Risultati di ricerca

« Back to Glossary Index
risultati di ricerca per trovare clienti sui motori

Cosa sono i risultati della ricerca?

Image by studiogstock on Freepik

I risultati della ricerca sono un elenco di pagine web di un motore di ricerca che appaiono in risposta a una particolare query di ricerca. La pagina dei risultati di un motore di ricerca (SERP) può anche includere annunci pubblicitari a pagamento, immagini, video e altre caratteristiche utili all’utente.

Perché i risultati della ricerca sono importanti?

Sono importanti per le aziende e i blog. Se un’azienda/blog appare in cima alla SERP posizionandosi per una parola chiave molto ricercata, il suo sito web riceverà probabilmente molto traffico.

Ad esempio, se avete creato un blog sulle piante grasse, vorrete posizionarvi per le parole chiave relative a questo argomento che possono farvi ottenere traffico organico da Google. Per trovare parole chiave valide su cui puntare, possiamo utilizzare il Keywords Explorer di Ahrefs e scoprire le idee di query relative all’argomento delle piante grasse.

In questo caso, ho cercato “piante grasse”. Poi ho fatto clic sulla funzione “Termini correlati” nella barra laterale per ottenere un pratico elenco di parole chiave a coda lunga correlate alla parola “succulente”. Da questo elenco ho trovato rapidamente “come prendersi cura delle piante grasse”, un’ottima parola chiave con un volume di ricerca stimato di 14.000 negli Stati Uniti (18.000 a livello globale).

1 overview how to care for succulents 1536x478 1
Credit by Ahrefs

Se il tuo blog ha un articolo che si posiziona bene per questa parola chiave, ha buone probabilità di apparire in cima ai risultati di ricerca. In questo caso, il sito otterrà probabilmente molto traffico organico.

Quali sono i tipi di risultati della ricerca?

In Google esistono due tipi di risultati di ricerca.

Risultati organici

I risultati organici sono elenchi non pagati nella SERP. Chiamati anche ricerca naturale, i risultati organici sono determinati dall’algoritmo di ricerca e si basano sulla pertinenza e sulla qualità per i ricercatori.

Un tipico risultato di ricerca organico include l’URL del sito web, il titolo SEO e la meta descrizione, come si vede di seguito nei risultati organici per la parola chiave “acquistare piante grasse all’ingrosso”:

acquistare piante grasse ingrosso

I risultati organici sono determinati da alcune centinaia di fattori di ranking nell’algoritmo di ricerca. Ecco alcuni fattori chiave:

Tieni presente che non puoi semplicemente pagare Google per apparire nei risultati organici. Per questo motivo, il tuo blog o la tua azienda possono guadagnare molta credibilità apparendo in cima ai risultati di ricerca per query importanti. Questo è un segnale per gli utenti che sei esperti nel tuo settore o su un particolare argomento.

Risultati a pagamento

I risultati a pagamento sono posizionamenti pubblicitari acquistati dagli inserzionisti per apparire nella SERP insieme agli elenchi organici. I risultati di ricerca a pagamento si trovano solitamente nella parte superiore e inferiore delle SERP sia su desktop che su mobile.

Se torniamo alla nostra query di ricerca, “comprare piante grasse all’ingrosso”, possiamo vedere un carosello di annunci di Google Shopping proprio in alto. Si tratta di un elenco che appare quando l’utente cerca un determinato prodotto da acquistare. Include informazioni come il nome del prodotto, la foto del prodotto, il prezzo e il commerciante.

acquistare piante grasse ingrosso pagamento

Per un tipico annuncio di testo, è possibile creare titoli, descrizioni e URL della pagina di destinazione personalizzati. Poco più in basso nella pagina, sotto il carosello di annunci commerciali, vediamo il seguente annuncio a pagamento per la parola chiave “comprare piante grasse all’ingrosso”:

acquistare piante grasse ingrosso pagamento testo 1

Cosa determina quali risultati a pagamento appaiono? I fattori principali sono:

  • L’importo dell’offerta per clic.
  • La concorrenza per la vostra query.
  • Il punteggio di qualità della pagina di destinazione.

Tienipresente che devi continuare a pagare per far apparire gli annunci nelle SERP. Se si decide di smettere, si perde tutto il traffico proveniente dagli annunci a pagamento.

Le migliori pratiche per apparire nei risultati di ricerca

Esistono alcune best practice da implementare se vuoi migliorare le tue possibilità di apparire in cima ai risultati di ricerca.

1. Corrispondenza con l’intento di ricerca

L’intento di ricerca è lo scopo che sta alla base di una query di ricerca online. La maggior parte delle query può essere classificata in base ad alcuni tipi di intento:

  • L’intento informativo si riferisce a un utente che vuole trovare una risposta alla sua domanda o informarsi su un argomento. Si applica principalmente alla stragrande maggioranza delle ricerche online.
  • L’intento transazionale si riferisce a un utente che sta cercando di effettuare un acquisto online. A volte viene definito intento commerciale.
  • L’intento di navigazione si riferisce a un utente che cerca un marchio, un’azienda, un sito web o una persona specifici. È anche nota come keyword di marca.

L’intento di ricerca è evidente per alcune parole chiave. Ad esempio, “compra iphone” indica chiaramente che il ricercatore è in modalità di acquisto.

Per altre parole chiave, non è così ovvio. Per questo motivo è utile osservare i risultati di ricerca ai primi posti per valutare l’intento di ricerca più probabile.

Questo ci porta a un argomento chiave: le “tre C dell’intento di ricerca”.

In poche parole, queste tre C ti aiuteranno a definire l’intento di ricerca dietro qualsiasi query utilizzando la migliore fonte possibile: Google stesso. Le tre C sono:

  • Tipo di contenuto – Il tipo di contenuto complessivo del risultato della ricerca (ad esempio, post di un blog, pagina di un prodotto o landing page).
  • Formato del contenuto – Il formato generale delle pagine che occupano i primi posti nella SERP (come gli elenchi o le recensioni).
  • Angolo del contenuto – Il punto di forza generale del contenuto (ciò che aiuta la pagina a distinguersi dagli altri risultati).

I backlink sono link di altri siti web che rimandano al tuo sito.

Essi rimangono un fattore di posizionamento in cima alla classifica di Google. Se ottieni un certo numero di backlink di alta qualità per il sito, il contenuto ha maggiori possibilità di apparire in cima alla SERP.

Ci sono molti modi per link building gratis. Ma ecco uno dei più semplici, che si può fare proprio con lo strumento di Ahrefs.

Innanzitutto, inserisci il sito di uno dei tuoi concorrenti nel Site Explorer di Ahrefs. Poi andate al rapporto Backlinks e cerca la parola “risorse” negli URL sotto la colonna “Pagina di riferimento”. Se i concorrenti hanno dei link provenienti da pagine di risorse, quegli URL sono ottime opportunità da cogliere.

backlinks report results
Credit by Ahrefs

I link interni sono collegamenti tra le pagine interne del sito web.

I link interni sono importanti perché trasferiscono il PageRank da una pagina all’altra. In questo modo è possibile dare alle pagine chiave una spinta mirata nei risultati di ricerca.

Inoltre, l’anchor text scelto può fornire a Google un contesto più ampio sull’argomento di una pagina, aiutando la pagina a comparire più in alto nei risultati di ricerca per la query per cui si desidera posizionarsi.

Il modo più semplice per aggiungere link interni è quello di inserirli ovunque sia pertinente quando si pubblicano nuovi contenuti.

Il modo più semplice per aggiungere link interni è quello di inserirli ovunque sia pertinente quando si pubblicano nuovi contenuti.

Un modo per trovare opportunità di link interni che potrebbero sfuggirvi è quello di utilizzare il rapporto sulle opportunità di link nel Site Audit di Ahrefs (che potete utilizzare gratuitamente iscrivendovi agli Strumenti per i Webmaster di Ahrefs).

figura

Un suggerimento è quello di aggiungere un link interno alla frase “trovare affiliati”, che compare naturalmente in un articolo intitolato “L’arma segreta degli imprenditori online di successo”.

Dovrete usare il vostro giudizio migliore quando scegliete dove aggiungere i link interni. Considerate quali delle vostre pagine beneficeranno maggiormente di un aumento di PageRank. Inoltre, assicuratevi che queste pagine abbiano una rilevanza sufficiente rispetto alla pagina originale, in modo da essere utili all’utente.

« Torna all'indice del glossario
Ottimizzato da Optimole