Crea sito
IpCeI-Pagina-Facebook
0577980092 3296664935

BTF Traduzioni SEO Sviluppo Web

Ciao sono Andrea Barbieri, il mio studio migliora la comunicazione delle aziende. Con la progettazione di siti web, localizzazione sito web, Web Marketing, Social Media Manager, Copywriting e traduzioni professionali.

andrea barbieri
btf freccia

Come guadagnare con un blog di viaggi: diventa un professionista

Tante persone desiderano creare un blog di viaggi per far diventare realtà il loro sogno da bambini. Ma va ricordato che questo settore e’ gia molto saturo. E non e’ semplice raggiungere la propria meta. Ma questo non significa che non possiamo cambiare le cose. Impegnandosi ogni giorno con costanza. Credimi non basta scattare un foto e scrivere un articoletto per raggiungere il cuore dei lettori. Questa guida ha l’obbiettivo tutti i concetti che stanno dietro a questa nicchia di mercato.Ma se sei interessato a passare alla pratica clicca uno sei seguenti bottoni per raggiungere il tuo contenuto.Guadagnare con un blog Vendere foto online

Come guadagnare con un blog di viaggi, gli inizi

Solo il tuo impegno potrà trasformare la tua passione nel tuo lavoro.

Hai un grande passione per i viaggi ? Hai delle competenze in questo settore ? Allora questo articolo fa per te. Ti mostrerò i passaggi necessari per guadagnare con un blog di viaggi. Ma ti dico fin da subito che questo è un settore di mercato molto inflazionato. Ed è necessario lavorarci molto prima di vedere i primi risultati. Oggi tutti hanno intenzione di guadagnare con un blog. E’ emozionante parlare delle proprie esperienze di vita in paesi lontani. Di cui si conosce ancora molto poco. Ma questo fuoco che arde non è sufficiente per ottenere un guadagno mensile.Come sempre dico che i contenuti solo il pilastro cardine di ogni blog. E senza contenuti validi non andrai oltre il palmo del tuo naso. Non penserai di fare soldi online senza impegnarti ?Se non lavori sodo ed in modo costante il tuo progetto si affosserà prima ancora di iniziare.La prima cosa da chiedersi prima di andare è porsi questa domanda: cos’è un blog di viaggiQuesto tipo di blog è un diario di tutti viaggio che l’autore ha fatto in giro per il mondo. E’ un diario molto utile per i viaggiatori perché può offrire molte informazioni utili sul paese da visitare. Come Hotel, B&B. Questo tipo di blog usa l’inbound marketing. Ed attrae le persone nel momento che hanno bisogno di informazioni prima di fare una vacanza. L’autore degli articoli di questo tipo di blog si chiama travel blogger.Ti voglio dare dei suggerimenti su come è possibile guadagnare con un blog di viaggi. E quali schemi di business prendere in considerazione. Fare il travel blogging sembra il lavoro più fantastico che ci sia. Quando si tratta di spiegare come funziona questo lavoro molto spesso ci sono dei punti oscuri.

Il primo passo da fare è prendere in considerazione questi due concetti:

  • Mercato di riferimento: rispetto al resto d’Europa o nei paesi del Nord America il travel blogger in Italia non è ancora sfruttato come dovrebbe. Infatti, il mercato italiano non è ancora preparato a questo tipo di figura professionale. E non comprende il valore che può portare al settore turistico.
  • Il valore del sito: un travel blogger professionista ha un media kit. Il media kit è un documento che comprende tutte le informazioni su lavoro del travel blogger e del sito web. Inoltre, comprende le statistiche dei progetti in cui lavora. E della rassegna stampa che ogni giorno fa. Si deve anche considerare il traffico del sito web e quello proveniente dai social media. Fatto questo confronta i dati con la concorrenza. Ed adatta ogni servizio per offrire un’offerta migliore della concorrenza.

Come diventare travel blogger ?

Ti dico fin da subito che molti giovani in Europa e non amano diventare un travel blogger. Naturalmente si deve scegliere se farlo per hobby o per professione. La prima cosa da fare è aprire un blog. Credimi non è necessario andare presso una web agency e spendere miglia di euro per un blog. Ti consiglio d’iniziare subito con WordPress. E’ molto semplice usarlo. Ed ha una comunity molto ampia che ti può aiutare in ogni momento. Ma prima ancora di mettere le mani sul tuo blog è necessario:

  • Individuare una nicchia di mercato
  • Trovare un nome da dare al blog
  • Essere in grado di scrivere contenuti utili

Ma cosa deve fare un travel blogger per conquistare seguaci ?Deve offrire ai propri lettori foto emozionanti dei propri viaggi. Deve raccontare le sue emozionanti avventure. In modo, da farle rivivere nel lettore. Naturalmente questo è solo un buon inizio. Per farla diventare una professione ci vuole molto di più.Non basta solo la passione per i viaggi. Ci vuole molta costanza. Se al primo scoglio molli tutto questa strada non è per te. Se si ha intenzione di raggiungere dei risultati nel medio e lungo periodo.Non basta scrivere e pubblicare sul blog. Questi sono i mie consigli:

  • Tutti giorni scrivi qualcosa. Non deve esistere la scusa che non hai 15 minuti per scrivere qualcosa di nuovo. Per essere visibile devi mostrare al motore di ricerca che il tuo blog è vivo. E’ inutile pubblicare se nessuno legge quello che hai prodotto. Ti consiglio di leggere la mia guida gratuita posizionamento sui motori di ricerca. Se credevi di fare solo ciò che ti piace questo mondo non fa per te. E’ importante conoscere tutti gli aspetti della SEO e le intenzioni di ricerca degli utenti. Studiare, studiare, studiare deve essere il tuo mantra ogni giorno.
  • Quando scrivi un articolo non lo scrivere solo per te. Ma pensa ai bisogni dei tuoi lettori. Chiediti sempre, di cosa hanno bisogno oggi. Nessuno ti seguirà se scriverai solo quello che piace a te. E’ vero un blog di viaggi serve per raccontare degli eventi di un viaggio. Ma serve, soprattutto per dare emozioni per dei lettori che non si possono permette di viaggiare.
  • Il traffico web è importante. Un blog senza visite è un blog che è morto ancora prima di nascere. Iniziare ad usare Google Analytics di Google e Google Search Console. Per misurare i tuoi successi. Ci vorrà almeno 12 mesi prima che il motore di ricerca di abbia dato una certa autorevolezza. E vedrai dopo quel tempo arriveranno molte visite.

Come creare un blog di viaggi

Adesso conosci le fasi principali per poter aprire un blog di viaggi. Ma sei ancora a un livello amatoriale. E come diventare un professionista ?Come ho detto nel precedente paragrafo scegli una nicchia di mercato non affollata. E’ inutile scegliere un argomento oramai inflazionata da altri blog di viaggi che possiedono una grande autorità agli occhi di Google. Sei obbligato a scegliere una sotto nicchia di mercato. Cerca di occuparti di viaggio che non tutti fanno. Avere un blog non è uno scherzo da niente. Creare sempre contenuti nuovi che rispecchiano le esigenze delle persone è una sfida di tutti i giorni. E credimi e difficile anche per me. Fare una campagna SEO che produca dei risultati è un altro impegno gravoso sulle tue spalle. Ti consiglio di chiedere aiuto ad un SEO Specialist. Per monitorare il comportamento del sito web con vari strumenti della SEO. Non prendere fin da subito l’idea che potrai fare SEO da solo. Anche la guida che ti ho linkato nel presente articolo anche se valida non può racchiudere tutto quello che la SEO rappresenta. Ma agli inizia ti basterà per ottimizzare i tuoi contenuti.Tieni ben presente che ci sono molte possibilità di guadagno con questo blog fra cui:

  • Adsense di Google: i banner di Google sono ancora validi. Ma per poter essere remunerati c’è bisogno di un alto volume di traffico giornaliero almeno 2000 o 3000 visite al giorno.
  • Affiliate marketing: ci sono vari servizi. In cui ti puoi iscrivere gratuitamente e guadagni una percentuale sull’acquisto di un prodotto o servizio. Anche in questo caso il guadagno è reale se si ha un alto traffico web.
  • Scrivere per giornali specializzati: questo è un guadagno più sicuro. Scrivi articoli per giornali di viaggi oppure per enti nazionali, europei o internazionali che si occupano di turismo.

Se hai intenzione di fare il travel blogger l’ultimo caso è il traguardo finale. All’inizio è meglio iniziare con i primi due casi. Questo per far si di migliorare il tuo personal branding. Non solo agli occhi di Google ma agli occhi dei tuoi potenziali lettori.Per raggiungere gli obbietti devi farti conoscere online.La prima cosa da fare è iscriversi a Linkedin e aprire una pagina azienda presso Linkedin. In questo modo puoi far conoscere a tutti le tue competenze e pubblicare anche i tuoi articoli.Nel blog viaggi, quello che tira di più sono le foto ed i video. Per avere il massimo rendimento da questi contenuti visivi è importante usare:

Nei post pubblicati in questi sue due social network visivi inserirai il link del tuo articolo. Aumentando il numero di visitatori nel tuo blog.

Come diventare travel blogger su Instagram

Instagram è uno strumento molto potente per presentare tutti i tuoi viaggi. Le tue emozioni ed i posti dove ci hai lasciato il cuore. Ma come usare al meglio Instagram ?

  1. Quando la mattina e fai colazione.
  2. Quando sei a pranzo.
  3. Quando sei in giro ed immortali il paesaggio della zona.
  4. Quando sei a cena.
  5. Quando esci a divertirti.

Questo schema può essere modificato adatto secondo le tue esigenze. Non fare solo foto. Ma anche i video sono importanti per avere del coinvolgimento.Ma nasce il grande problema di come avere follower ?Se pubblichi ottime immagini o video arriveranno. Ma per velocizzare il tutto ti consiglio d’installare in Chrome l’estensione Everliker. Everliker è un bot automatico. Il suo scopo è di mettere mi piace alle fotoo video di altri profili. E per il principio di reciprocità otterrai velocemente più seguaci. Inoltre, non dimenticare di usare gli hastag per aumentare la visibilità dei tuoi contenuti.Questi sono solo alcuni consigli per guadagnare con un blog di cucina ma ti saranno molto utili per muovere i primi passi.

Hai bisogno di aiuto ?








Budget Annuale SEO e Pay per click


(richiesto) GDPR: Ho preso visione della Privacy Policy e do il consenso al trattamento dei dati personali.

Desideri iscriverti alla newsletter ? (non richiesto) SI Newsletter

photo of andrea barbieri

 

BTF Traduzioni SEO Sviluppo Web

Piazza Giuseppe Mazzini, 46

Poggibonsi, Siena, 53036 Italia

+393296664935
traduzione, traduttore, programmatore, blogger, realizzazione siti web, Web Marketing, lezioni private di lingua,

 

Guadagnare con un blogcome guadagnare con un blog di viaggi" Come guadagnare con un blog di viaggi

 

Rated 5/5 based on 650 customer reviews

Descrizione del prodotto: Hai un grande passione per i viaggi ? Hai delle competenze in questo settore ? Allora questo articolo fa per te. Ti mostrerò i passaggi necessari per guadagnare con un blog di viaggi. Ma ti dico fin da subito che questo è un settore di mercato molto inflazionato. Ed è necessario lavorarci molto prima di vedere i primi risultati. Oggi tutti hanno intenzione di guadagnare con un blog. E’ emozionante parlare delle proprie esperienze di vita in paesi lontani. Di cui si conosce ancora molto poco. Ma questo fuoco che arde non è sufficiente per ottenere un guadagno mensile.Come sempre dico che i contenuti solo il pilastro cardine di ogni blog. E senza contenuti validi non andrai oltre il palmo del tuo naso. Non penserai di fare soldi online senza impegnarti ?Se non lavori sodo ed in modo costante il tuo progetto si affosserà prima ancora di iniziare.. Recensione dei clienti:

Traduzione inglese italiano, come fare – di Andrea Barbieri – BTF Traduzioni SEO Sviluppo Web,March 22, 2018

 

5/ 5stars

Come guadagnare con un blog di cucina, tutti i passaggi

Come guadagnare con un blog di cucina, tutti i passaggi

come guadagnare con un blog di cucina
Un blog di cucina può dare molte soddisfazioni a patto che si acquisiscono le competenze necessarie.

Guadagnare con un blog di cucina e’ un ottimo modo per sfruttare le potenzialità dell’inbound marketing.Nel precedente articolo guadagnare con un blog ti ho dato gli strumenti necessari per monetizzare un blog. Strumenti che ti serviranno anche per ricette di cucina retribuite.Il guadagno e’ possibile solo se il tuo blog di cucina e’ in grado d’intercettare tutti i bisogni dei tuoi potenziali lettori. Infatti, e’ necessario sviluppare una strategia di marketing molto ampia per questo tipo di blog. Ma e’ fondamentale tenere presente che ci sono molti blog molto autorevoli in campo di cucina, come per esempio Giallo Zafferano. Sara molto difficile all’inizio riuscire a competere anche a livello SEO e di contenuti con i siti piu’ autorevoli della categoria.Prima d’iniziare un qualsiasi progetto web e’ bene avere in mente tutte le tecniche del posizionamento sui motori di ricerca per creare un blog funzionamento nel medio e lungo periodo.

Se non disponi di molti soldi per andare da un web designer puoi creare il tuo sito. Con le tue mani. Ti consiglio di scegliere WordPress, facile, pratico e veloce per aprire un blog di cucina. La strategia di marketing migliore e’ produrre contenuti che soddisfano le necessita del lettore. Possono essere articoli, video, ebook, podcast. Qualunque cosa possa aiutare il potenziale lettore per preparare il piatto o il dolce che desidera. Nel tuo blog non dimenticare mai di inserire un modulo informazioni per la newsletter. La newsletter deve essere un mezzo per migliorare la comunicazione con i tuoi lettori. Non deve essere un modo per costringerli a compare qualcosa. Spammando email nella loro casellla di posta elettronica. Questo ‘e il peggior inizio che tu possa avere.

Quanto costa aprire un blog di cucina

Non ho nessuna intenzione
Se non sei pratico di strumenti web usa WordPress per il tuo blog di cucina. Semplice ed intuivo.

Rispetto al passato aprire un blog adesso è possibile per tutti. Infatti, lo spazio hosting (quello in cui risederà il blog) può arrivare tra le 80 e 100 € all’anno. Un prezzo abbordabile per tutti. Per di più non hai bisogno di una web agency per creare il tuo blog. Ma puoi usare direttamente i CMS come WordPress, Joomla o Drupal per svilupparlo. Ti consiglio come CMS di usare WordPress che è più facile ed intuito degli altri due. Quando farai l’abbonamento per lo spazio hosting ti verrà anche chiesto quale CMS scegliere. Tu scegli WordPress e tutto sarà semplificato. Fatto tutto ciò un blog o un sito web per funzionare ha bisogno un template o tema. E qui si apre una parentesi tra quali temi scegliere, se un tema gratuito o pagamento.

Non ho nessuna intenzione di giudicare i due tipi di template. All’inizio se non hai molta disponibilità economica puoi usare anche un tema gratuito direttamente dal database di WordPress. Però va detto, che ci sono temi premium che hanno anche funzioni SEO. Inoltre, permettono delle configurazioni, anche tramite shortcode che un tema gratuito non ha. In questo caso di parla di aprire un blog di cucina. Se fossi un programmatore web potresti modificare un tema child per WordPress. Ma dato che non tutti si dilettano per lavoro o passione nella programmazione. Il tema a pagamento è la strada migliore. Con un tema a pagamento hai un supporto e tutto l’aiuto che ti serve nell’uso. E molte funzioni per creare un sito web di cucina professionale. Un template a pagamento in media può costare sui 60 $. Ma sono soldi ben spesi.

Se invece non ti senti di fare da solo e dare il lavoro ad un webmaster i costi lievitano. Di solito, per un sito web si parte da 1500 € in su. Molto dipende dalle richieste sono fatte alla web agency. Ma non finisce qui. Ci sono anche i costi per promuovere il blog anche usando una pagina Facebook aziendale. Ed essere in grado di scrivere post coinvolgenti su Facebook e ottimi testi sul blog. Se non riesci dovrai assumere un Seo Copywriting.Nel blog di cucina le immagini fanno l’80 – 90 % del successo. Infatti, si dice che prima si mangia con gli occhi e poi con la bocca. Con i telefoni di ultima generazione è possibile fare foto e video in alta definizione. Non è necessario, secondo me, affidarvi ad un fotografo professionista. Questa è una mansione che potete fare da soli. Considerando anche il budget che avete. Saper usare bene Intagram, Pinterest, Forsquare e anche Facebook è il jolly più importante nella carriera di food blogger.

Come chiamare un blog di cucina

Come ogni blog il titolo deve rappresentare la sintesi di quello che proponi nella tua piattaforma web. Deve far capire al primo colpo d’occhio cosa offri oppure quali sono i tuoi servizi. Il nome che sceglierai dovra essere attinente alla sotto nicchia di mercato. Se hai scelto di trattare la cucina toscana e’ inutile che inserisci ricette campane. Se lo fai ci deve essere un nesso logica con la cucina toscana.In linea di massima, il nome deve far capire al potenziale lettore di cosa tratta il tuo sito web di cucina. Non ci deve essere nessuna ambiguità in questo. Le ambiguità portano solo distrazioni.Se proprio non ti viene in mente nessun nome per il tuo blog di cucina ci sono altre strade che potrebbero aiutarti:Usa il tuo nome: Se sei un freelance o un’azienda questa e’ la strategia migliore. Ci metti fin da subito la faccia. Viene usata anche da coloro che sono professionisti del web. E’ una tecnica che ti consente di fare personal branding come non mai. Il tuo nome e cognome riuscirà a far volare la tua attivita professionale.Un soprannome: immagine un soprannome divertente e che lascia un’emozione al lettore. Si imprimeranno fin da subito il tuo marchio. Un questo caso ci vuole un’accortezza. E’ importante pensare se in un futuro quel soprannome e’ modificabile. Eessere abili nel manipolare le parole puo portare a creare dei termini di marketing interessanti. Il blending e’ un artificio linguistico che fonde due o più termini in uno solo. Ci sono diverse strutture linguistiche di blending.

Vediamole separatamente:

  • Fusione tra l’inizio e la fine di due parole:
  • Fusione tra l’inizio di due parole:
  • Fusione tra due parole in base ad una concordanza sonora:

Questa tecnica e’ in grado di sintetizzare i concetti fondendoli in uno solo. Ma il vantaggio più grande e’ di essere unico. Infatti e’ creato dal blogger stesso,Trovato il nome devi trovare dli strumenti necessari per comunicare con i tuoi lettori o potenziali clienti.Hai bisogno di uno strumento che gestisce l’email e di un autoresponder. L’autoresponder si occupa di rispondere al posto tuo. Pesna se avessi un lista do 2000 contatti e dovresti rispondere a manina uno alla volta. Non finiresti mai di arrivare alla fine questo noioso lavoro. L’autoresponder fa questo lavoro per te. Io ti consiglio due servizi per gestione email ed autoresponder:

Usando questi sofware stai facendo lead generation. Ossia la raccolta di contatti. Ma il tuo obbiettivo non e’ la raccolta di contatti. Il tuo obbiettivo essendo un imprenditore e’ di quadagnare.I sowtare sopramenzionati ti aiutano molto. Vediamo il loro funzionamento, con un esempio.Hai preparato una landing page, tramite questi servizi. E decidi di regalare un ebook sulla cucina della tua zona.Ogni volta che l’utente inserisce i dati nel modulo informazioni. L’autoresponder gli inviera’ un email. Dicendoli dove puo’ scaricare l’ebook gratuito.Questo e’ un processo meccanico ed automatico. Ma e’ necessario imparare come scegliere un nicchia di mercato e capire le motivazioni di acquisto di un cliente.Determinare la tua nicchia di mercato e’ importante. La cucina e’ una nicchia di mercato molto ampia. Difficilmente riuscirai ad avere visibilità con i portali web più anziani ed autorevoli.

Devi essere in grado di creare un sotto nicchia o micro target.L’insieme cucina e’ composto da altri sottoinsieme che in un modo o nell’altro sono collegati con il termine cucina.Adesso ti scrivo delle nicchie fino a restringere il loro campo specifico:

  • cucina mondiale
  • cucina europea
  • cucina italiana
  • cucina regionale italiana
  • cucina regionale locale
  • vendere tovaglie e bicchieri
  • articoli e libri sul bon ton a tavola
  • tovaglie e tovaglioli
  • tovagliette
  • bicchieri colorati
  • recensione libri di cucina

Sono alcune delle sotto nicchie dell’insieme cucina. Naturalmente sono solo degli esempi. Cerca di trovarne altri e scrivile nei commenti. Li aggiungerò nell’articolo’.Naturalmente per trovare queste sotto nicchie puoi usare Google trends. Google Trends ha la caratteristica di mostrare l’evoluzione di ricerca di una determinata parola chiave.

Creare un blog di cucina:

Trovare l’argomento attuale

Come ho detto all’inizio il posizionamento su Google e’ importante per ottenere la visibilità gratuita. Ma ottenere questo e’ necessario scovare degli argomenti che interessano il pubblico. Questo ti consentirà di offre ai tuoi lettori argomenti sempre nuovi ed attuali sulle ricerche più cercate.Per trovare nuove idee ti consiglio di usare AnswerthePublic.

Evita ogni tecnicismo, parla chiaramente

I lettori del web non amano molto i tecnicismi. Ma cercano velocemente l’informazione che gli serve. Cerca di eliminare ogni elemento che non porta nessuna nuova informazione. Ti consiglio di usare il principio KISS (Keep It Simple Stupid), rimani sul semplice, stupido. Questo acronimo significa scrivere nella maniera più semplice possibile. Ed arrivare subito al nocciolo della questione. Questo principio e’ usato nella programmazione di codice sorgente. Ma si può adattare ad ogni tipo di progetto.Di solito, quando si inizia una qualsiasi tipo di progetto si introducono molti argomenti. Molti interessanti, altri inutili. Infatti, un blog di cucina e’ molto complesso. Ed il principio KISS ti consente di comprendere quando fare una pausa. E riflettere su quali siano gli argomenti da inserire nel calendario editoriale.

Sviluppa un articolo facile da usare

Quando si tratta di ricette la facilita di uso deve essere il primo pilastro a cui pensare. Inoltre, dividi la spiegazione della ricetta in singoli blocchi. Per far si che anche un novizio sia in grado di seguire tutti i passaggi del piatto. In questa maniera il tuo lettore sarà in grado di prepararsi il pranzo o la cena oppure una sfiziosa merenda.

L’immagine della ricetta e’ la migliore forma di promozione

Il detto si mangia con gli occhi prima che con la bocca funziona ancora. Usa delle immagini ad alta definizione per far conoscere le tue ricetta al tuo potenziale lettore. Per di più, la foto ha una grande probabilità di essere condivisa sui social media.Ma non ti fermare solo ad inserire una foto statica. Crea anche delle immagini dinamiche creando un video. Magari da inserire nel canale YouTube del blog di cucina.Inserendo un video su Youtube svilupperai il bersonal branding del blog di cucina. Ed otterai traffico verso il tuo sito web.

Non dimenticare i Social Network

Questo tipo di blog e’ sopratutto visuale che di testo. Gli utenti prima di leggere la ricetta vedono le immagini. Ed e’ utile usare i social visuali come:

Anche Facebook e’ utile per questo tipo di blog. Peccato che dopo gli ultimi aggiornamento dell’algoritmo la visibilità organica sia ancora diminuita.

Aggiorna il blog in modo costante

Se vuoi ottenere dei risultati di visibilita e’ necessario pubblicare contenuti freschi almeno 1 o 2 volte alla settimana. La cosa migliore e’ pubblicare nuovi contenuti utili ogni giorno. Questa regola vale per tutti i blog non solo per quello che riguarda ricette e dolci. Infatti, se non si producono nuovi contenuti frequentemente i motori di ricerca faranno scendere dalla classifica il blog. La conseguenza più immediata e’ la perdita di visitatori.Inoltre, tutti i contenuti potranno essere condivisi attraverso i social network con una duplice funzione:

  • aumento del traffico per il blog
  • fare personal branding

Come vedi ci vuole molto lavoro per strutturare questo tipo di blog. Ti consiglio prima d’iniziare questo progetto web di documentarti sui tipi di cucina che ci sono. E cercare di capire qual’è il settore che fa per te. Oltre a verificare che esiste un mercato per la nicchia scelta.

photo of andrea barbieri

BTF Traduzioni SEO Sviluppo Web

Piazza Giuseppe Mazzini, 46

Poggibonsi, Siena, 53036 Italia

+393296664935
traduzione, traduttore, programmatore, blogger, realizzazione siti web, Web Marketing, lezioni private di lingua,

Aprire un blog di cucinatraduzione inglese italiano" Traduzione inglese italiano

Rated 5/5 based on 650 customer reviews

Descrizione del prodotto: Guadagnare con un blog di cucina e’ un ottimo modo per sfruttare le potenzialità dell’inbound marketing.Nel precedente articolo guadagnare con un blog< ti ho dato gli strumenti necessari per monetizzare un blog. Strumenti che ti serviranno anche per ricette di cucina retribuite.Il guadagno e’ possibile solo se il tuo blog di cucina e’ in grado d’intercettare tutti i bisogni dei tuoi potenziali lettori. Infatti, e’ necessario sviluppare una strategia di marketing molto ampia per questo tipo di blog. Ma e’ fondamentale tenere presente che ci sono molti blog molto autorevoli in campo di cucina, come per esempio Giallo Zafferano. Sara molto difficile all’inizio riuscire a competere anche a livello SEO e di contenuti con i siti piu’ autorevoli della categoria.Prima d’iniziare un qualsiasi progetto web e’ bene avere in mente tutte le tecniche del posizionamento sui motori di ricerca per creare un blog funzionamento nel medio e lungo periodo.. Recensione dei clienti:

Come guadagnare con un blog di cucina, tutti i passaggi – di Andrea Barbieri – BTF Traduzioni SEO Sviluppo Web,April 9, 2017

5/ 5stars