Crea sito
barbieri andrea

Ciao sono Andrea Barbieri e con il mio studio miglioro la comunicazione delle aziende nel mondo. Attraverso la progettazione di siti web, localizzazione sito web, Web Marketing, Copywriting e traduzioni professionali dei loro prodotti o servizi. Non siamo una agenzia web o un’agenzia di traduzione ma uno studio che ha come punto di riferimento il cliente e le sue idee. Da sviluppare insieme per centrare nel minor tempo possibile gli obbiettivi aziendali.

Come fare Link building gratis: strategie e consigli

Per migliorare il posizionamento sui motori di ricerca ancora oggi è necessario ottenere dei link. E quindi devi usare la tecnica della link building. Ho inserito nell’articolo le strategie più comuni ed efficaci per ottenere una buona ottimizzazione SEO. Verrai a conoscenza dei due tipi di link. E sarai in grado anche di rifiutare i link dannosi per il tuo sito web.

Link Building strategy

come fare link building
Fare una strategia di link building significa oliare degli ingranaggi che ti porteranno molti di link di
valore per migliorare il posizionamento SEO.

Molti anni fa l’unico metodo adottato usato per il posizionamento era riempire in massa il web di link che conducevano a quel determinato sito. Google con il suo algoritmo, che si è evoluto negli anni, ha affinato la sua capacità di scansione. E’ in grado di riconoscere link di qualità o di pessima qualità. Questo non significa che la link building non sia ancora utile.

Conseguentemente anche la link building ha subito un’evoluzione. Questo cambiamento ha l’obbiettivo di offrire agli utenti la migliore esperienza di navigazione ed il miglior contenuto possibile. Inoltre, crea la tua reputazione online. Questa è una guida sul perché si deve fare link building e quali sono le strategie migliori per farla. Non ti preoccupare non e’ una tecnica SEO Black Hat (tecniche negative).

.La link building fa parte della SEO off page. Inoltre, consente di ottenere clienti a costo zero tramite Google. Per raggiungere i tuoi obbiettivi di posizionamento. Leggi anche la guida posizionamento sui motori di ricerca. Questa strategia SEO ha come obbiettivo aumentare il numero di link in ingresso verso un sito web. Lo scopo pratico di questa pratica, è d’incrementare la popolarità è l’autorevolezza del sito web. La link building fa parte delle tecniche SEO Off page, ovvero, tutte le metodologie non eseguite sul sito stesso. Ma come possiamo aumentare la popolarità di un sito web ?

Per dei concetti avanzati su questa strategia ti consiglio di leggere l’articolo di Moz, Che cos’è la link building ? Ho estrapolato dall’articolo due concetti interessanti.Secondo Moz un uso corretto della link building consente ai motori di ricerca di scoprire come le pagine sono collegate . Questo consente ad un sito web di aumentare la sua link popularity. Un esempio perfetto è Wikipedia che è formata da un intensa autostrada di link. Tutti i link sono rilevanti e pertinenti per una determinata materia.

Infatti, Wikipedia è un buon link da acquisire per l’attività SEO. Un altro concetto molto importante è il trust che misura la fiducia che il motore di ricerca da ad una piattaforma web. Si stima che circa il 60 % delle pagine web sia solo spam.

Usare Wikipedia per fare Link Building potrebbe non portare più i benefici di una volta. Perché tale pratica e’ stata inflazionata nel tempo.

Per ovviare a questo inconveniente i motori di ricerca hanno sviluppato dei sistemi che misurano la fiducia. Ricevere link da domini attendibili può alzare il trust (fiducia) del sito web.Questo tipo di siti sono dei domini ad alto livello di fiducia.

Per ovviare a questo inconveniente i motori di ricerca hanno sviluppato dei sistemi che misurano la fiducia. Ricevere link da domini attendibili può alzare il trust (fiducia) del sito web.Questo tipo di siti sono dei domini ad alto livello di fiducia:

  • Università,
  • Siti governativi,
  • Organizzazioni senza fini di lucro,

Google ha imparato a riconoscere ed analizzare link ricompensando i link di qualità e penalizzando i link di pessima qualità. Infatti, per fare una buona attività SEO l’uso dei link è ancora fondamentale. Va ricordato che nella strategia di costruzione dei link ci sono diversi tipi di web link da analizzare. . Questa strategia usata correttamente può aiutare un sito web o blog a migliorare il proprio posizionamento nella SERP. Ottenendo una maggiore visibilità. Ma cosa significa acquisire link ?

Significa sviluppare piattaforme web che creano contenuti di qualità. Queste sono percepite dagli utenti, come un contributo interessante che può aiutarli a risolvere i loro piccoli problemi. Ma fare un’attività di questo tipo non significa soltanto creare contenuti utili e di qualità. E’ importante anche sviluppare delle collaborazioni reciproche tra altri webmaster e blogger, Con il fine di garantire una migliore esperienza di navigazione e di qualità a tutti gli utenti. Questo è lo scopo principale di Google. Rispettando questo comportamento si vedranno risultati molto positivi.

Quanto detto sopra non impedisce l’attività di linkare o farti linkare da altri. Ma e’ importante tenere a mente che i link devono portare qualità e devono portare dei contributi per aiutare gli utenti a risolvere il loro problema.

Linkare o farti linkare da altri è una buona abitudine ma devi solo controllare che tipo di link hanno a che fare con il tuo sito. Ancora oggi è difficile staccarsi da vecchie abitudini SEO che erano un buon metodo nel passato. Ma che oggi sono distruttive se si cerca di scalare la SERP. Di seguito riporto alcune vecchie abitudini SEO che devono essere abbandonate per evitare che l’attività SEO sia solo una perdita di tempo.

L’uso delle directory è può essere importante in un’attività SEO per acquisire link. Ma è importante allontanarsi dall’idea che inserire un sito o blog in centinaia di directory porti un vantaggio nello scalare la SERP. E di conseguenza il suo posizionamento presso i motori d ricerca. Quando si decide di inserire il link del nostro spazio web all’interno di una directory è fondamentale controllare che la directory offra un beneficio al nostro sito web. Scegliere sempre argomenti all’interno della directory in relazione a quelli proposti all’interno della tua piattaforma web. E con link interni di valore e link in entrata da piattaforme con contenuti di qualità.

Pagerank, la storia del suo algoritmo

link building
E’ un valore da 1 a 10 che Google da in base all’autorevolezza del sito web da cui proviene il link.

Il Pagerank e’ stato il fulcro su cui ruotata l’attività di link building. Questo è un algoritmo di analisi che assegna un peso numerico ad ogni elemento di un collegamento ipertestuale d’un insieme di documenti. Con l’obbiettivo di quantificare la sua importanza rispetto ad una determinata nicchia di mercato.

E’ un valore dato da Google alla pagine per stimare la loro influenza nel web. Questo parametro è a tutt’oggi valido, anche se la sua importanza è diminuita. Di fatto, è stato affiancato da molti altri parametro che hanno fatto diminuire il suo valore assoluto. Quando dobbiamo fare una strategia di creazione di link non ci possiamo basare soltanto su questo parametro. Si rende, necessario domandarsi altro, come per esempio rispondere a queste semplici domande:

  • il sito ha un’affidabilità comprovata ?
  • gli autori del sito hanno una buona reputazione nel web?
  • il sito presenta link in entrata che provengono da pagine con un valore reale ?
  • i contenuti del sito sono di alta qualità ?

Link building: l’abitudine dell’suo dell’anchor text

Nel passato si usavano le keyword secche all’interno dell’anchor text. Questa e’ un’abitudine da inserire nel dimenticatoio. Ma cosa è l’anchor text ?L’anchor text è il testo cliccabile che contiene un link. Dopo l’arrivo dell’aggiornamento dell’algoritmo di Google “Pinguin”, Google ha scelto di penalizzare tutti coloro che scelgono questa tecnica per seguire una strategia di costruzione di link. E’ meglio associare al link solo il proprio brand aziendale oppure l’URL, per far si di sottrarsi ad un insieme di penalizzazioni SEO. E per essere sicuri di eseguire un strategia efficiente. Non spaventarti puoi usare qualche volta la keyword all’interno dell’anchor text. Ma fallo con parsimonia. Continuando la lettura ti mostrerà come fare un anchor text insieme alle tecniche per avere nuovi link.

SEO Link building, per l’ottimizzazione SEO

link building
La SEO comprende alcune attività, fra cui anche la Link Building

Prima di iniziare una strategia di link building:

  1. accertati che la struttura del sito Web funzioni.
  2. Trova le parole chiave più ricercate dagli utenti.
  3. Verificare che i contenuti pubblicati siano ottimizzati e siano di qualità.
  4. Verifica che contenuti prodotti portino un valore aggiunto agli elettori

Solo così si può sperare che questa strategia possa funzionare. Questo è un procedimento che può durare anche del tempo. Molto spesso è necessario sperimentare molte varianti. Questo modo di ottimizzare il sito Web si chiama ottimizzazione on page.

C’è’ anche un altro modo di ottimizzare un sito web, l’ottimizzazione off page. Anche questa e’ un altra importante variabile e a un grande peso agli occhi dei motori di ricerca. Questa ottimizzazione SEO di un sito web nel medio e lungo periodo consente di migliorare il ranking. Conseguentemente anche il posizionamento del sito Web avrà un grande miglioramento. E infatti, si prende in considerazione la quantità e la qualità di tutte le piattaforme Web che puntano alle pagine del sito. Qual’e in parole semplici lo scopo della link building ?

Lo scopo della link building è portare link di valore verso un sito Web. Ad oggi si trovano molte tecniche valide che raggiungono lo scopo.In questo articolo ti mostrerò le tecniche gratis più usate

Come fare la link building gratis

La leva di questa strategia e’ pubblicare contenuti utili alla proprio settore di mercato. Toglietevi dalla testa i contenuti da 300 parole come molto spesso si sente in giro su Internet. A Google piacciono dei contenuti molto approfonditi, dei contenuti che possano attrarre gli utenti. Senza questo passaggio è inutile che ti metti a fare link building.

Facciamo un esempio pratico per capire. Ammettiamo che abbiamo un sito Web che parlano di biciclette da corsa. In questo sito sicuramente si parlerà dei modelli più importanti e soprattutto delle loro caratteristiche tecniche e del loro prezzo. Se il sito Web riesce ad intercettare un utente che ha un sito Web e tratta del medesimo argomento sicuramente vorrà rimanere aggiornato sulle novità.

Con molta probabilità quest’utente scriverà un articolo nel suo blog che parla di quell’articolo. All’interno del suo articolo, citerà anche il nostro articolo In questo modo, quando si cliccherà sul link sarà direzionato verso il nostro sito. Per rendere possibile questo, è necessario creare degli ottimi contenuti.

I motori di ricerca guardano con molta considerazione questi link, detti appunto backlink. Il backlink sono dei link esterni. Il motore di ricerca considera questi link esterni come delle raccomandazioni. Infatti, essi affermano che il sito Web è molto affidabile. E lo raccomandano per le informazioni che offre.

La struttura del sito e contenuti sono il primo passo per aumentare la visbilità online. Grazie a questo tipo di link in aumenta la popolarità e la credibilità del sito web. Ci sono date per per ottenere questi link, tra cui la scrittura di un articolo o la creazione di un video. Queste sono le tecniche migliori che portano molti benefici a lungo termine. Inoltre, portano ai link naturali (link earning) che Google ama. Mentre altre strategie sono più veloci e conducono in modo veloce a link e page authority. Quali sono le tecniche migliori ?

Ci sono molte tecniche e per il link building, ma ti spiegherò le metodologie più usate. Per un buon posizionamento di un sito Web non bastano i link. Sicuramente i link portano un grande beneficio al sito Web. Ma non un beneficio così potente per posizionarsi per una determinata parola chiave. Infatti, i link dovrebbero contenere la parola chiave detta ” anchor text” all’interno della struttura del link. Per lik spontanei, quelli che sono creati per mezzo di un buon articolo è molto difficile controllare l’anchor text. Questo perché l’anchor text sarà inserito da chi condividerà quell’articolo.

Per ovviare a questo problema è possibile inserire la parola chiave o le parole chiavi all’interno del url della pagina. Per quelli che sono richiesti dalle directory, dai webmaster, o anche tramite commenti, si può fare in modo che il link abbia un anchor text con una parola chiave scelta.

Adesso il mostro come la struttura HTML di un buon link con anchor text:

link building
Struttura dell’anchor text

“href” indica la pagina dove condurrà il link. Mentre “Parole Chiave Esempio” indica la keyphrase per la quale si ha intenzione di posizionarci attraverso il link.

Le parole come chiave “testo ancora”, consente di dire ai motori di ricerca che il link a quella pagina e’ l’argomento descritto dalla parola chiave. Infatti, la posizione del sito Web per quelle parole chiave subirà un incremento in base al valore della pagina che non. È sempre bene prestare molta attenzione a non abusare delle parole chiave. È più etico mantenere determinate linee guida.

Ogni qualvolta si ottiene un backlink e’ necessario verificarne la qualità e che ti po di attributo possiede. i link devono possedere l’attributo rel=dofollow e non l’attributo rel=nofollow. L’attributo rel=nofollow si trova spesso nei link dei social Network come Twitter o nella maggior parte dei commenti a blog e siti web. Tecnicamente Google non segue. i dofollow. Ma questo non significa che i link no follow debbano essere cancellati. Sono sempre link.

Adesso studiare le strategie per costruire backlinks validi verso il proprio sito web. Le strategie saranno suddivise in base alla loro difficoltà: facile, media e difficile. Tutte le metodologie hanno un tempo di applicazione variabile. Questi metodi ti permetteranno di costruire una struttura solida di links in base alla loro importanza e al tempo di applicazione. Passiamo ai metodi

Chiedi un’link ai tuoi conoscenti

Chiedere un link ad amici, parenti o liberi professionisti che trattano il tuo stesso argomento. Infatti, all’inizio e’ molto difficile far conoscere il proprio blog o sito web. Questo modo di agire che permette di avere degli ottimi link. Inoltre, è una tecnica molto semplice e veloce da eseguire

Inserire il sito su liste locali

Le liste locali possono portare ad un sito Web dei buoni link. Questi link saranno molto importanti per la tua nicchia di mercato e per l’aria geografica con cui si lavora. Cerca di non esagerare con le directory. E sopratutto non farti ingannare dalle directory che promettono miracoli di posizionamento.

Ti inserisco alcune directory locali da usare:

Tutti i tuoi articoli, contenuti nel tuo sito nelle directory locali

Le directory sono un insieme di elenchi di siti web. Di solito sono suddivise per categoria. Sulle directory più vecchie e strutturate è ancora conveniente essere presenti. Ma su quelle chiedono l’area d’interesse, la descrizione e il link generalmente è meglio evitare. Inoltre, le directory che chiedono il link reciproco vanno evitate come la peste. Perché sono del tutto inutili. Le directory in buona salute possono essere di aiuto principalmente nella fase di lancio del sito web. Per sviluppare una prima coperta di link in ingresso.


La finalità qui è più che altro portare il bot a scansionare le pagine del sito web, non tanto per renderlo più autorevole. E’ come tirar su la testa e dire “Ehi sono qui !”, a patto che serva.

SEO Francesco Margherita – SEO Garden

In giro per Internet trovi molti tipi di directory in cui è possibile registrarsi per inserire l’url del proprio sito Web. Prima di iscriversi in queste liste Web è fondamentale verificare l’autorità e l’alto page rank. Si possono trovare directory a pagamento oppure gratuite. Ti consiglio di non usare le piattaforme Web a pagamento. Perché non si devono usare le directory a pagamento ?

Google non vede di buon occhio questo tipo di directory. Infatti, tutto ciò viola le direttive date da Google per l’ottimizzazione SEO di un sito web. Questa è una strategia molto valida ma è sempre meglio non abusarne perché gli aggiornamenti dell’algoritmo di Google sono sempre più affinati verso lo spam. Molto spesso ricevere tantissimi link può essere controproducente nel lungo periodo.

Riparare i link

come fare
Trova i link rotti di un sito web e chiedi la webmaster di inserire il tuo link.

Online ci sono molti siti che hanno dei link rotti. L’idea di questa strategia è di contattare il webmaster facendogli notare che il suo sito Web presenta un link rotto. Si può chiedere di inserire il proprio link in sostituzione del link rotto. Questa strategia per essere eseguita ha bisogno di maggiore tempo rispetto alle altre. Infatti, è necessario scovare i siti Web che presentano link non funzionanti.

Anche il tuo sito web andando avanti nel tempo creerà link rotti. Questo tipo di link non piace ai motori di ricerca. Questa strategia prende il nome di Broken Link Building. Il suo obbiettivo è scovare link errati di altri siti web. Di fatto, il collegamento interrotto dovrebbe puntare al contenuto del website. Invece, appare la pagina con l’errore 404. Che cos’è l’errore 404 ?

 L’errore 404 è un codice di stato standard del protocollo http. L’errore 404 indica che il client (browser, per esempio Firefox) è in grado di comunicare con il server. Ma il server non è in grado di soddisfare la richiesta.

Lo scopo di questa tecnica è di associare al collegamento interrotto un nuovo link. Conseguentemente il nuovo link punterà a dei contenuti corretti. Questo metodo ha un duplice vantaggio:

  1. Maggiore traffico dopo aver riparato il link interrotto.
  2. Gli utenti trovano un contenuto che soddisfa i loro bisogni.

Questa è una pratica che non ha una grande difficoltà. Ma come ho detto all’inizio del paragrafo richiede del tempo.

Trovare i link dei concorrenti

E’ molto importante fare delle analisi per individuare i link che portano beneficio ai siti Web della concorrenza. Poi analizzare questi siti Web attraverso degli strumenti online come per esempio Open Site Explorer di Moz e Majestic SEO. Oppure usare i software di scraping come Screaming Frog o Visual SEO Studio. Questi due software hanno anche una versione free con un limitato numero di elementi da scansionare.

Scrivere articoli che danno un valore aggiunto agli utenti

In tutta la SEO moderna, se così la posso chiamare, il ruolo dei contenuti è fondamentale. Non si può veramente fare un’attività SEO senza sviluppare dei contenuti che risolvano un problema del tuo bacino di utenza. Creare dei contenuti di qualità è anche un modo per creare un efficiente comunicazione tra la tua azienda e i tuoi potenziali. Inoltre,ti permette di far conoscere a molte persone tutte le tue competenze ed i tuoi interessi in un determinato settore di business.

Le nuove tecniche della link building

Le tecniche che ho menzionato in questo articolo sono usate tutt’oggi, anche se è devono essere usate con moderazione. Questo perché dopo i recenti aggiornamenti dell’algoritmo di Google possiamo sembrare agli occhi dello stesso soltanto spam. Di fatto, i motori di ricerca sono diventati così evoluti che non è più importanti usare solo le keyword con il più alto volume di ricerca. Ma è anche importante usare l’intenzione di ricerca degli utenti.

Esiste un’altra tecnica per guadagnare link utili al posizionamento SEO. Questo metodo si chiama link earning. Qual è la differenza tra la link building e questa strategia ? Nel primo metodo si creano dei link artificiali, dei link non spontanei. Nel secondo medoto è fondamentale creare dei contenuti utili che attirano link. Quindi, dei contenuti che risolvano un determinato problema all’utente. Sarà poi l’utente, a linkare quella pagina Web nel suo sito Web oppure blog.

Agli occhi di dei motori di ricerca significa che quel contenuto a diritto a un miglioramento del suo posizionamento nella SERP. Più semplicemente, si può dire che quel contenuto è stato scritto in modo rilevante e pertinente per un determinato argomento. Sicuramente, l’utente apprezzerà quel contenuto. Ed effettuerà anche delle condivisioni presso i social media. Quali sono i benefici ?

Questo modo di guadagnarsi il link consentirà anche di far aumentare la popolarità del sito Web. Cosa ha ancora più importante consente al sito web di essere visto dal motore di ricerca come un sito affidabile e lo inserirà in una classifica di risultati pertinenti e rilevanti.

Per raggiungere un buon posizionamento è necessario ricevere dei backlins verso il proprio sito web. Questi link possono essere artificiali oppure naturali come la link earning. Non c’è motivo di non usare link artificiale ma è importante non strafare con questo tipo di strategia per evitare eventuali penalizzazioni da parte dei motori di ricerca.

E’ importante distinguere link artificiali e link naturali. Nelle strategie che ho spiegato nei precedenti paragrafi i link sono tutte artificiali. Se abbiamo intenzione di fare una link building SEO è necessario creare dei link naturali. Ce lo spiega anche Matt Cutts di Google.

come sono i link naturali
Matt Cutts di Google da una definizione precisa di link naturale.

Queste sono le caratteristiche di un link naturale:

  • è un link che non ha subito nessuna modificazione,
  • è un link spontaneo che non è mai stato studiato,
  • non è stato creato in nessun modo.

Essere capaci di attirare degli inbound link naturali significa sviluppare nessun tipo di link in modo artificioso grazie alle tecniche spam. Questi link sono tenuti nella maniera più naturale possibile. Ad esempio, grazie anche alle condizioni sociali e alla presenza del proprio link in altri siti Web o blog.

Tecniche SEO per ricevere link naturali

link building gratis
La link building è un ottima tecnica di acquisizione link. Ma quando possibile è preferibile usare la link earning.

Ci sono molte tecniche SEO per migliorare il posizionamento. Fra tutte preferisco la link earning. Adesso vi propongo alcune tecniche SEO che hanno come obiettivo quello di ricevere dei link naturali. Questo non significa dimenticare le vecchie t tecniche ma significa avere strumento in più per posizionare al meglio il nostro sito Web.

Creare infografiche

Le infografiche sono degli ottimi strumenti di promozione. Sono usate per riassumere graficamente informazioni con l’obbiettivo di dare in un colpo d’occhio le informazioni più importanti. Quando si sviluppa un’infografica per condividerla online è importante creare del codice embeded in html. Questo permette di condividere l’infografica in altri siti. Questa strategia permette di dare al tuo sito web un backlink ottimizzato SEO in maniera naturale. Questo è il codice html da usare. Basterà sostituire il nome dell’infografica e gli indirizzi del tuo sito.

Se non sei un esperto grafico e vuoi risparmiare ti consiglio di usare Canva. Canva ti permette di creare ogni tipo di elemento grafico. Ed ha anche dei template già pronti che possono essere modificati a piacimento. E’ necessario iscriverti ed iniziare a lavorare. La maggior parte del materiale è gratuito. Per alcuni elementi viene richiesto 1 $ circa per essere utilizzato.

Inviare i propri contenuti a siti web ed autori

Inviare i propri contenuti ad altri siti ed autori e una tecnica molto valida per ricevere dei link è in cambio. Per poter utilizzare questa strategia è fondamentale produrre dei contenuti originali e di alto valore qualitativo per la propria nicchia di mercato. Inoltre, i contenuti potranno essere usati per farsi conoscere da altri utenti del Web. Per di più, si potrà avvisare l’autore del link che abbiamo linkato il suo contenuto.

Molto spesso l’autore del link ricambierà il favore. Questa è una tecnica efficace ma da sconsigliare se il tuo business appartiene a un settore super competitivo. Di fatto, i concorrenti non avrebbero nessun interesse a ricambiare il favore.

Diventa testimonial di un prodotto

Fare delle testimonianze su dei prodotti o dei servizi acquistati recentemente è un’altra tecnica SEO molto efficace per ottenere dei link in cambio. Questa strategia è valida se non ci sono grandi aziende conosciute che hanno già acquistato prodotti o servizi. Di fatto, le aziende non hanno nessuna necessità di ricevere una testimonianza da un’altra. Se la precedente condizione non accade ci sono ottime possibilità di ricevere dei buoni link in cambio.

Ci sono molti siti web e tante pagine delle testimonianze di grande qualità ed un enorme numero di link ricevuti in ritorno. Fare una testimonianza per questi siti Web e un altro ottimo modo per ottenere dei link senza impegnarsi troppo.

Attrarre link in modo naturale: link earning

Anche in questo caso, per poter usare questa strategia è necessario fare dei contenuti originali che risolvono un determinato problema di una nicchia di mercato. Infatti, se si pubblicano dei contenuti sono in grado di attirare link in modo spontaneo. Questa metodologia consente anche di aumentare il coinvolgimento del proprio sito. Ed è proprio in questo momento che la tecnica della link building e quella del Content marketing si uniscono. Entrambe le tecniche puntano ad avere una conversione sempre maggiore.

Il consiglio che posso darti è quello di scrivere dei contenuti abbastanza lunghi, dei contenuti molto approfonditi. Infatti, le persone sono più propense a condividere dei contenuti con molte informazioni interessanti. Investire il proprio tempo a scrivere questo tipo di contenuti nel medio e lungo periodo ripagherà degli sforzi.

Fare una recensione di nuovi prodotti o servizi

Un’altra tecnica SEO interessante, per fare un efficace link building è grazie alla recensione di nuovi prodotti o servizi. Infatti, se riusciamo a scoprire nuovi prodotti oppure degli eventi è possibile scrivere un contributo. Questo contenuto sarà una recensione che deve avere la caratteristica di essere il più coinvolgente possibile per il pubblico. Confezionare questo tipo di contenuto otterrà molta attenzione. Le attenzioni si convertiranno il link. Questi link non arriveranno soltanto da chi ha detto la recensione ma anche dal produttore dell’articolo, del servizio, dal creatore dell’evento.

Sviluppa il tuo personale Webinar

Il webinar è un altro modo per ricevere link di ottima qualità. Questa tecnica ha un altro. Quella di farti conoscere come professionista. E’ necessario creare una pagina sul proprio sito web . Questa pagina sarà limitata esclusivamente a questo tipo di attività. Quando saranno creati nuovi eventi dal vivo i link arriveranno per ogni nuovo utente che partecipa. Con questa tecnica è molto semplice ricevere dei link. Inoltre, è anche una ottima strategia per coinvolgere i partecipanti alla condivisione. Di solito, molti utenti invitati pubblicheranno l’evento nei loro social. Si otterrà una condivisone continua consentendo al tuo evento di diventare una fucina di link. Questi link porteranno dei link di alto valore migliorando la link building

Come rifiutare i backlink

rifiuta
Questa è la maschera dello strumento di rimozione dei backlink di Google
.

Spesso capita di ricevere link in ingresso che sono potenzialmente dannosi per il posizionamento. Google ci aiuta grazie ad uno strumento gratuito all’interno di Google Search Console. E’ necessario inserire in un file in formato .txt tutti i collegamenti che si ha intenzione di rifiutare. E’ un procedimento molto semplice da eseguire:

  1. Trovare i baclink nocivi.
  2. Inserirli in un file txt.
  3. Caricarli nell’apposito strumento di Search Console.

Per escludere i link nocivi è necessario:

  1. Avere un account Google.
  2. Entrare in Google Search Console.
  3. Andare nella Dashboard e cliccare su Traffico di ricerca.
  4. Cliccare su Link che rimandano al tuo sito.
  5. Inserire i link in un file tipo .txt.
  6. Andare alla pagina dello strumento Rifiuta link.
  7. Selezionare il tuo sito web.
  8. Fai cli su Scegli file.
photo of andrea barbieri
BTF Traduzioni SEO Sviluppo Web
Piazza Giuseppe Mazzini, 46
Poggibonsi, Siena, 53036 Italia
+393296664935
traduzione, traduttore, programmatore, blogger, realizzazione siti web, Web Marketing, lezioni private di lingua,

About Andrea Barbieri

Andrea Barbieri e’ il titolare dello studio BTF Traduzioni SEO Sviluppo Web. Si occupa di traduzioni professionali, progettazione siti web WordPress, Joomla, Drupal, HTML/CSS, E-commerce, Localizzazione siti web, posizionamento sui motori di ricerca, programmazione per piattaforme web e per microcontrollori. Inoltre si occupa nella progettazione e sviluppo di landing page ed ottimizzazione di testi per landing page e siti web con l’uso del Copywriting. Effettua anche consulenza SEO in Italia e all’estero. Per parlare direttamente con lui clicca sulla casella delle email sotto questa biografia.











Leave a Comment