Guest Blogging

« Back to Glossary Index

Il guest blogging è una strategia di marketing efficace per aumentare la visibilità del tuo brand e raggiungere nuovi potenziali clienti. Scrivere contenuti per blog di terze parti ti permette di accedere a un pubblico più ampio e diversificato, migliorando la tua autorevolezza e credibilità nel settore.

Oltre a ciò, il guest blogging offre numerosi vantaggi, come la possibilità di ottenere backlink di qualità per il tuo sito web e di stabilire relazioni proficue con altri influencer del tuo mercato di riferimento.

Se vuoi far crescere la tua attività online, il guest blogging dovrebbe essere parte integrante della tua strategia di content marketing. Inizia da subito a identificare i blog più rilevanti per il tuo business e proponi loro contenuti di valore: vedrai i risultati in termini di traffico, lead e conversioni.

Il guest blogging è la pratica di scrivere e pubblicare un post sul sito web di un’altra persona o azienda. La maggior parte dei blogger ospiti riceve il credito per il proprio post (e un link al proprio sito web) nel proprio titolo di autore.

Perché il guest blogging è importante?

Il guest blogging è importante perché ti aiuta a costruire relazioni con altri operatori del settore, a far conoscere il tuo marchio a un nuovo pubblico, a portare traffico di riferimento al vostro sito web, ad affermarvi come leader di pensiero e a creare backlink potenzialmente in grado di aumentare la SEO del vostro sito. Ma e’ importante saper scrivere per il web.

Vantaggi del Guest Blogging

Vantaggi del Guest Blogging:

  • Costruire un profilo come esperto del settore
  • Crescere il proprio marchio personale
  • Crescere un pubblico (follower sui social, abbonati, ecc.)
  • Migliorare le prestazioni SEOCostruire backlink autorevoli
  • Costruire relazioni e promuovere nuove partnership, ad esempio partnership di co-marketing, offerte di lavoro
  • Guidare il traffico di riferimento
  • Migliorare la consapevolezza del marchio di un’azienda
  • Acquisire più lead, utenti e persino clienti.

Ora che ci siamo occupati di questo, approfondiamo ogni fase del processo di guest blogging se volete diventare guest blogger di successo per importanti pubblicazioni.

Le migliori pratiche per il guest blogging

Vediamo alcune best practice per il guest blogging.

1. Siti web rilevanti

Il guest blogging può far conoscere il vostro marchio a un nuovo pubblico, ma non vi aiuterà se non vi rivolgete a siti web con un pubblico interessato al vostro marchio e all’argomento di cui scrivete.

La buona notizia è che avete molti modi per trovare siti pertinenti. Uno dei più semplici e veloci è quello di utilizzare il Content Explorer di Ahrefs, un database ricercabile di miliardi di pagine web completo di metriche SEO e sociali.

Ecco come fare:

  • Vai all’Esploratore di contenuti
  • Inserite una parola chiave o una frase ampia relativa alla vostra nicchia di mercato
  • Selezionare In title dal menu a discesa
  • Eseguire la ricerca
  • Fare clic sul filtro Una pagina per dominio
  • Fare clic sul filtro Escludi homepage
  • Fare clic sul filtro Escludi sottodomini.

Ad esempio, se gestite un blog sull’arredamento o sul cucito, potreste cercare “tessuto per quilting” per trovare i blog che hanno parlato proprio di questo argomento:

content explorer resultati

L’idea è che se un sito web ha pubblicato un post su un argomento correlato a quello che volete proporre, le probabilità che sia aperto a questo argomento sono elevate.

2. Siti di lancio con traffico

Il guest blogging aiuta a far conoscere il tuo marchio a un nuovo pubblico e a indirizzare il traffico verso il vostro sito web, ma entrambe le cose possono accadere solo se il sito per cui scrivete riceve effettivamente traffico.

Ecco perché vi consigliamo di trovare siti con un minimo di qualche migliaio di visite organiche al mese.

Ecco come filtrare i risultati di Content Explorer per trovare questi siti:

Chiedi a più siti contemporaneamente

A prescindere dalla bontà della tua proposta, la dura realtà del guest blogging è che molti blog ignoreranno la tua e-mail perché la maggior parte di essi è inondata di proposte di guest post ogni giorno. Semplicemente, non hanno il tempo di rispondere a tutti.

Per questo motivo, se vuoi aumentare le probabilità di essere pubblicati, non dovreste mai proporre un solo sito alla volta.

Come regola generale, se vuoi scrivere e pubblicare un guest post, dovresti proporti as almeno 5-10 siti. È possibile che più siti ti diano il via libera, ma è sempre meglio avere molte opzioni che nessuna.

Per proporre un sito web, contattate via e-mail il proprietario, l’editore, il responsabile marketing, il direttore dei contenuti o chiunque sia responsabile del blog. Nella vostra e-mail di contatto, includete una breve proposta di guest post che includa:

  • Chi sei.
  • Di cosa volete scrivere.
  • Perché siete la persona migliore per scriverlo.

Utilizzate la nostra guida per trovare gli indirizzi e-mail se avete difficoltà a trovare quello della persona che state cercando di contattare.

Come sviluppare un’eccellente strategia di guest blogging

Ecco alcuni passi iniziali che la vostra organizzazione può compiere per sviluppare un’ottima strategia per i guest post.

1. Determina i tuoi obiettivi.

Nessuna azienda dovrebbe pubblicare contenuti senza avere un obiettivo in mente. Alcuni obiettivi comuni per i post del blog sono:

  • Aumentare le vendite
  • Aumentare la brand awareness o consapevolezza del marchio
  • Aumentare il traffico

La stessa logica si applica ai guest post. Ogni guest post che commissionate dovrebbe avere un obiettivo in mente, da discutere in anticipo con lo scrittore. Questo li aiuterà ad adattare il contenuto in modo che risuoni con il vostro pubblico.

2. Concentrati sulla ricerca di scrittori di talento nel tuo settore

Ci sono molti scrittori eccellenti in grado di scrivere ottimi guest post. Tuttavia, i digital marketer dovrebbero cercare di trovare scrittori con un’esperienza di settore pertinente, per garantire i contenuti più performanti possibili.

3. Chiarite le condizioni

Quando si ingaggia un blogger ospite, l’organizzazione ospitante deve chiarire i termini. Ciò include tutti i dettagli, dall’attribuzione e dal byline dello scrittore al compenso e alla possibilità di ripubblicare il contenuto in un secondo momento.

La syndication dei contenuti, ovvero la condivisione dei propri contenuti su un altro sito web, è un ottimo modo per attirare traffico. Tuttavia, i termini di questa operazione devono essere chiari per evitare qualsiasi confusione in un secondo momento.

4. Valutare e rivedere

Per assicurarti che la tua strategia funzioni come previsto, prendetevi periodicamente del tempo per verificare il rendimento dei vostri guest post.

Stanno suscitando conversazioni sui social media? Il traffico del vostro blog è aumentato? Porsi queste domande e misurare le analisi assicura che la vostra strategia di