Crea sito
IpCeI-Pagina-Facebook
0577980092 3296664935

BTF Traduzioni SEO Sviluppo Web

Ciao sono Andrea Barbieri, il mio studio migliora la comunicazione delle aziende. Con la progettazione di siti web, localizzazione sito web, Web Marketing, Social Media Manager, Copywriting e traduzioni professionali.

andrea barbieri
btf freccia

Acquisire nuovi clienti online con la Lead Generation

acquisire clienti online

 

Acquisire nuovi clienti online tramite la Lead Generation

Acquisire nuovi clienti online ci offre un nuovo spunto per continuare a parlare della Lead Generation. Non più soltanto come un modello sociale. Ma ci metteremo dal punto di vista dell’imprenditore che cerca nuovi clienti.Attualmente non si può fare e meno della Lead generation per acquisire nuovi clienti online. Infatti, piccole e medie imprese e liberi professionisti hanno compreso la potenza di questo metodo. La Lead generation consente di avere molta visibilità online. Questa grande visibilità consente di acquisire nuovi clienti online. E’ importante avere un sito web, ma non necessario per essere visibili online. Prima che il sito sia ottimizzato è necessario almeno un anno, prima che Google inserisca le sue informazioni all’interno della SERP. Si sfrutteranno i Social Network per portare traffico verso il sito web aziendale. Ma tutto questo non basta per acquisire nuovi clienti online. Infatti, è sempre più difficile trovare nuovi clienti anche per l’enorme competitività. Esiste un solo modo per rimediare alla scarsa visibilità. Lo scopo primario di un’azienda è di trasformare un utente in un cliente reale. Infine, sarà convertito in un potenziale cliente.[sociallocker id=”2223″]

Acquisire nuovi clienti online con la Lead Generation

La Lead Generation è un insieme di attività di marketing con lo scopo di acquisire e generare una lista di contatti. Questi contatti avranno interesse a tutte le attività svolte dall’azienda.In questo modello di business gli utenti hanno un ruolo fondamentale. Infatti, esprimono interesse verso i prodotti o servizi offerti dall’azienda. Gli utenti si mettono in contatto con l’aziende di loro spontanea volontà. Lasciano i loro dati, nei moduli informazione con la speranza di essere ricontattati dall’azienda. L’iscrizione al modulo informazioni darà particolari benefici all’utente. Un modo di gestire le vendite in modo diverso dall’outbound marketing.Si possono utilizzare diverse strategie di marketing. Tutte queste strategie hanno l’obbiettivo di attirare l’attenzione del potenziale cliente. In questo modo si genera un Lead. Il Lead è la richiesta di contatto del potenziale cliente che sottoscrive il modulo informazione. Lo so adesso ti stai chiedendo come generare nuovi contatti. Ci sono due passaggi fondamentali:

  • Il potenziale cliente deve riempire un modulo informazioni.
  • Si deve inserire una Call to Action che lo indirizzi al tipo di azione da te richiesta.

L’importanza della Lead Generation nel marketingLa Lead Generation offre una diversa soluzione alle aziende, rispetto al marketing tradizionale. Crea dei contatti targhettizzati con un alto indice di conversione. Questo è il nuovo modo di acquisire nuovi clienti online. Non sono clienti generalisti, come accadeva nel vecchio metodo. Ma sono potenziali clienti che sono interessati che l’azienda gli offre. E con molta probabilità diventeranno dei clienti fidelizzati. Il modello della Lead Generation è una strategia vincente. Inoltre, porta dei vantaggi sia all’azienda che al consumatore. Infatti, il consumatore chiede delle informazioni importanti per lui. Mentre, l’azienda comunica in maniera diretta con il suo pubblico di riferimento. Lo scopo primario della Lead Generation non è la vendita immediata. Di fatto, il procedimento di acquisto è totalmente diverso da prima. I consumatori sono abituati ad essere subissati da promozioni via telefono, brochure postali, email e continue richiesta di vendita. Le strategie di marketing devono evolversi con la società per essere efficaci. Ci si deve focalizzare ad ottenere contatti, a costruire relazioni che durino nel tempo con i potenziali clienti. Sviluppare una strategia di Lead Generation forte è basilare per avere un rapporto di fiducia con i potenziali clienti. Lo scopo primario è sempre attirare il loro interesse prima di contattarli per un eventuale vendita.Come applicare il modello per acquisire clienti ?Il primo passaggio da fare è individuare il target a cui l’azienda si vuole rivolgere. Quando l’azienda ha ottenuto i suoi contatti targhettizzati è in grado di costruire una relazione con i potenziali clienti. Ma come può ottenere questi contatti ?Tramite campagne promozionali, Opt-in-page ed un modulo contatti.Come vedi per acquisire nuovi clienti online è necessario offrire agli utenti qualcosa in cambio in modo gratuito.Questo passaggio prende il nome di Lead Nurturing di tutti i contatti ottenuti.La Lead Nurturing è una componente fondamentale di ogni strategia di marketing di successo.Questa è un attività estremamente importante. Infatti, aiuta l’azienda a sviluppare una comunicazione corretta nei confronti del suo pubblico. La comunicazione deve essere fornita in maniera costante per tutta la durata del rapporto. La comunicazione parte dal primo contatto ottenuto fino alla conclusione della vendita. Di fatto, acquisire un Lead è spesso descritto con l’immagine di un imbuto.Per acquisire nuovi clienti online l’azienda accompagnerà il potenziale cliente tramite strumenti e messaggi fino a giungere all’acquisto.

Quali sono i metodi per creare Lead ?

I metodi che ti elencherò hanno la funzione di generare Lead in modo indiretto. Che cosa significa generare Lead in modo indiretto ?Hanno la funzione di indirizzare il traffico verso il tuo sito web. Oppure una pagina che usi per aumentare i tuo iscritti.Elenchiamo i metodi per generare Lead:

  • Produzione di contenuti qualificati>/li>
  • Utilizzo di Social Media e blog
  • Email Marketing e Direct Marketing
  • Eventi

Una domanda sorge spontanea. Perché ci si deve iscrivere e lasciare i propri contatti ?Qual è il metodo o lo strumento che convince gli utenti a farlo ?Rispondiamo a queste due domande molto importanti. Lo strumento che viene adoperato in questo passaggio si chiama Lead Magnet. Il Lead Magnet ha lo scopo di attirare i visitatori verso il tuo sito web. Oppure una pagina in cui raccogli i contatti.I visitatori sono intenzionati a lasciare i propri dati in un form perché sono sicuri di ottenere un beneficio da quell’azione.

Acquisire clienti online con il Lead Magnet

Posso descrivere il Lead Magnet come una potente calamita che attrae verso di se i potenziali clienti.Ma come si può usare il Lead Magnet per acquisire clienti online ?Se deve offrire in maniera gratuita dei contenuti con un alto valore. Cosa significa contenuto di alto valore ?Il contenuto deve risolvere un problema che l’utente richiede in un dato arco temporale. Quindi, gli devono portare un beneficio immediato.Non pensare di buttare via il tuo tempo creando contenuti di questo tipo. Questi contenuti sono un investimento reale per la tua azienda e che ti portano un vantaggio da non sottovalutare. Questo contenuto ti conferisce autorevolezza. Ti indica come una persona esperta nel tuo settore. Inoltre, l’autorevolezza è un fattore importante in ottica SEO.

Quel’è la forma del Lead Magnet ?

Il tipo di Lead Magnet deve essere scelto in base al tipo di target, categoria merceologica della tua attività. Elenchiamo le varie tipologia di Lead Magnet:

  • Una guida in pdf (ebook)
  • Video guida
  • Webinar gratuito
  • Interviste registrate
  • Mind maps (mappa mentali)
  • Infografiche

Questi sono alcuni tipi di Lead Magnet ma ce ne sono ancora molti altri che puoi usare per promuovere la tua azienda. La cosa fondamentale è che il contenuto si veramente utile al tuo utente.Non sminuire tutto ciò che offri gratuitamente e che porti benefici ai tuoi potenziali clienti.Facciamo un esempio. Un potenziale cliente lascia la sua email per una risorsa gratuita. Fa questa azione perché crede che quella risorsa risolva il suo problema. Ma se la risorsa gratuita è scadente ottieni due eventi:

    1. Il cliente potenziale non sarà mai cliente tuo
    2. Perderai di autorevolezza

Lead Generation per non perdere tempo

La potenzialità della Lead Generation è la mancanza assoluta di perdita di tempo. La comunicazione dell’azienda ed i suoi messaggi sono ottimizzati per una nicchia di mercato. Di fatto, possedere una comunicazione ottimizzata conduce ad avere più Lead. La Lead Generation ti consente di risparmiare tempo perché nel suo modello esiste un processo di automazione. Dal momento che si indirizza il traffico qualificato verso il sito web si ha un sistema che raccoglie Lead. L’azienda comunica con gli iscritti e li trasforma in clienti. Questo è un processo totalmente automatico e funziona anche quando non ci si trova di fronte ad un computer.Un esempio lampante è quello di un e-commerce. Anche se non sei davanti al pc ti giungeranno le email per le vendite e i preventivi. La Lead Generation è una vera macchina da marketing per acquisire nuovi clienti online. Se ben settata funziona alla grande.

Lead Generation ed i suoi risultati

Lo scopo primario della Lead Generation è di generare un lista di contatti targhettizzata. In questa lista di contatti, saranno applicate delle strategie di marketing con l’obbiettivo di trasformare l’utente in un cliente reale. Infatti, si ha una maggiore probabilità di convertire in vendita il contatto ottenuto. Mentre, nella strategia tradizionale i contatti non profilati non sempre conducono ad una vendita certa.Perché si deve usare la Lead Generation per acquisire nuovi clienti online ?Applicare questo modello ci consente di ridurre e concentrare il budget. Inoltre, comunicazione sarà mirata ad un pubblico targhettizzato che si interessa dell’attività dell’azienda. Tutto ciò significa, avere un tasso di conversione molto alto rispetto la metodo tradizionale di promozione. Di fatto, converte l’utente generico in un utente interessato conducendo ad un ROI ritorno dell’investimento) molto alto.

Non sempre i risultati arrivano subito

Se usando questo metodo per acquisire nuovi clienti online non funziona da subito non ci si deve scoraggiare. Molto spesso accade molto spesso. Si deve rimanere concentrati e focalizzare la propria attività sul proprio pubblico profilato. Non dimenticare che un utente può decidere di conoscere meglio l’azienda attraverso i suoi contenuti. Questo modello di marketing prevede un tempo di medio e lungo termine. Sicuramente gli utenti ritornano sul sito per vedere se ci sono nuove novità in fatto di contenuti utili. Quello che non si deve fare è smettere di produrre contenuti di quel tipo. Sarebbe la morte dell’azienda.Questo modello fa considerato come un investimento a medio e lungo termine. La Lead Generation non ti consente soltanto di acquisire nuovi clienti online. Ma ti permette di avere una lista di contatti profilati (Lead) che potranno essere trasformati in futuro in clienti.

photo of andrea barbieri

 

BTF Traduzioni SEO Sviluppo Web

Piazza Giusepp Mazzini, 46

Poggibonsi, Siena, 53036 Italia

+393296664935
traduzione, traduttore, programmatore, blogger, realizzazione siti web, Web Marketing, lezioni private di lingua,

 

Web link, per essere più visibili online

web link

 

Web link: quali sono e come si usano

Web link e la loro funzione in una strategia SEO. Ma cosa è un web link ? Un web link è un collegamento ipertestuale che permette al visitatore di un sito web di navigare da un contenuto ad un altro semplicemente cliccandolo.Se mentre stiamo scrivendo un contenuto si accenna ad un argomento già presente nel blog è necessario inserire un link e il visitatore può approfondire l’argomento cliccando sul collegamento ipertestuale; lo stesso modo di operare è ancora valido se si tratta di una risorsa esterna al sito web.Naturalmente il collegamento ipertestuale deve rimandare l’utente ad una risorsa utile per risolvere i suoi problemi o approfondire le sue conoscenze. Inoltre, è importatane avere la consapevolezza che sto reindirizzando il mio lettore verso una risorsa che si ritiene essere affidabile.Google, cosi come gli altri motori di ricerca, usano i propri web link insieme ad altri parametri per stabilire l’affidabilità e l’autorevolezza di un contenuto web e di conseguenza posizionarlo all’interno della SERP (pagine che contengono i risultati delle ricerche degli utenti ).Riuscire ad ottenere un buon posizionamento all’interno della SERP, garantisce una visibilità maggiore. Infatti, chi si occupa di business, come per esempio le aziende o liberi professionisti, potrebbero mettere insieme il maggior numero possibile di web link. Voglio sottolineare che i web link sono molto importanti per un’attività SEO ma non sono l’unico parametro influente per scalare le posizioni della SERP.Infatti, Google negli anni ha osservato con attenzione l’accumulo dei web link, penalizzando tutte quelle attività di link building che hanno il solo scopo di manipolare in maniera artificiale (acquistando link) i risultati di ricerca.[sociallocker id=”2198″]

Web link: l’uso del nofollow

Google non accetta che si acquistino i web link per manipolare i risultati della SERP. Come dobbiamo comportarci nel caso della vendita di articoli con sponsorizzazione oppure l’inserimento di banner pubblicitari con link in uscita ?Si usa semplicemente il web link nofollow. Il nofollow è un paramento assegnato all’attributo rel di un web link. Questo paramento ha lo scopo di indicare in maniera esplicita ai bot e spider di tutti i motori di ricerca di non seguire il web link in questione; i motori di ricerca durante la scansione web considereranno quel link ai fini del suo posizionamento.L’attributo non follow non serve soltanto per i link venduto ho acquistati. Google stesso in una sua guida a questo articolo Utilizzo di rel=”nofollow” per link specifici spiega come si può utilizzare il parametro nofollow anche in altri casi:

    • Contenuti che non sono attendibili oppure che sono al di fuori del nostro controllo: se viene linkata una pagina di un sito web ma non ci fidiamo di un contenuto oppure ci lascia perplessi (un’usabilità scadente, il link del profilo è sospetto, i suoi link un uscita sono sospetti, ecc…) è meglio utilizzare l’attributo nofollow. In maniera simile è conveniente aggiungere il nofollow su tutti i contenuti creati dagli utenti del sito web, come per esempio i commenti spam. I commenti spam sono un tipo di commenti che non forniscono alcun valore aggiunto alla discussione. Questo tipo di commenti sono inseriti con l’unico scopo di avere un link ingresso; è preferibile impostare di default tutti i commenti con l’attributo nofollow (per esempio, WordPress prevede quest’opzione).
    • Link inefficaci per il bot di Google: le pagine di registrazione del sito web oppure pagine private hanno una rilevanza minore rispetto ai contenuti che posso aiutare gli utenti. Per impedire che i bot sprechino delle risorse seguendo questi link è conveniente aggiungere l’attributo nofollow.

Web link: come inserire il nofollow ad un link

Partiamo da un semplice esempio con l’indicazione esplicita per i bot:

Si inserisce il parametro rel=”nofollow” ad il link HTML; non è poi cosi complicato.

Web link: oltre i link follow e nofollow

Siamo ancora all’interno della link building e spieghiamo adesso la differenza che esiste tra i link naturali, link artificiali e link innaturali.. Ricordo che Google da ad ogni link un valore. Infatti, se un autore di contenuti inserisce un collegamento nel suo documento, in via teorica ha fiducia di quel contenuto che ha linkato. conseguentemente il motore di ricerca attribuisce come un segno di fiducia verso quel web link. Una grande attribuzione di fiducia fa aumentare l’autorità del suo contenuto e del suo intero dominio, influenzando in maniera corposa il posizionamento nei risultati organici della SERP.Anche se un web link è. influenzato da molti altri parametri, dei buoni link hanno ancora oggi un’importanza rilevante. Se si ha intenzione di competere per le prime posizioni della SERP è necessario avere degli ottimi web link.Infatti, ci sono link ottimi link scadenti. Con i link ottimi ogni sito web avrà una spinta a posizionarsi nelle prime posizioni della SERP, mentre con i link scadenti si avranno pesanti penalizzazioni, scomparendo anche dalla SERP per un uso continuativo di questo tipo di web link.

Web link: link naturali ed artificiali

La teoria della link building considera che un link sia ritenuto naturale quando è inserito in maniera spontanea all’interno di un contenuto; ma possiamo andare anche oltre questo concetto. Possiamo anche affermare che un web link è considerato naturale quando il suo collegamento conduce ad un contenuto di qualità rispetto all’argomento trattato e se tal contenuto è anche utile agli utenti.Questo succede perché Google mette in correlazione i contenuti e dove non è in grado di trovare una relazione logica, cataloga questo web link come spam, annullando i vantaggi dei link in ottica SEO e portando a penalizzazioni si per chi l’inserisce sia per i contenuti linkati con quel tipo di web link. Per evitare il diffondersi di questa pratica scorretta, Google cerca di contrastare la compravendita di link, specialmente quelli artificiali con una rilevanza. E’ possibile comprare migliaia di link a pochi dollari ma la loro qualità è molto scadente. Questi link artificiali sono inseriti hackerati oppure nei commenti di siti random con argomento diverso e molto spesso con lingua diversa.Ci sono anche web link artificiali ibridi come per esempio la vendita di articoli tramite una sponsorizzazione. Questi link non sono link spontanei ma se l’argomento o il prodotto linkato è pertinente ed è interessante per i visitatori del sito web non ci dovrebbero essere problemi.

Web link, come possiamo procurarci link naturali ?

Per procurarsi i web link naturali che siano in grado di incrementare l’autorità di un sito web è di primaria importanza focalizzarsi sull’originalità e la qualità dei contenuti e ci sono buone probabilità di avere una citazione ed ottenere un web link in ingresso.Naturalmente è necessario anche sapersi promuovere e saper promuove che l’attività che svolgiamo. Usando la potenza dei Social Media, Social Selling e dei propri contatti online puoi diffondere ciò che offri sia che siano beni o servizi incrementando le possibilità di essere poi linkato.Voglio ricordare che a seconda dell’attributo scelto rel (follow/nowfollow), qualsiasi tipo di link ha un suo peso caratteristico ed è interpretato da Google e dagli altri motori di ricerca in maniera diversa.

Web link: link artificiali in ingresso, come fare ?

Se in passato hai avuto l’abitudine di puntare ad una miriade di web link di pessima qualità verso il tuo sito web forse sei già stato penalizzato oppure rischi una penalizzazione in futuro. Molto spesso i lnk di cattiva qualità sono inseriti dalla concorrenza per eseguire una strategia di SEO negativo. Per ovviare al problema è necessario eseguire uno studio ed analisi dei link.

photo of andrea barbieri

 

BTF Traduzioni SEO Sviluppo Web

Piazza Giusepp Mazzini, 46

Poggibonsi, Siena, 53036 Italia

+393296664935
traduzione, traduttore, programmatore, blogger, realizzazione siti web, Web Marketing, lezioni private di lingua,

 

Colori nel marketing e loro funzione

colori nel marketing

 

 

 

Colori nel marketing, le loro funzioni

Colori nel marketing un fattore molto spesso dimenticato. Molto spesso si dimentica il potere dei colori nel marketing. I colori hanno tre principali funzioni:

  • Provocare uno stato d’animo.
  • Rappresentare uno stato d’animo
  • Riflette l’identità dell’azienda

Durante una pianificazione di un progetto di web marketing è molto importante saper intuire il colore adatto per quella campagna. Combinare il messaggio target con un colore che provochi una buona emotività ti permette di dare un valore aggiunto alla tua campagna.Usare il colore non significa truffare un cliente ma serve solo a risvegliare il tipo di bisogno di cui necessita.Non credere, che basti individuare un colore o un messaggio target per ottenere successo in una campagna di web marketing. Per ottenere successo, devi trattare il tuo potenziale cliente al tuo pari. Se lo truffi, la campagna sarà un insuccesso.

Colori nel marketing ed inconscio

I consumatori necessitano di circa 90 secondo per giudicare un bene in base al suo colore. Molto spesso questo giudizio riguarda l’affidabilità dello stesso bene. La ricerca , Impact of color on Marketing (Università di Winnipeg) ha dimostrato l’influenza del colore. Il colore è in grado di influenzare in modo pesante le percezioni ed il comportamento verso un marchio. Il colore è l’elemento visuale che richiama più di tutti il significato degli oggetti. Infatti, ogni colore ha il suo effetto ed esercita tale effetto a livello inconscio. I colori hanno la capacità di influenzare l’attenzione verso un determinato marchio, prodotti e contenuti. E’ ininfluente il mezzo di comunicazione usato se il colore scelto non rispecchia il brand ti sei impegnato per niente. L’uso dei colori nel marketing devono essere scelti per una determinata funzione e non perché ti piace un certo colore.

Ma dove vengono usati i colori nel marketing ?

Sono usati nelle Call To Action e nei loghi aziendali. Tutto elementi che devono suscitare nel cliente potenziale una reminiscenza di bisogno. E dovrai essere tu, con i tuoi prodotti o servizi a soddisfare i loro bisogni. Non credere che usare un determinato colore basti per ottenere quel risultato. La questione è molto più scientifica di quanto pensi. Ogni colore provoca nelle persone un determinato stato d’animo.

Come si deve scegliere un colore per una CTA o logo aziendale ?

All’inizio dell’articolo ho detto che il colore riflette l’identità dell’azienda. Lo scopo è trasmettere l’essenza ed i valori che l’azienda vuole esprimere attraverso prodotti o servizi verso i propri clienti.E’ fondamentale saper sviluppare CTA o un logo originali per promuovere l’azienda ed i suoi prodotti.L’uso dei colori nel marketing si afferma anche in questo campo.Molto spesso le persone acquistano un prodotto basandosi sul suo colore. Questa si chiama psicologia del colore.

Colori nel marketing, la psicologia del colore

La psicologia del colore dice che il colore è una sensazione che è captata del cervello creando sentimenti ed emozioni. Il rapporto che abbiamo con i colori è legato indissolubilmente alla relazione che abbiamo avuto con essi durante la vita. Ci sono alcuni colori che trasmettono determinate percezioni al cervello. Tutto questo accade in maniera automatica. Il cervello associa ogni colore alla nostra esperienza passata. Per questo è importante usare colori nel marketing. Infatti, ogni colore provoca diverse sensazioni nel cervello umano. Sono queste sensazioni che portano una persona ad acquistare o non acquistare un bene. La scelta dei colori nel marketing è una tappa obbligata se si vuole avere una campagna marketing profittevole.

La programmazione della nostra mente

La psicologia del colore ha un ruolo molto importante nella vita di ognuno di noi. Infatti, le nostre menti sono programmate per rispondere ai colori. Dal momento della nascita assorbono diversi input da sorgenti molto diverse. Prendiamo in esame il semaforo con le sue classiche luci: rosso e arancione (fermo), verde (si passa).Definiamo il colore come un codice, un alfabeto, che ci permette di individuare e capire la realtà che ci circonda.Possiamo spingerci ancora oltre. I colori appartengono al DNA di una persona. Questi segnali possono essere veicolati per fargli fare una scelta piuttosto che un’altra.

Relazione tra la psicologia del colore ed il marketing

La psicologia dei colori nel marketing ed il rapporto con la persuasione è una delle variabili più controverse di tutto il marketing.Il motivo è presto detto. La quasi totalità dei discorsi che sul significato dei colori e la loro persuasione sono intuizioni con poche base scientifiche.Per rimanere con i piedi per terra spiegherò altre ricerche su varie teorie dei colori nel marketing e la loro psicologia. Inoltre, il fattore persuasione entrerà sempre in gioco.Nei paragrafi precedenti ho detto che un colore fa percepire al consumatore l’idea che esso possa soddisfare il suo bisogno. Ma questa è solo un’astrazione soggettiva del consumatore non oggettiva. Questo significa che la percezione di un colore non è universale.

Usare il colore giusto nel brand

Lo studio Exciting Red and Competent Blue ha dimostrato che le intenzioni di acquisto sono fortemente influenzate dai colori. Questo accade perché i colori di una marca modificano le percezioni del consumatore. Tutto ciò ha una sola spiegazione tecnica. I colori influenzano il modo con cui i clienti visualizzano la “personalità” della data marca.Nella ricerca Color Research & Application hanno scoperto che la mente umana preferisce marche riconoscibili. Questa considerazione dimostra quanto sia importante l’uso dei colori nel marketing nella fase di sviluppo del brand identiy. Inoltre, la stessa ricerca definisce di creare una targhettizzazione del colore per sviluppare una differenziazione con altri competitor. Un’altra ricerca The Interactive Effect of Colors ha ampiamente dimostrato la relazione che esiste tra le marche ed il loro colore. Infatti, il consumatore percepisce le due entità in modo più o meno appropriato al posizionamento del marchio. Di fatto, si percepisce se quel tipo di colore si adatta al tipo di bene, qualità o prezzo. Nella scelta dei colori nel marketing ci viene in auto quest’altra ricerca, “Visual and Instrumental Evaluation of Orange Juice Color: a consumers’ preferencies study”. Tale ricerca ha dimostrato che è meglio prevedere il comportamento dei clienti ad una dato colore. Invece, di occuparsi della mera scelta del colore. Un esempio pratico chiarirà le idee. Se nella maggioranza dei casi, i possessori di una Ferrari hanno la percezione di velocità con il rosso probabilmente il colore viola sarebbe scartato.

Colori nel marketing e la Brand Personality

L’adeguatezza del colore è stato ripreso da in uno studio della psicologa di Standford Dott.ssa Jennifer Aaker. Lo studio condotto si chiama Dimension f Brand Personality. Lo studio ha dimostrato che esistono cinque dimensioni primarie. Queste dimensioni hanno un ruolo fondamentale sulla personalità di una marca. Qui sotto trovi uno schema delle dimensioni. Nel disegno trovi queste cinque dimensioni:

  • Sincerity (sincerità)
  • Excitement (eccitamento)
  • Comptence (competenze)
  • Sophistication (gusti raffinati)
  • Ruggedness (robustezza)

Ogni brand ed ogni prodotto deve almeno avere una di queste cinque dimensioni.

colori nel marketing

Non è detto che un brand possegga solo una dimensione ma potrebbe averne anche più di una. Ma di solito i marchi hanno solo una dimensione.Un esempio pratico ti aiuterà a capire meglio.Un anello di una nota marca comunica raffinatezza mentre un anello di bigotteria indica poca raffinatezza.Ci sono molte che si potrebbero dire sul colore. Sicuramente avrò ancora altre occasioni per parlane.Per adesso fai tesoro dei consigli che ti ho dato. Se hai trovato questo articolo utile o interessante condividilo con i tuoi amici. Grazie

photo of andrea barbieri

 

BTF Traduzioni SEO Sviluppo Web

Piazza Giusepp Mazzini, 46

Poggibonsi, Siena, 53036 Italia

+393296664935
traduzione, traduttore, programmatore, blogger, realizzazione siti web, Web Marketing, lezioni private di lingua,