Landing page

« Back to Glossary Index

Che cos’è una landing page?

Nel marketing digitale, una landing page o pagina di destinazione è una pagina web indipendente, creata appositamente per una campagna di marketing o pubblicitaria. È il luogo in cui un visitatore “atterra” dopo aver cliccato su un link in un’e-mail o su annunci di Google, Bing, YouTube, Facebook, Instagram, Twitter o altri luoghi simili sul web.

A differenza delle pagine web, che di solito hanno molti obiettivi e incoraggiano l’esplorazione, le pagine di destinazione sono progettate con un unico obiettivo, nota come call to action (o CTA, in breve).

È questa focalizzazione che rende la pagina di destinazione l’opzione migliore per aumentare i tassi di conversione delle campagne di marketing e ridurre i costi di acquisizione di un lead o di una vendita.

Ecco come le pagine di destinazione possono essere inserite nel funnel marketing di marketing:

Marketingfunnel
Credit by Unbounce

Come si può vedere, la pagina di destinazione esiste dopo che i potenziali clienti nella parte superiore dell’imbuto hanno cliccato su un link in un annuncio, in un’e-mail o in qualsiasi altra parte del web. È il luogo in cui avviene la conversione (come un acquisto, un’iscrizione o una registrazione).

In questo post esploreremo i principali vantaggi delle pagine di destinazione e risponderemo ad alcune domande comuni. Alla fine di questa pagina, speriamo che le landing page vi piacciano tanto quanto piacciono a noi.

La differenza fondamentale tra una homepage e una pagina di destinazione (o il motivo per cui queste pagine sono così dannatamente buone per convertire)

Qui sotto abbiamo una homepage e una pagina di destinazione affiancate. Vedete come la homepage ha tonnellate di link e la pagina di destinazione ne ha solo uno? È abbastanza tipico.

Comparelp homepage
Credits by Unbounce

Mentre la homepage ha decine di potenziali distrazioni – si possono chiamare “fughe” invece che link – la pagina di destinazione è super concentrata. La presenza di un numero minore di link sulla pagina di destinazione aumenta le conversioni, in quanto ci sono meno elementi allettanti da cliccare che portano i visitatori lontano dalla call to action. Ecco perché i marketer esperti utilizzano sempre una pagina di destinazione dedicata come destinazione del loro traffico.

Certo, la homepage ha un aspetto fantastico. Mostra il marchio, permette di esplorare una gamma di prodotti e offre informazioni aggiuntive sull’azienda e sui suoi valori. Da qui, il visitatore può andare ovunque: candidarsi per un lavoro, leggere alcuni comunicati stampa, esaminare i termini di servizio, postare sulle bacheche della community, ecc.

Ma non necessariamente effettuerà un acquisto. Ed è proprio questo il punto.

La pagina di destinazione per questo cliente ha uno scopo completamente diverso. Accompagnata da annunci pubblicitari super intelligenti che promuovono un’unica offerta, tutto ciò che la riguarda lavora duramente per trasformare questi visitatori in clienti. Sta facendo un lavoro migliore per convertire il traffico che il marchio sta già ricevendo. Questo è il potere delle pagine di vendita!

Quali sono i diversi tipi di pagina di destinazione ?

Le pagine sono molto diverse tra loro, a seconda delle specificità dell’azienda e della ricerca di contatti, iscrizioni o vendite, ma ecco i principali tipi di pagine che si possono vedere:

CompareLeadGen Click
Credits by Unbounce

Pagine di destinazione per la generazione di lead chiamate anche “lead gen pages”, “lead capture pages” o “squeeze pages”, utilizzano un modulo come invito all’azione. Questo modulo raccoglie quasi sempre i dati dei lead, come i nomi e gli indirizzi e-mail dei visitatori.

I marketer B2B e le aziende che vendono articoli ad alto prezzo utilizzano questo tipo di landing page per costruire un elenco di potenziali clienti. A volte offrono qualcosa di gratuito, come un ebook o un webinar, in cambio dei dati di contatto. I marchi di e-commerce possono utilizzare queste pagine anche per la creazione di liste o per offrire spedizioni gratuite o offerte speciali.

Alcuni esempi di pagine di vendita sono:

  • Pagine di destinazione per ebook: Se offrite una risorsa educativa di valore (come un rapporto di ricerca o una guida su come fare), i potenziali clienti sono spesso più che disposti a fornire i loro dati di contatto.
  • Pagine di destinazione per webinar: Potete organizzare un webinar gratuito su un argomento che i vostri clienti vogliono approfondire (e utilizzare una landing page per raccogliere le iscrizioni).

Pagine di destinazione con clic:
Utilizzate spesso da chi si occupa di e-commerce e SaaS (software-as-a-service), le pagine clickthrough puntano direttamente alla vendita o all’abbonamento. Di solito, hanno un semplice pulsante come invito all’azione che invia il visitatore nel flusso di pagamento (come nell’app store) o completa una transazione.

Le pagine di atterraggio per i clic possono assumere diverse forme, tra cui:

  • Pagine di destinazione per l’e-commerce: Dedicando un’intera pagina alla presentazione delle caratteristiche, dei vantaggi e delle immagini del vostro prodotto, potete avvicinare l’utente alla decisione di acquisto.
  • Pagine di destinazione per l’iscrizione: Incoraggiate gli utenti a fare il primo passo del loro viaggio iscrivendosi a una prova gratuita o a un abbonamento con il vostro servizio.
  • Pagine di destinazione per le vendite: Le landing page di vendita servono a convincere le persone a fare un acquisto, rispondendo alle domande esatte ed evidenziando i vantaggi chiave per indurle a convertire.
« Torna all'indice del glossario
Ottimizzato da Optimole