5 leggende metropolitane sulla SEO da cancellare

5 errori seo da evitare

5 miti SEO da eliminare subito non vuoi perdere altri soldi

La SEO negli anni ha vissuto notevoli mutamenti, dall?evoluzione degli algoritmi di Google fino al miglioramento dell?esperienza utente. Tutto ci? si pu? riassumere nella creazione di contenuti di qualit? e di valore per intercettare lettori oppure potenziali clienti. Se sei interessato ad aumentare la visibilit? del tuo sito ti consiglio di leggere la mia guida fattori di posizionamento Google.

Tutte le aziende che hanno come scopo di aumentare la loro visibilit? online devono necessariamente sviluppare dei contenuti che abbracciano un determinato campo semantico. Quindi non pi? contenuti generalisti ma contenuti che si rivolgono ad una determinata cerchia di utenti. Ed inoltre, devono abbandonare, quell?idea malsana di vedere una campagna SEO come un insieme di keyword da inserire all?interno di un contenuto alla rinfusa.

Oltre a peggiorare la lettura, molte keyword sono mal viste dal motore di ricerca. Come se fossero una sorta di spam che non offrono niente all’utente che fruisce del contenuto. Come evitare di fare errori ?

Ho identificato 5 categorie da evitare per ottenere risultati in una campagna SEO:

  1. La keyword density garantisce il posizionamento sito web: aumentare il numero delle parole chiave non ha nessuna influenza sull?incremento della visibilit?. Veniva usata molto tempo fa. Inserendo tante keyword per aumentare la visibilit? del contenuto; questa tecnica si chiama keyword stuffing. Questo e? un concetto degli anni ?60. Ed e? stato provato che non funziona. Chi ancora la usa o la propone non ha la minima idea di come funzionino i motori di ricerca. Il motore di ricerca ha la funzione di dare all?utente, che ha fatto una richiesta (query), di presentarli il maggior numero di risultati pertinenti e rilevanti la sua richiesta. Naturalmente, la qualit? del contenuto attraverso quella tecnica obsoleta non era delle migliori. E non ci si preoccupava minimamente dell’esperienza utente. Mentre oggi l’esperienza utente e? uno dei fattori di ranking per il posizionamento sui motori di ricerca. In modo progressivo, Google, ha penalizzato i siti web che usavano questa tecnica. Prediligendo i siti web che sviluppano contenuti utili al lettore. Contenuti che hanno come obbiettivo di aiutare il lettore a risolvere un suo problema ed abbracciando l?intento di ricerca degli utenti. Seguendo queste nuove linee guida gli ultimi aggiornamenti dell?algoritmo di Google hanno reso il suo comportamento semantico, circoscrivendo la comprensione del contenuto attraverso termini e chiavi a coda lunga di un determinato argomento. In questa fase, sono entrati in gioco oltre che alle keyword, le co-occorrenze, le co-citazioni e l?ontologia laterale e le keyword correlate. Il miglior modo di usare questi ultimi concetti e? di creare un insieme di topic (piccoli articoli contenuti in un contenuto) nel contenuto sfruttandoli per ampliare il loro concetto semantico. Se usi WordPress ed hai installato il plugin Yoast, che e? molto utile, lascia stare il suo semaforo che indica la qualit? del contenuto.
  2. La SEO porta risultati immediati: e? impensabile ottenere risultati tangibili nel breve periodo o dopo pochi giorni. Ci sono in gioco troppe variabili. Tanti piccoli tasselli che giorno dopo giorno devono essere inseriti nel giusto incastro. Il tempo per vedere i primi risultati sono circa 6 mesi. Ma e? solo un fattore indicativo. Perch?? dipende anche dalla concorrenza che il sito web ha nella sua nicchia di mercato. E dalla qualit? e ?quantit?? dei contenuti presenti nel Corporate Blog. Di sicuro nel medio e lungo periodo s’inizia a vedere i miglioramenti sulla visibilit? dei sito web.E? solo continuando a lavorare nel tempo che i miglioramenti aumentano in modo costante.
  3. Non esistono i trucchi SEO: se esistessero dei trucchi per migliorare la visibilit? tutti quanti noi saremo visibili senza nessuna fatica. Nella realt? dei fatti non e? cosi. I posizionamenti si vincono grazie alla struttura del sito web e alla pubblicazione costante di contenuti che aiutano il potenziale cliente. Lascia stare la posizione strategica delle keyword all?interno del contenuto. E? fondamentale osservare cosa accade nella SERP dei risultati. Ed interpretare i dati per comprendere dove il motore di ricerca vuole andare. Dietro all?aumento della visibilit? del sito web ci sono delle logiche ben precise che vanno oltre a dei semplici trucchi da baraccone.
  4. Google Ads aumenta il posizionamento presso il motore di ricerca: la pubblicit? pay per clic e? uno strumento di marketing molto potente. Ma questo non significa che va abusato. Quando si paga Google e? ovvio che il motore di ricerca ti render? visibile. Ma in questo caso non valuta l?autorevolezza del sito. Lo fa soltanto perch? lo si paga. Al momento che si smette di pagare Google considera il sito web per quello che vale. Questo tipo di pubblicit? e? utile quando un sito web e giovane e ha iniziato da poco a lavorare sulla SEO oppure per far conoscere un prodotto o servizio attraverso le landing page e Squeeze page.
  5. Backlink meglio la quantit? che la qualit?: per migliorare il posizionamento presso il motore di ricerca e? necessario costruire una rete di link. E? completamente inutile basarsi sulla quantit? dei link. Ma e? meglio soddisfare la qualit? dei link. Meno link e? sempre meglio di pi? link se essi sono collegamenti nocivi. Per di pi?, va considerato che essi devono essere rilevanti e pertinenti con quello che il sito tratta. E non ti far incantare sulle piattaforme web che ti vendono link. Con la promessa che arriverai in prima pagina. Oltre ad essere una pratica non ammessa da Google che ti porter? di sicuro ad una forte penalizzazione. Ti venderanno link di dubbia provenienza.

Fare mente locale su questi errori e’ gia’ un ottimo inizio. Se ne trovi degli altri scrivilo nei commenti. E le inseriro’ nell’articolo per aiutare il maggior numero di persone possibili.

logo btf andrea barbieri
BTF Traduzioni SEO Sviluppo Web
Piazza Giuseppe Mazzini, 46
Poggibonsi, Siena, 53036 Italia
+393296664935
traduzione, traduttore, programmatore, blogger, realizzazione siti web, Web Marketing, lezioni private di lingua,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *