria di fare content marketing per creare messaggi efficaci nel web. Questo articolo ? rivolto a tutti coloro che hanno come obbiettivo un efficace personal branding. Si va dai professionisti fino alle aziende che hanno compreso bene il potere del digital marketing. In parole povere, la Content curation garantisce un ROI ad ogni business fatto su Internet.Se ne parla tanto di Content curation ma non sempre ? spiegata nella maniera migliore. Inoltre, ? doveroso anche spiegare i passaggi che permettono di diventare un bravo content curator professionale.

Content curation, definiamolo

Partire dalla definizione di Content curation ? il primo passo da fare per comprenderlo meglio. La Content curation ? il processo di raccolta, di ordinamento e della condivisione dei contenuti web. Si prendono in considerazione i contenuti pi? importanti per una determinata nicchia di mercato seguita dagli utenti.Colui che scopre questi contenuti nel web si chiama content curator ed ? una figura molto professionale. Il content curator ? una figura professionale molto rilevante nella sua nicchia. E? un punto di riferimento molto importante dato dalla sua grande autorevolezza.

Di cosa ci occupa il content curator ?

Il content curator si occupa di Content curation seguendo questi passaggi:

  • Trovare contenuti di qualit? per la sua nicchia di mercato.
  • Condividere i contenuti web che ha trovato, contestualizzandoli.
  • Inserire la sua opinione in tutto ci? che condivide online. In questo modo, si arricchiscono i contenuti di un valore aggiunto. Il valore aggiunto ? molto importante perch? deriva dall?autorevolezza dell?argomento trattato.

A prima vista sembrano compiti facili, ma credimi non lo ? affatto. Per eseguire una efficace Content curation ? fondamentale avere una grande esperienza con grande intuito e buona comunicazione. Il content curator deve avere una conoscenza profonda della nicchia su cui lavora. Inoltre, deve capire in anticipo i gusti dei propri lettori indirizzandoli al contenuto giusto per loro. Per finire, le capacit? comunicative sono altrettanto importanti per il content curator. Deve proporre al meglio i contenuti che condivide con proprio pubblico.Come capisci, fare una Content curation efficace ? una bella impresa. Potresti provare a fare il content curator , magari sei bravo e non lo sai.Di sovente, capita di trovare degli abili content curator che non hanno la consapevolezza di esserlo. Queste persone hanno una forte passione ed esperienza in determinati argomenti, riuscendo a svolgere un lavoro professionale.

Perch? impegnarsi per la Content Curation ?

La content curatio ? nata per permettere agli utenti di destreggiarsi dalla miriade di informazioni presenti in rete. Preparare un terreno con delle linee guida che indirizzi l?utente ai migliori contenuti ? indispensabile per raggiungere un buon personal branding. Questo ? il principale compito della Content curation gestire al meglio il bombardamento mediatico delle informazioni. Il compito di un content curator ? di fare una cernita dei contenuti migliori e di riproporli al suo pubblico. Essere in grado di scovare i migliori contenuti non ? un impresa facile. Ma se ci riesci, il tuo personal branding avr? delle ripercussioni molto positive. Se non sai come gestire una Content curation assumi un professionista del settore. Ti permetter? di risparmiare tempo facendo lui il lavoro per te. Permettendoti di proporre i contenuti migliori per la tua nicchia di mercato.Qui sotto ti offro un?infografica di Heidi Cohen sugli obbiettivi della Content curation in 10 passaggi.content curation

Diventa un esperto di content curation

Il content curator deve possedere molto qualit? ma ne esistono alcune che devono essere indispensabili per raggiungere un determinato obbiettivo. Vediamole singolarmente:

  • Scegliere la nicchia di mercato. Come tutte le attivit? professionali la scelta della nicchia di mercato ? la prima cosa da fare. Si deve dimostrare di avere forti conoscenze in quella nicchia. Tutto ci? per acquisire autorevolezza verso i propri lettori. Scegliere la nicchia di mercato non ? cos? facile come si crede. Si devono fare opportune riflessioni e non basta avere una passione su un certo settore. Chi decide di fare business online seriamente si deve occupare di settori i cui il mercato tira. Ricorda che con la sola passione non si mangia, non si business.
  • Individua contenuti utili di alta qualit?. Devi girare il web per trovare utenti che producano contenuti di qualit? in una determinata nicchia di mercato. I contenuti devo avere un valore, risolvendo piccoli problemi quotidiani del lettore. I migliori contenuti vengono dagli influencer. Ma come trovarli ? Dai uno sguardo alle condivisioni e mi piace e soprattutto alla loro presenza online e scoverai gli influencer del tuo settore.
  • Organizzare i contenuti. Una propriet? fondamentale di un content curator ? di saper organizzare i contenuti. In questo, modo si ha la possibilit? di presentare al pubblico un lavoro pi? completo e professionale. Organizzare i contenuti in macro aree aiuta molto il lettore a districarsi dai diversi argomenti. Anche questa ? un attivit? che richiede impegno ma se ben svolta i lettori ringrazieranno.
  • Aumenta il valore dei contenuti che hai trovato. Hai trovato tutti i contenuti di qualit? che ti interessavano. Adesso cosa fare ? Li pubblichiamo o facciamo un altro passaggio ? Facciamo un nuovo passaggio determinante per la Content curation. Inseriamo dei commenti che spiegano perch? abbiamo scelto quella fonte. Anche nella Content curation deve essere qualcosa di tuo, anche sei riproponi articoli di altri. Magari chi l?ha scritto ha dimenticato qualcosa oppure vuoi aggiungere una critica positiva al pezzo. Anche ? possibile che questo comportamento crei una discussione intorno al contenuto.
  • La condivisione ? vita. Non dimenticare di condividere perch? allungher? di molto la vita del tuo post. Scegli le piattaforme di Content curation per condividere i tuoi contenuti. Questo ti permetter? di avere una platea di pubblico ancora pi? vasta. Come tutte le attivit? di marketing anche la Content curation deve essere svolta ogni giorno.

Le piattaforme da usare per la content curation

Per fare un efficace Content curation ce ne sono molte. In questo paragrafo vi indico quelle che uso io e le pi? note:

  • Scoop.it Questa piattaforma ? la pi? nota nell?attivit? di Content curation. Ha una grande facilit? di utilizzo.
  • Pealtress Questo ti permette di collezionare e anche condividere ogni tipo di interessi.
  • Storify Anche questa piattaforma tratta di Content curation, ma ha qualcosa in pi?. E? una via di mezzo tra Facebook e Twitter. Anche Storify come le altre ? di immediato utilizzo.
  • Percolate E? un servizio molto efficace per la Content curation. E? idealmente usato da aziende che necessitano di catalogare e condividere ogni contenuto pubblicato presso i Social Media. Percolate ti permette di costruire un area dove inserire tutti i contenuti per sviluppare un luogo di aggregazione.

L?argomento della Content curation non pu? essere spiegata in un solo articolo. Sicuramente chi vuole migliorare il suo personal branding si dive occupare anche della Content curation.

photo lazyload of andrea barbieri

?

BTF Traduzioni SEO Sviluppo Web

Piazza Giusepp Mazzini, 46

Poggibonsi, Siena, 53036 Italia

+393296664935
traduzione, traduttore, programmatore, blogger, realizzazione siti web, Web Marketing, lezioni private di lingua,

Business online, contenuti la tua promozione

Business online ? un modo diverso di fare affari. Ha le sue regole e per ottenere dei risultati vanno rispettate. Smetti di spendere solo su campagne pay per click senza risultato.Le campagne pay per click hanno una sua utilit? in una campagna di marketing. Non vanno in nessun modo demonizzate. Ma usarle senza criterio fino a quando non si ottengono dei risultati ? il suicidio del business online.Un business online non vive solo di campagne pay per click ma necessita anche di altri accorgimenti. Questi accorgimenti sono un po? pi? impegnativi di una serie di campagne pay per click. Per esempio iniziare a leggere libri ? un buon punto di partenza che ti far? acquisire molti leads. Nel prossimo paragrafo ti spiegher? il perch? ? Tutto questo ti ? necessario per avere consapevolezza sul comportamento dei leads ?Non sai cosa sono i leads ?I leads sono dei contatti qualificati che puoi ottenere attraverso il tuo blog o le piattaforme sociali. La funzione dei lead ? di dare all?azienda un contatto qualificato che potr? in futuro trasformarsi in una vendita.Come puoi attirare i leads ?[signinlocker id=”1574″]Adesso ti spiego perch? ? importante leggere, documentarsi. Sono attivit? che ti permettono di creare contenuti da pubblicare nel blog o nelle piattaforme sociali per sviluppare il tuo business online Lo scopo dei contenuti ? di agganciare i lead. La promozione attraverso i contenuti si chiama Content Marketing. Ne ho gi? parlato anche in un altro articolo. E? una strategia talmente potente che solo due articoli non bastano.

Qual ? il compito dei contenuti ?

Il ruolo dei contenuti in un business online ? di agganciare lead (contatto) da trasformare in prospect (vendita).Non ? facile scrivere contenuti di questo tipo per un business online. Questi contenuti devono avere una qualche utilit? per i lettori. Devono risolvere piccoli problemi appartenenti ad una determinata nicchia di mercato. Mentre li scrivete, non fatevi prendere la mano. Evitate di scrivere testi troppo promozionali. Per un attimo pensa che lo scopo di tutto ci? non ? vendere. Anche se lo ?. Pensa solo che questi testi torneranno utili a tuoi clienti potenziali. A loro volta, ti ringrazieranno facendo di nuovo visita al tuo blog o piattaforme sociali. Inoltre, avrai un considerevole aumento del traffico del tuo sito web sviluppando ancor di pi? il tuo business online.business online

La costanza ? la tua forza

Quando all?inizio ti ho detto che ci voleva impegno, non scherzavo. All?inizio sar? difficile anche scrivere un solo contenuto. Ma sei agli inizi. Fai quello che puoi. Ma se cerchi un servizio professionale forse avrai bisogno di un CopyWriter che scriva i contenuti per il tuo business online.Non credere di non saper scrive. Non si nasce scrittori. Ci si impegna a diventarlo. Prova e sperimenta. Il fattore determinante ? la costanza. Se ti poni di pubblicare un articolo almeno una volta alla settimana lo devi fare. Altrimenti, perderai credibilit? verso i tuoi lettori. In una campagna di Social Marketing l?impegno e costanza sono la chiave per raggiungere ogni tipo di obbiettivo in un business online.

Programma la pubblicazione dei tuoi contenuti

E? un piano che ti dice in quale arco temporale pubblicare e cosa pubblicare. Ho detto ?arco temporale?. Il tempo ? fondamentale in una campagna di Web Marketing. Pubblicare nel momento giusto ti far? avere un enorme traffico verso il tuo sito web o la tua piattaforma sociale sviluppando ancora di pi? il tuo business online.Ti faccio un esempio pratico. Se sei sotto l?evento delle olimpiadi potresti sfruttare questo evento per far vedere i tuoi contenuti al maggior numero di persone incastrando nei tuoi contenuti alcuni riferimenti. Ma se l?evento olimpiadi ? usato quando ? finito, usarlo non servir? a niente. Come vedi il fattore tempo ritorna sempre. Il tempo, insieme ai contenuti e alla qualit? sono fattori che ritornano sempre in una campagna di Web Marketing.

Come creare un calendario editoriale

Un calendario editoriale non deve essere compilato come una schedina del Lotto. E? una cosa molto seria che ti aiuter? molto. E? importante creare una lista di contenuti che ricalcano la tua strategia per raggiungere determinati obbiettivi. Infine, scegliere quando pubblicarli.Un errore da evitare da subito. Non riempire il calendario editoriale con contenuti a caso. Invece, chiediti ci? che hai bisogno per compilarlo.Adesso ti devi chiedere. Qual ? il migliore modo che il mio business online pu? aiutare il mio cliente ?E? una domanda fondamentale per la riuscita del tuo calendario editoriale. Rispondiamo insieme alla domanda.Soddisfo le necessit? del mio cliente secondo questi parametri:

  • Aiutandolo: La domanda da chiedersi: come posso aiutare il mio pubblico ? Aiutandolo almeno una volta ti garantirai una fedelt? verso i tuoi contenuti.
  • Informandolo: La domanda da chiedersi: Cosa cerca il mio pubblico ? Capisci in anticipo le esigenze del tuo pubblico.
  • Intrattenendolo: La domanda da chiedersi: Come posso intrattenerlo al meglio ? fai sentire il lettore a casa sua. Informalo utilizzando un linguaggio scorrevole e semplice. L?articolo deve essere leggero di facile comprensione e lettura.

Programmare non ? un?attivit? che rende freddi i contenuti

Programmare la pubblicazione non si significa essere delle macchine a freddo. Significa eseguire una strategia con razionalit? per massimizzare gli obbiettivi.Con la velocit? dei cambiamenti del mondo digital non c?? tempo per essere spontanei in un business online. Si deve programmare ogni pubblicazione a seconda di quello che succede in un dato giorno. Come per l?esempio che prima ho fatto per le olimpiadi. La programmazione consente di avere una presenza efficace online. Una presenza che deve informare e non deve vendere. Non mi stancher? mai di dirlo. Per poter avere nuovi clienti non si deve vendere si deve informare. Si deve far conoscere quanto valiamo come professionisti.

I giorni e gli orari migliori per pubblicare

Ogni social network ha un?area chiamata Insight, che vi consiglio di vedere. Insight ti indica quando i tuoi followers sono pi? attivi nel tuo canale durante una certa ora. Ma esiste un ma. Facciamo un altro esempio. Per esempio, se usi Facebook e non paghi per un inserzione il tuo post avr? poca visibilit?. In questo modo il vostro Edge Rank salir?. Certo si possono usare degli artifizi inserendo delle immagini divertenti ma fino a quando si pu? usare questa strategia ?Per chi non lo sapesse, Edge Rank ? l?algoritmo di Facebook . Inoltre, non credo che si sia un orario migliore o peggio. Ma si po? fare un analisi su questo.La frequenza, i giorni e gli orari di pubblicazione devono essere stabiliti secondo due parametri:

  1. La tua disponibilit? di tempo. E? completamente inutile riempire il calendario editoriale da una marea di impegni. E? meglio essere realistici sulla propria disponibilit? di tempo per quest?attivit?. Come ho gi? detto la pubblicazione deve essere il pi? costante possibile per avere la possibilit? di raggiungere i lead. Inoltre, valutate anche quando potete postare. Anche qui ? sbagliato porsi degli orari quando si hanno gi? altri impegni. Devi anche valutare di essere online quando pubblichi. Se pubblichi un contenuto e non sei online e rispondi dopo giorni non sei credibile. Potresti affossare definitivamente il tuo business online.
  2. Gli orari dei tuoi lettori. Devi controllare sempre i dati d? Insight che ti riferiscono quando i tuoi lettori sono online. Ti servirebbe a poco pubblicare quando nessuno ti pu? ascoltare.

In questo articolo ti ho dato alcuni consigli su come fare business online con i contenuti e come svilupparli tramite un calendario editoriale. Continua a seguirmi per ulteriori approfondimenti. Se l’articolo ti ? stato utile o l’hai trovato interessante condividilo con i tuoi amici. Grazie.

photo lazyload of andrea barbieri

BTF Traduzioni SEO Sviluppo Web

Piazza Giusepp Mazzini, 46

Poggibonsi, Siena, 53036 Italia

+393296664935
traduzione, traduttore, programmatore, blogger, realizzazione siti web, Web Marketing, lezioni private di lingua,

[wpdevart_facebook_comment curent_url=” https://btftraduzioniseoweb.altervista.org/business-online-promuovi-contenuti/” title_text=”Facebook Comment” order_type=”social” title_text_color=”#000000″ title_text_font_size=”22″ title_text_font_famely=”monospace” title_text_position=”left” width=”100%” bg_color=”#d4d4d4″ animation_effect=”random” count_of_comments=”2″][/signinlocker]